ROMA – Totti chiama e Lippi risponde. Una maglia azzurra in Sudafrica si avvicina per il capitano della Roma. “Francesco è un grande uomo e un grande giocatore. Dire di no alla chiamata del Ct della Nazionale è difficile per chiunque”. Così Marcello Lippi ha risposto oggi alle domande sulle dichiarazioni di Francesco Totti, che in un’intervista a La Gazzetta dello Sport si è detto disponibile a tornare in Nazionale. Di certo se il numero 10 giallorosso tornerà a Coverciano lo farà da protagonista e non con un ruolo marginale: “Sarebbe riduttivo parlarne come un portafortuna. Fino ad ora nessun giocatore italiano mi ha detto di no quando l’ho chiamato, è difficile dire di no perché è una grande soddisfazione”, ha spiegato il Ct azzurro. Come dargli torto? Numeri alla mano infatti, dal dopo mondiali 2006 a oggi, nessun italiano ha segnato tanto come Totti, tra campionato e Champions League.
 
CONTRATTO – Questi dovrebbero essere i giorni buoni. Salvo colpi di scena, Totti firmerà il suo nuovo contratto che lo legherà alla Roma fino al 2014. L’appuntamento tra le parti dovrebbe esserci alla fine di questa settimana, slittamenti esclusi. Il rinnovo del capitano, infatti, è stato rimandato più volte. La telenovela va avanti ormai da mesi, ma sembra giunta a una sua conclusione positiva. Non resta che attendere la fumata bianca.
 
VERSO MILANO – In attesa di legarsi alla Roma per altri cinque anni, questa mattina Totti è sceso in campo per effettuare un lavoro differenziato in compagnia del suo preparatore Scala. Il capitano della Roma è impegnato nel lavoro di recupero dall’infortunio al tendine rotuleo del ginocchio destro. A San Siro vuole esserci. E’ uno stadio che gli porta fortuna e che per niente al mondo vorrebbe disertare. Lo staff medico giallorosso è ottimista, ma preferisce non sbilanciarsi. Domani Francesco dovrebbe tornare a lavorare con il pallone. Se effettivamente andrà così, c’è da giurare che il capitano sarà in campo contro il Milan.
 
AMICHEVOLE – In dubbio, oltre al capitano, per la sfida di domenica c’è anche Doni, l’altro tormentone di questi giorni. Il portiere proverà nell’amichevole di domani sera contro l’Anziolavinio, ad Anzio. Stesso discorso per Cicinho. Il brasiliano “pensa solo alla Roma e non vuole andare via”, ha detto oggi l’agente del giocatore. Ancora lavoro differenziato per Motta, assente nel pomeriggio, in dubbio anche Vucinic e Brighi. Juan, Mexes, Baptista e Cassetti, invece, sono tornati a lavorare con il gruppo. Intanto si torna a parlare di mercato. A Ranieri serve un esterno, l’uomo giusto potrebbe essere Alessandro Mançini, che nell’Inter non gioca. “E’ ancora presto per parlarne – ha detto a Romanews.eu l’agente dell’ex giallorosso Gilmar Veloz – gennaio è ancora lontano. Certo è che lui vuole giocare. Siamo pronti a valutare eventuali offerte”. 
Francesco Glorialanza

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here