TIKI TATTICA UDINESE ROMA – Tredicesima giornata del campionato di Serie A: la Roma, sul palcoscenico della Dacia Arena, affronta l’Udinese. I bianconeri non navigano in acque tranquille: sedicesima posizione a pari punti (9) con l’Empoli, con il fresco esonero dello spagnolo Velazquez e l’arrivo sulla panchina friulana dell’ex Crotone Davide Nicola. Sull’altra sponda, i giallorossi sono in crescita: vittoria per 4-1 contro la Sampdoria, sesto posto a -3 dalla zona Champions League. Udine è un crocevia fondamentale per non mollare l’obiettivo quarto posto, pur avendo sempre a mente che mercoledì all’Olimpico arriva il Real Madrid.

GLI SCHIERAMENTI – Nicola dovrebbe far partire la sua avventura all’Udinese puntando sul 3-5-2: una squadra solida con agilità e fantasia sugli esterni, con De Paul da una parte e Ter Avest sull’altra, con il reparto offensivo completato da Pussetto e Lasagna. Di Francesco, invece, è pronto a confermare il 4-2-3-1 delle ultime uscite, con qualche cambio di formazione: Jesus dovrebbe far coppia con Fazio in difesa, Cristante è pronto a far di nuovo coppia con Nzonzi, mentre in avanti potrebbe trovare la seconda consecutiva da titolare Patrik Schick, al posto di Dzeko.

LA CHIAVE – Le squadre di Nicola ci hanno sempre abituato ad un calcio semplice ed estremamente essenziale. Difficilmente vedremo l’Udinese provare a costruire il gioco dal basso, più probabile trovare un atteggiamento volto a cercare sempre il rinvio lungo alla ricerca del recupero palla grazie alla fisicità dei centrocampisti centrali e delle punte. Sugli attacchi dei friulani sarà fondamentale fare attenzione ai tagli dietro la linea difensiva di Lasagna, all’imprevedibilità di De Paul ed alle spiccati caratteristiche di spinta dell’out di destra composto da Pussetto e Larsen. La squadra di Di Francesco dovrà far valere la sua qualità: possesso palla preciso e veloce e saper sfruttare l’uomo che tra le linee può fare la differenza in questa partita, il solito Lorenzo Pellegrini. Inoltre, il reparto offensivo giallorosso sembra essere in netta ripresa negli ultimi tempi, capace di andare in gol con continuità: sono 18 le reti messe a segno nelle ultime otto gare. E con uno Schick in più, chissà che tutto questo non diventi più semplice…

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. difra cerca la qualità?,dove ? .oggi la roma è caduta per l’ultima volta voto ” 4 ” a tutta la ” AS ROMA ” presidente allenatore giocatori e tifosi…perchè siamo noi i principali artefici di tutto. o no ?????
    vittorio

Comments are closed.