UEFA CEFERIN – Intervistato da L’Equipe nelle ore che precedono la finale di Champions League, il numero uno della Uefa Aleksander Ceferin, ha aperto ad una nuova possibile formula della massima competizione europea per il club. Ai microfoni francesi il presidente, infatti ha detto: “Final Four in Champions League? Personalmente, mi piacerebbe che accadesse. Potrebbe essere una buona soluzione e vantaggioso in termini di ricavi se è ben fatto.  Non c’è urgenza. Possiamo deciderlo tra un anno”. Il numero uno, poi è tornato anche sulla fatto Super Lega e sul comportamento di Barcellona, Real Madrid e Juventus rimaste all’interno dell’organizzazione sfumata in 24 ore. Queste le sue parole a riguardo:

Su Juve, Barça e Real

“Per l’intera famiglia calcistica, il loro atteggiamento è scioccante e inaccettabile. Non c’è dialogo, mandano solo lettere formali. Avrebbero dovuto chiamarci per organizzare un incontro per un dialogo, invece hanno avuto un approccio strano. Non ci sarà la paralisi del calcio, ma solo di questi tre club. Non ci facciamo spaventare da queste cose. Quello che mi lascia basito è che i tre club pubblicamente facciano ancora parte della Superlega, manifestando la volontà di volerla giocare, salvo poi mandare lettere chiedendo di disputare la Champions. Sanzioni? Il nostro comitato disciplinare è indipendente. Quando lavora su un caso non comunica, non ci sono rapporti, non posso commentare. Non so dire se di quale entità saranno eventuali sanzioni”

Leggi anche:
Europa League, ecco la squadra dell’anno: ci sono tanti giallorossi

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

1 commento

  1. E’ scioccante che, per anni, La UEFA abbia tollerato/ignorato che molte squadre con bilanci fuori parametro FPF abbiano continuato a comprare giocatori, ingrossando il già grosso debito senza che sia mai stato imposto loro il rispetto delle regole che, evidentemente, non erano/sono uguali per tutti.

Comments are closed.