NOTIZIE TOTTI MEDIASET – “La partita contro il Manchester City? È stata una giornata particolare, sapevamo di affrontare una delle più forti d’Europa“. Così Francesco Totti ai microfoni dell’UEFA, ricordando la Champions League e alcuni momenti della sua carriera. “Dovevamo cercare di fare risultato anche su quel campo molto difficile, abbiamo approcciato bene alla partita anche se dopo 3-4 minuti eravamo sotto con un rigore di Agüero. Poi ci siamo messi a giocare con tranquillità e siamo riusciti a ribaltare il punteggio, pareggiando con una grande azione partita da centrocampo, Radja mi ha fatto un lancio millimetrico e in velocità sono riuscito a scavalcare il portiere. Segnare in Champions League – continua lo storico capitano – è diverso dalle altre partite, cerchi di arrivare più lontano possibile perché ti dà enorme visibilità, è un torneo diverso da tutti gli altri. È bello parteciparvi e anche vincere, segnare è una gratificazione in più. Il gol a Mosca e il record di marcatore più anziano? Pensavo solamente al freddo, è normale che andando avanti con il girone avevi più possibilità di fare gol, aumentare i giorni e quello che veniva. È normale che con una punizione dal limite cerchi di concentrarti”. La chiusura dell’intervento di Totti è tutta sui suoi anni giallorossi: “La parola vecchio non mi piace tanto, ma mi lusinga. Spero che ci arrivi prima possibile un altro vecchio, così non si parla più di Totti. Sono contento di quello che ho fatto e spero veramente che possa qualcun altro superare questo record. Penso di aver dimostrato amore rimanendo per sempre in questa squadra, indossando un’unica maglia. È stato sempre il mio sogno e sono riuscito a realizzarlo. Cercavo di dare qualcosa in più di quel che potessi, l’unico rimpianto è di non aver vinto tantissimo. Però quello che ho vinto è abbastanza, è importante e ne sono fiero“.

Print Friendly, PDF & Email

10 Commenti

  1. Se tu avessi smesso a 35 anni, senza cercare record stupidi, forse saresti rimasto ancora di più nei cuori dei tifosi. E comunque l’amore che ti ha dato la città di Roma e noi tifosi non l’avresti avuto da nessuna parte del mondo. Forza Roma

    • Sciacquati la bocca, ha fatto la differenza TUTTE le volte fino al penultimo anno, solo l’ultimo è da cancellare, tifosi dalla memoria corta.

    • caro Fabio Cudicini, hai scelto un bel nickname. Lo ricordo in un 3-3 la prima di camipiovato a Padova . volare sui cross di Mariani. Un portiere che meritava miglior fama.
      Condivido quanto hai scritto sul misero sultano e aggiungo che il suo egoismo lo ha portato a gufare i compagni dalla panchina. Basta riguardare il fiilmato dell’anno scorso a Milano quando abbassa la testa al gol di Dzeko . Altro che romanista.
      Ora in tribuna a prendere ancora danaro immerato fa semplicemente pena.
      E ancor più chi lo segue.
      Un saluto e forza Roma sempre.

    • Ti ricordo che senza Totti, due anni fa non saremmo andati in Champion’s…
      … te la sei dimenticata la partita di Torino?

      P.s: a parte te e qualcun altro Totti è rimasto nel cuore dei tifosi…quindi stai sereno…

  2. I commenti contro Totti sono tutti da considerarsi da:
    Invidiosi, malati, esauriti, rosiconi,pallidi, brutti, con alitosi cronica, pelati, forforosi, gargamellosi, schifosi, occhi gialli, minidotati e laziali. Fate schifo al cazzo.

  3. ce solo la magliaaaaaaaaaa, menomale che ha smesso, tifo ancora e di più per la roma……………
    ps. se mi chiamate quaglia mi in………dispiaccio

Comments are closed.