ZANIOLO ROMA – Nonostante le diverse offerte ricevuti da club italiani e stranieri, Nicolò Zaniolo è rimasto contro tutti i pronostici alla Roma. Il giocatore è una delle pedine fondamentali di Fonseca e infatti è stato utilizzato subito fin dalle prime partite. Nell’ultima sfida contro la Lazio, il classe ’99 è stato preso di mira dalla curva avversaria con alcuni cori contro la madre Francesca Costa. Il Corriere dello Sport l’ha quindi intervistata, chiedendole dei pareri su quanto accaduto.

I CORI – “Ci siamo fatti quattro risate in famiglia. E anche dopo, con Nicolò, abbiamo scherzato: ‘Hai visto cosa pensano i laziali della mamma?’. Queste cose per fortuna non ci toccano. Mi è dispiaciuto solo per l’altra figlia, Benedetta, che è una adolescente e può rimanerci male. Ma l’ha capito anche lei che non è niente di grave. La fama sta cambiando Nicolò? Assolutamente no. Ha avuto un appannamento nei mesi scorsi, è vero. Ma la persona è la stessa di prima. Non è facile per un ragazzo di nemmeno vent’anni passare dall’anonimato alla vetrina di una squadra importante”.

LA NAZIONALE – “Se la rapina ha rischiato di farci lasciare Roma? No, assolutamente. Non so nemmeno se ci siano state trattative concrete oppure offerte in estate, di queste cose non mi occupo. So soltanto che adesso Nicolò è felicissimo di giocare nella Roma. Cos’è successo in Nazionale? So di un ritardo a una riunione tecnica. Se poi c’è altro non me l’hanno detto. Non è nemmeno così importante. Se Roberto Mancini oppure altre figure qualificate della federazione l’hanno sanzionato, ci dev’essere una ragione. Non metto il becco in vicende che non mi riguardano come non accetterei, da madre, se qualcuno criticasse una punizione inflitta da me”.


Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico il più presto possibile.

7 Commenti

  1. Con questi cori spero che Zaniolo si sia “caricato a pallettoni” per i prossimi derby gli auguro di entrare nella storia della Roma come “bestia nera della lazio” purtroppo però è altissimo il rischio che lo venderanno.

  2. Ci mancherebbe. Perché dovrebbe restare a Roma? Il calcio che conta è altrove e mica è nato dentro il Raccordo. Poi fra un po’ verrà insultato anche dai suoi tifosi, compreso te, perciò…

  3. Zaniolo, il ragazzo, la sua famiglia, non hanno fatto niente di male .. eppure, quattro carogne, hanno cercato, e continueranno, a dare loro fastidio .. questa non e’ l’ Italia che avevo nel cuore .. questi non sono gli Italiani di quando ero bambino ..

  4. e’ un suo diritto rilasciare interviste .. perche’ non dovrebbe farlo ? vuoi imporre limiti ? ragazzi .. qualcuno qui si dimentica quante guerre sono state combattute per crescere in liberta’ e in quella che viene chiamata Democrazia ..

  5. Perche’ tu dove stai la domenica alle 13,54 a rispondere secondo i desiderata del tuo padrone?
    Anche senza fantasia perchè quello che scrivi con vari nick è sempre lo stesso.

Comments are closed.