romanews-roma-frongia-raggi
Foto Getty

STADIO ROMA FRONGIA – Daniele Frongia, assessore allo sport del Comune di Roma, è tornato a parlare della situazione riguardante il nuovo Stadio della Roma nel corso dell’evento “Il calcio e chi lo racconta“. Ecco le sue parole in merito al progetto Tor Di Valle: “Vanno avanti gli incontri tra il Campidoglio e i proponenti per chiudere la Convenzione. Dopodiché la questione politica della Variante Urbanistica passerà in Assemblea Capitolina e poi andrà in Regione. Dopodiché si potrà iniziare“.




Print Friendly, PDF & Email

5 Commenti

  1. L’assessore al Comune di Roma probabilmente non è al corrente della presentazione fatta il 2.12.19 del PS 5 nella sala dalla promoteca del Campidoglio del DPCM del 19.06, altrimenti non avrebbe perso tempo a fare queste dichiarazioni inutili.
    La presentazione del Comune recita: “il PS 5 rappresentata un importante strumento di tutela sovraordinata al quale si devono conformare per le legge i piani urbanistici dei Comuni interessati”.
    La zona di Tor di Valle è identificata nella cartografia allegata al decreto come “di accumulo e scorrimento” nella quale è vietata qualsiasi nuova costruzione civile o industriale art.27 delle NTA.

    • Arfio un applauso grandissimo, finalmente qualcuno che prima di essere tifoso è cittadino.
      Io pure voglio lo stadio della Roma, ma sapevo fin dall ‘inizio che scegliere tor di valle come area per fare quartiere più stadio sarebbe stata una follia. Ma gli amanti di Pallotta non accettano questa verità, che lo sbaglio è della Roma nell aver accettato di proporre quel’ area ed infatti stiamo ancora a carissimo amico. Il prossimo presidente cambierà area ridurrà le opere che non c’entrano nulla con lo stadio e in 4 anni avremo il nostro stadio.
      Ancora che credete a Pallotta?
      Ma fatemi il puacere

      • Lo sbaglio è del Comune che ha inserito Tor di Valle nell’elenco dei siti possibili!!!!!!! Se anche fosse, era obbligo del Comune non accettare a priori il progetto! No! No! crediamo fermamente nell’incapacità della Raggi e della sua giunta! Ancora co sta riduzione delle opere!!! Il progetto è stato già ridimensionato dal Comune, ma che sapete solo quello che ve fa comodo?

  2. poi torna in comune poi in Regione…poi in comune …di nuovo in regione….e i cittadini (non solo i romanisti)….si avvelenano ….per tutto!

  3. Blek stai sbagliando, l’elenco delle aree papabili è stato redatto dall’advisor Cushmann su incarico del privato e la legge sugli stadi prevede che sia il proponente a presentare il progetto e quindi l’area interessata e il Comune non si può opporre, può solo approvarlo o bocciarlo.
    Il progetto è stato approvato dalla giunta Marino, assessore Caudo, è andato in conferenza dei servizi ed è stato bocciato.
    La giunta Raggi per convenienze politiche contingenti lo ha solo maldestramente resuscitato, senza essere in grado di portarlo a conclusione.
    Ed ora che non sa come uscirne fuori sta solo facendo melina per non avere contraccolpi politici da una sua bocciatura, aspettando che sia Pallotta a stancarsi e rinunciare.

Comments are closed.