TIKI TATTICA, ROMA JUVENTUS – Continuare a credere nel sogno Europa, anche se al momento la classifica sembra suggerire il contrario. Questo è l’obbligo della Roma che, domenica alle 20.30 allo Stadio Olimpico, sfida la Juventus nel match valido per la 36esima giornata di Serie A. Gli uomini di Ranieri arrivano alla partita dopo il brutto pareggio di Marassi con il Genoa, mentre la squadra di Allegri ha conquistato lo scudetto con 89 punti e ben cinque giornate d’anticipo.

GLI SCHIERAMENTI – Ranieri affronta la sfida con la Juventus con il classico 4-2-3-1. Mirante confermato in porta, la difesa a quattro è pronta: recupera Florenzi che verrà schierato insieme a Manolas, Fazio e Kolarov. In cabina di regia probabile conferma di Nzonzi, con De Rossi che potrebbe tornare in campo dal 1′. Nel tridente dietro all’unica punta Edin Dzeko, pronti Kluivert, Pellegrini ed El Shaarawy, con Under e Zaniolo che scalpitano per una maglia da titolare.
Allegri è pronto a confermare il 4-4-2 visto nelle ultime giornate, nonostante l’emergenza infortuni: in porta ci sarà Szczesny, con Cancelo, Bonucci, Chiellini e De Sciglio a completare il reparto difensivo. A centrocampo, invece, spazio a Cuadrado, Pjanic, Matuidi e Spinazzola. In attacco dovrebbe essere riconfermata la coppia Ronaldo–Kean. Sicuramente out Douglas Costa, Khedira e Mandzukic, mentre la speranza per i bianconeri è quella di recuperare Bentancur, Dybala, Emre Can e Alex Sandro. Resta in forte dubbio Daniele Rugani.

LA CHIAVE – La Roma contro una Juventus spenta e demotivata dovrà cercare di tenere alti i ritmi. La squadra di Allegri è la terza squadra per possesso palla, che lavora molto le proprie trame di gioco: i giallorossi dovranno fare particolare attenzione alle fasce bianconere, abili ad aprire spazi e favorire gli inserimenti dei centrocampisti e ad innescare Cristiano Ronaldo in avanti. In questo senso, sarà importante per gli uomini di Ranieri farsi trovare sempre ben posizionati e a difesa schierata, situazioni in cui i bianconeri tendono ad andare in difficoltà. Ai giallorossi potrebbe convenire, quindi, avere un atteggiamento aggressivo ma senza scoprirsi troppo, chiudendo le linee di passaggio per ripartire con rapidità e trovare la difesa bianconera esposta al contropiede.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.