Foto Tedeschi

TORINO ROMA CONFERENZA FONSECA – Alle 18.00 la Roma scenderà in campo per affrontare il Torino, nel match valido per il 31° turno di Serie A. Come di consueto, il tecnico Fonseca è intervenuto alle 15.30 in conferenza stampa alla vigilia del match, per rispondere alle domande dei giornalisti.

Leggi anche:
Roma, Fonseca si affida al turnover contro il Torino e attende il rientro degli infortunati

Torino-Roma, la conferenza stampa di Fonseca

Sky Sport: contro l’Ajax abbiamo visto una grande prova difensiva. Cosa manca per avere una sintesi tra il calcio spettacolare della prima parte di stagione e ciò che abbiamo visto nelle ultime gare?
“Ogni partita abbiamo una strategia. Penso che come hai detto, in quasi tutta la stagione si è detto che la Roma è stata una delle squadre che giocava meglio, in modo più offensivo. Stavolta abbiamo avuto una strategia diversa, contro una grande squadra come l’Ajax, specialmente nella seconda gara. Abbiamo la nostra identità, non è questo che caratterizza la nostra squadra, ma quando c’è bisogno di fare una strategia diversa non c’è problema”.

Lei è capace di spaccare l’opinione pubblica tra chi la sostiene e chi la attacca. Ha mai pensato a cosa poteva fare di più per convincere tutti?
“Io non lavoro per convincere le persone, ma per la Roma. Lavoro per far vincere la Roma, questo è importante. Poi è normale: quando si vince abbiamo più persone dalla nostra parte e quando si perde di più contro. Io lo capisco bene questo, succede con tutti gli allenatori, e penso che la cosa più importante è fare il mio lavoro e lavorare per la Roma”.

Gazzetta: come sta Smalling? Sia fisicamente che dopo la notte di incubo… Può tornare con l’Atalanta?
“Vediamo… Stiamo valutando tutti i giorni la situazione di Smalling, ha iniziato a lavorare in campo e quando avrà fiducia per tornare, ritornerà. Ma penso che stia molto meglio”.

Dopo l’Europa League la Roma ha perso 18 punti su 33. Cosa manca a questa squadra per essere competitiva nel doppio fronte?
“Questa è una stagione particolare. Posso fare molti esempi di alcune squadre che hanno difficoltà in campionato. Il Villareal ha perso contro l’Osasuna. Il Bayern ha pareggiato. Questo vale per tutte le squadre che vanno avanti. Giocano in tre giorni ed hanno meno giocatori disponibili. Il Bayern ha giocato senza 6 giocatori e questo influenza il risultato”.

Con la concentrazione di giovedì la Roma avrebbe evitato passi falsi in campionato? Quest’atteggiamento difensivo può cambiare in parte l’identità della sua squadra?
“No, è stata una questione di strategia per la gara con l’Ajax. Non cambiamo la nostra identità, vogliamo tornare a essere la squadra offensiva già da domani. Magari con più concentrazione possiamo far meglio in campionato”.

Quanto è importante cercare di non arrivare settimi?
“Non penso tanto al futuro, solo alla prossima partita. E’ importante pensare che con l’Ajax sia finita e tornare al campionato. La nostra ambizione è battere il Torino, dobbiamo fare una buona partita”.

Pastore potrebbe partire titolare?
“Dovete aspettare domani per saperlo”.

Le partite con Atalanta e Torino potrebbero essere decisive per il quarto posto?
“E’ importante vincere le nostre partite. Penso solo al Torino, non possiamo pensare oltre”.

C’è un problema di reclutamento dei giocatori? Spesso ci sono rose ampie in cui si usano pochi giocatori. In poche parole: se ne prendono tanti ma non quelli giusti…
“E’ importante avere una rosa compatta. Alla Roma quasi tutti hanno giocato e fatto parte delle mie scelte. In assoluto sono d’accordo: è importante avere una rosa compatta”.

Il campionato è un obiettivo molto importante ma queste partite possono essere utili per recuperare la forma di quei calciatori che possono risultare decisivi in Europa?
“Sono due competizioni diverse, penso solo al campionato ora. Farò le scelte migliori per domani, pensando alle questioni fisiche e tattiche. La partita con l’Ajax è finita, dobbiamo tornare sul campionato, dove abbiamo ancora un obiettivo. Voglio che la squadra sia concentrata su questo”.

Cosa vorrebbe vedere in campionato delle partite europee?
“Magari la stessa concentrazione, determinazione e aggressività difensiva. E’ importante che la squadra faccia sempre una partita sicura difensivamente. Come abbiamo fatto bene con l’Ajax, penso che possiamo migliorare in campionato”.

Print Friendly, PDF & Email