RAGGI STADIO ROMA – Virginia Raggi insiste per accelerare la data del voto per l’ok allo stadio della Roma. Tuttavia la decisione potrebbe slittare in aula a giugno o anche dopo, addirittura alla prossima consiliatura.

Pochi giorni fa la sindaca aveva rassicurato i tifosi giallorossi

Come scrive Il Corriere dello Sport, si tratterebbe di uno scenario negativo per la Roma, come del resto ha commentato Guido Fienga. Giovedì la sindaca aveva risposto via social a un tifoso: “Voglio rassicurare cittadini e tifosi: lo stadio della Roma si farà. Noi vogliamo realizzarlo e siamo al lavoro per raggiungere questo obiettivo. Sappiamo benissimo cosa significherebbe per la nostra città, la sua economia e il suo sviluppo. Ma soprattutto per migliaia di persone che potranno avere un lavoro”. Una sorta di risposta alla regione, quella della sindaca. Fatto sta che lo scontro in merito alla Convenzione Urbanistica allunga ancora i tempi. E a rimetterci è la Roma.

Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti

  1. Tutto ciò sancisce definitivamente la fine dell’esperienza politica dei cinque stelle a livello locale e nazionale. Lo stadio lo deciderà la prossima giunta, il segnale è chiarissimo…

  2. Che presa in giro!
    Il consiglio Comunale fino a tre mesi prima dalle elezioni e quindi a marzo, può votare provvedimenti straordinari come la variante di TDV; dopo può votare solo provvedimenti ordinari.
    Quindi o si vota in consiglio comunale entro marzo o poi si andrà alla nuova legislatura.

Comments are closed.