ROMA TORINO BELOTTI BRUNO PERES – La Roma vola ancora sulle ali dell’entusiasmo dopo aver agguantato le semifinali di Europa League, dove troverà il Manchester United. Prima, però, c’è il campionato. I giallorossi affronteranno domani il Torino in trasferta alle 18 e cercheranno di dare continuità alla vittoria contro il Bologna nella giornata precedente. La squadra di Fonseca è al momento settima, ma, visti alcuni scontri diretti previsti in questo turno (Atalanta-Juve e Napoli-Inter), potrebbe riuscire a guadagnare punti sulle dirette concorrenti per la zona europea. Il match vedrà con ogni probabilità in campo due giocatori che hanno ruoli diversi ma qualcosa in comune, ovvero dovrebbero essere in partenza a fine stagione: Bruno Peres, che dovrebbe lasciare Trigoria, e Andrea Belotti, che invece potrebbe sbarcare nella Capitale.

Leggi anche:
Torino, punti di forza e debolezze: quello che c’è da sapere

Roma, Bruno Peres

Il contratto di Bruno Peres è in scadenza a giugno, e il brasiliano dovrebbe essere ai saluti con la Roma per trasferirsi in Turchia, tanto che ci sarebbe già un accordo di massima con il Trabzonspor. Non è la prima volta che si parla di addio per il terzino giallorosso. Il giocatore di Sao Paulo, quest’anno, ha vissuto alti e bassi, ma conta comunque due reti tra Serie A (al Sassuolo) ed Europa League (allo Young Boys) in 35 presenze. Tanti tifosi ricordano ancora il salvataggio sulla linea di porta agli ottavi di Champions 2018, contro lo Shakthtar, che mantenne il punteggio 2-1 per gli ucraini, uno score che la Roma riuscì a ribaltare al ritorno, accedendo poi agli ottavi nello storico doppio confronto con il Barça. In questa stagione il classe ’90 è stato più volte chiamato in causa da Fonseca, che lo ha schierato titolare 10 volte in campionato. Peres, nei suoi 1098 minuti disputati, conta 2 assist e 6 tiri in porta, ma non solo. Per il numero 33 anche 14 dribbling riusciti su 19 e l’87,9% di passaggi andati a buon fine. Per quanto riguarda le azioni difensive, 53 contrasti vinti (e 52 persi), 19 palloni intercettati e 73 recuperati. In questo rush finale di campionato e con il sogno Europa League ancora in ballo, Bruno proverà a lasciare un bel ricordo, qualora la sua avventura capitolina fosse ai titoli di coda. Potenziali addii a Trigoria, quindi, ma anche possibili arrivi, come quello di Andrea Belotti.

Leggi anche:
Torino-Roma, numeri e curiosità

Torino, Belotti

Titolare inamovibile e miglior marcatore stagionale del Torino, Andrea Belotti grazie ai suoi numeri ha attirato l’interesse di alcune big di Serie A. Tra queste c’è anche la Roma, che si guarda intorno per il futuro. Dovesse partire Edin Dzeko, infatti, il 27enne granata sarebbe tra i primi nella lista di Tiago Pinto per sostituire il bosniaco. Il contratto del classe ’93 scade nel 2022, le trattative non sarebbero facili, ma i capitolini potrebbero tentare l’assalto a giugno. Belotti alla Roma ha segnato 6 reti in carriera, mentre in questa stagione ne ha registrate 12 in totale in 27 presenze. Il ‘Gallo’ è sempre sceso in campo dal 1’, ad eccezione del doppio confronto contro l’Inter  (al ritorno è entrato per un giro di orologio) e contro il Crotone (per Covid). Non solo bomber, per i granata il calciatore di Calcinate conta anche 5 assist, il 70,1% di passaggi riusciti (e 30 chiave) e 40 dribbling con esito positivo su 67. L’attaccante si presta però anche in fase difensiva: 233 contrasti vinti (204 persi), 8 palloni intercettati e 69 recuperati. La situazione del Toro in classifica non sembra ottimale (al momento è quartultimo), e non è detto che Belotti a giugno, dovesse la situazione peggiorare, non scelga di cercare altre avventure proprio a Trigoria. Ad oggi, però, resta un avversario, quindi a Bruno Peres e compagni il compito di contenere le sue offensive e guadagnare tre punti fondamentali.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

2 Commenti

  1. Belotti (premetto che, venisse a Roma, sarei contento ..) ma ha una conformazione fisica molto poco da atleta giovane .. o che c’ ha la ciambella sotto la maglietta ? strumenti per misurare cuore, fegato, reni polmoni, milza ? ma che c’ ha sotto quella maglietta che lo deforma .. me pare un bue ..

  2. L’unico calciatore che per carattere e per tempermento, benché forte, non vada bene alla Roma è Muriel. Ci vuole a sinistra Vlahovic, a destra Zaniolo e al centro potrebbe rimanere anche Dzeko, se non ci fossero le condizioni per prendere Belotti. Mai Muriel, che può andare bene solo con Gasterini che frusta i giocatori……!! Attenzione Pinto che non avendo i soldi non si potrà sbagliare l’acquisto!

Comments are closed.