Foto Tedeschi

STADIO DELLA ROMA REVOCA – Nella giornata di ieri era prevista la votazione dell’Assemblea Capitolina per la revoca al progetto di Tor di Valle che è stata posticipata ad oggi per assenza del numero legale.

La maggioranza pronta con la sinistra per il sì

Ieri la revoca del Pubblico Interesse per il nuovo stadio della Roma ha vissuto una giornata molto importante anche se ancora interlocutoria. Come riportato dalla Gazzetta Sportiva, è venuto a mancare il numero legale e quindi la seduta è stata aggiornata per la giornata di oggi alle ore 14 e basteranno 16 presenti. Il dibattito è cominciato dopo un mese dall’entrata in calendario e la società giallorossa spera che si vada al voto entro domani altrimenti si rischia di posticipare il tutto a dopo le elezioni. La sindaca Raggi ha la gestione di massimo 20 voti ma avrà l’aiuto di PD e Sinistra per Roma che insieme al Movimento 5 Stelle hanno presentato 7 emendamenti che potrebbero far convergere per il si. Due sono le motivazioni principali: la mancanza di firma di Eurnova sull’atto d’obbligo e il no del club giallorosso a giocare nell’impianto. Sicuramente la società del magnate Vitek ricorrerà al Tar e farà una causa per danni quantificata in circa 60 milioni di euro.

Leggi anche:
Stadio della Roma, troppe assenze per la revoca di Tor di Valle

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

2 Commenti

  1. L unico interesse della raggi e dei suoi compari, dopo 5 anni di ratti buche immondizia e parlare dello stadio di tordivalle?? E i suoi elettori ancora l appoggiano !!! Haha a fallati!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here