romanews-wolfsberger-roma-europa-league-nicolo-zaniolo-sollbauer
Foto Getty

ROMA WOLFSBERGER, L’AVVERSARIA – Dopo il pareggio conquistato a San Siro la Roma si prepara ad una sfida che potrà dire ancora molto sul suo futuro in Europa League. I giallorossi affronteranno il Wolfsberger nel match in programma domani alle 21.00 allo Stadio Olimpico. Battendo gli austriaci o conquistando almeno un punto, la squadra di Fonseca metterebbe al sicuro il passaggio del turno, indipendentemente dal risultato di Borussia MonchengladbachIstanbul Basaksehir. Le strade dei giallorossi e dei Lupi quindi si incrociano di nuovo dopo più di due mesi e molte cose sono cambiate.

Prossimi impegni
Roma
Wolfsberger (sesta giornata della fase a gironi di Europa League, 12 dicembre ore 21.00, Stadio Olimpico)
Austria ViennaWolfsberger (18° turno di Bundesliga, 15 dicembre ore 14.30, Generali Arena)
WolfsbergerHartberg (19° turno di Bundesliga, 15 febbraio, Lavanttal-Arena)
Werkssportgemeinschaft WattensWolfsberger (20° turno di Bundesliga, 22 febbraio, Stadio Tivoli)

Come il Wolfsberger arriva alla sfida contro la Roma

Il Wolfsberger arriva da tre sconfitte consecutive, incassate tra Europa League e Bundesliga. L’ultima giornata di campionato ha visto i Lupi impegnati in casa contro il Lask. Al termine dei primi 45 minuti di gioco gli ospiti erano già andati a segno con Filipovic e Tetteh. La rete realizzata da Weissman al 77′ ha riacceso le speranze dei bianconeri, ma a mettere in cassaforte il risultato ci ha pensato Frieser appena 7 minuti dopo. La gara andata in scena alla Lavanttal-Arena è quindi terminata con il risultato di 1-3 per il Lask. I tre punti mancano al Wolfsberger ormai dal 23 novembre, quando batté in trasferta il Mattersburg, ultimo in classifica. Gli austriaci rimangono al terzo posto, ma la recente crisi di risultati rischia di farli scivolare giù dal podio: il Salisburgo è ormai distante 13 punti e il Rapid Vienna, quarto con un solo punto in meno, insidia pericolosamente il terzo posto. Nemmeno gli ultimi impegni europei si sono rivelati positivi per il Wolfsberger, anzi. Dopo la strabiliante vittoria conquistata al debutto contro il Borussia Monchengladbach e il pareggio ottenuto in casa contro la Roma, per i bianconeri sono arrivate tre sconfitte che hanno infranto le speranze di qualificarsi, ancora prima della fine della fase a gironi.

Struber dice addio, Sahli prende il suo posto

Il mese scorso il Wolfsberger ha dovuto fare i conti con un addio importante: il 20 novembre Gerhard Struber ha lasciato i bianconeri per trasferirsi in Inghilterra. Il tecnico austriaco ha scelto di interrompere la sua esperienza con i Lupi per diventare il nuovo allenatore del Barnsley FC, club della seconda divisione inglese. La guida tecnica della squadra è quindi passata a Mohamed Sahli, vice di Struber, alla sua prima esperienza da allenatore in Bundesliga. I bianconeri hanno perso il loro tecnico-manager, che l’anno scorso li aveva condotti al terzo posto in classifica, riuscendo a conquistare per la prima volta l’accesso alla fase a gironi di una competizione europea.

Wolfsberger, da top a flop: molto è cambiato negli ultimi due mesi

Il Wolfsberger che si presenterà giovedì all’Olimpico è molto diverso a quello che la Roma si è trovata di fronte ad ottobre, imbattuto da 9 gare. La lunga striscia di risultati utili si è interrotta nel corso di questi due mesi e il bilancio non è positivo: nelle ultime 12 gare disputate i Lupi hanno ottenuto 3 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte, hanno realizzato 17 reti e ne hanno incassate 18. Shon Weissman rimane il miglior marcatore del Wolfsberger, con 16 gol messi a segno in campionato. Il miglior finalizzatore bianconero in Europa League è invece Leitgeb che ha siglato 2 delle 5 reti realizzate dai Lupi. I gol subiti dagli austriaci nella competizione europea sono invece 6.

Le scelte di Sahli per Roma-Wolfsberger

In campionato Sahli ha utilizzato spesso il 4-1-2-1-2, ma in Europa League continua ad optare per il 4-3-1-2 impiegato da Struber in tutti e cinque i match disputati finora. Per la sfida contro la Roma il tecnico tunisino dovrà fare a meno di Soldo, Baumgartner e Schmerbock, alle prese con un problema al ginocchio. Giovedì i bianconeri dovrebbero riproporre una formazione molto simile a quella vista ad ottobre: Kofler tra i pali, con Novak, Sollbauer, Rnic e Schmitz a completare il reparto difensivo. A centrocampo Schmid, Leitgeb e Ritzmaier. Sulla trequarti, dietro alla coppia d’attacco formata da Weissman e Niangbo, ci sarà invece Liendl.

La probabile formazione

WOLFSBERGER (4-3-1-2): 31 Kofler; 27, Novak, 26 Sollbauer, 15 Rnic, 7 Schmitz; 11 Schmid, 16 Leitgeb, 8 Ritzmaier; 10 Liendl; 9 Weissman, 21 Niangbo.
A disp.: 29 Kuttin, 1 Dobnik, 4 Gollner, 5 Peric, 39 Golles, 25 Tauchhammer, 19 Sprangler, 17 Steiger, 23 Schofl, 24 Wernitznig, 20 Syla, 13 Schmidt, 30 Hodzic.
All.: Mohamed Sahli.

BALLOTTAGGI: Schmid- Wernitznig, Gollner-Rnic.
INDISPONIBILI: 32 Soldo (rottura del legamento crociato), 22 Baumgartner (lacerazione del menisco laterale) 34 Schmerbock (infortunio al ginocchio).
IN DUBBIO: -.
SQUALIFICATI: -.
DIFFIDATI: -.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email