SENTI CHI PARLA…ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Federico Nisii a Tele Radio Stereo: “Se fossi un dirigente della Roma farei di tutto per strappare Icardi all’Inter. Sicuramente però te lo farebbero pagare tanto, con 35 milioni come base d’asta. Batshuayi? Lo vorrei vedere tanto in giallorosso”.

Adriano Serafini a Tele Radio Stereo: “Giroud è un’operazione fattibile, alla Dzeko. Rispetto al bosniaco mi sembra più cattivo e secondo me è uno di quelli bravi con la testa e i piedi. Non è Cavani o Ibrahimovic ma rientra nei parametri della Roma eccome. Icardi? I giallorossi lo hanno già cercato la scorsa stagione e hanno incassato il rifiuto anche del giocatore che si trova tanto bene a Milano”.

Francesco Balzani a Centro Suono Sport: “Forse siamo stati troppo ottimisti per il rinnovo di Totti. A Boston non hanno cambiato ancora idea anche se si vuol far sapere che è così e purtroppo nella Roma oggi ci sono varie forme di comunicazione su questa storia. A Trigoria ora c’è il caos. Pallotta e Francesco non si sono sentiti a tarda notte, o almeno questo è quello che garantiscono a Trigoria. Di conseguenza a Totti non è stato ancora garantito il rinnovo e forse gli verrà chiesto di fare delle rinunce. Se c’era questa volontà perché non dirlo pubblicamente? Spero vinca la spinta popolare, ma oggi sono più negativo”.

Gianluca Giugliarelli alla Web radio di Romanews.eu: Sono innamorato di Totti e della Roma, anche se il giallorosso dà talvolta qualche dolore di troppo. La Juventus? Ha cominciato a vincere e non si è fermata più. Il contratto a Francesco? Glielo rinnoverei subito“.

Nando Orsi a Radio Radio: “Mi convince l’arrivo di Caceres, è un giocatore che servirà molto a Spalletti per la sua capacità di fare sia il centrale che il terzino. Tra Pjanic e Nainggolan manderei via il bosniaco. Il belga è continuo e determina certe situazioni tattiche della Roma, tant’è vero che Spalletti lo ha messo trequartista dietro la punta”.

Romeo Capelli alla Web radio di Romanews.eu: Il rinnovo di Totti? Aspetto l’ufficialità. Non vorrei aggiungere amaro su amaro. Sul rinnovo avrei voluto vedere a prescindere un finale diverso. Non sono affatto soddisfatto del modo in cui la società ha gestito la situazione. E’ mancata chiarezza comunicativa sin da principio e ancora ad oggi rimaniamo nell’incertezza. Spero che le notizie circolanti, siano la verità, perché per come sta giocando, Francesco merita il rinnovo, al di là dei sentimenti. Per ringraziare il capitano giallorosso abbiamo affisso due striscioni allo stadio. Non dimentichiamoci che ci ha fatto saltare 303 volte dal seggiolino“.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “Sacrificherei Pjanic al posto di Nainggolan. Il belga è un giocatore di spessore internazionale e può prendere per mano un centrocampo che dovrà essere ricostruito”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Molto probabilmente ci sarà la firma di Francesco Totti per un altro anno di contratto con la Roma, evidentemente il presidente ha cambiato idea. L’8 maggio alle 12.30 ci sarà il match tra Roma e Chievo e sono già ventimila i tifosi che hanno acquistato il biglietto. Dare per scontato che Rüdiger parta mi sembra un’esagerazione”.  

Salvatore D’Arminio a Centro Suono Sport: “Propendo per non vendere nessuno, ma leggo che ormai un big va ceduto e tra Nainggolan e Pjanic preferirei veder partite il centrocampista bosniaco. Bisogna comunque cercare qualche alternativa, anche perché il prossimo anno non si ha la certezza di avere Strootman al 100%” .

Ugo Russo a Centro Suono Sport:Il futuro di Totti? Io non vedo un epilogo diverso da quello di continuare a Roma secondo le sue possibilità, in campo o facendo il dirigente, ma comunque ancora qui. Ricordiamo sempre che in passato ha rinunciato ad allori e campionati prestigiosi per restare nella Capitale ed ancora oggi è il giocatore che dà più forza alla squadra. Anzi, mi sembra che Francesco sia il profeta di questo momento della squadra capitolina: entra e riesce a cambiare il volto e l’economia di una partita in pochissimi minuti. E questo dimostra che non solo ha dato la vita per Roma ma vuole continuare a darla. Dino Viola? Un Presidente strepitoso che ci parlava della Roma senza problemi e addirittura della sua vita privata, prendendoci sotto braccio. Era un ambiente molto più vero rispetto a quello di oggi“.

Giulia Spiniello alla Web radio di Romanews.eu:Spalletti non regala niente a nessuno. Non ha regalato la maglia da titolare a Totti, figuriamoci se la donerà facilmente a Dzeko. Batshuayi? Se lo vuole il tecnico di Certaldo, dobbiamo fidarci di lui. L’allenatore toscano credo che avrà parte attiva nel mercato della Roma“.

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. Questo continuo parlare di Totti, Totti di qua e Totti di là. Questo è il maggior limite della Roma e dell’ambiente romano. Così non si va da nessuna parte e non si vincerà mai niente. Quando tutti capiranno che nel calcio è la squadra la cosa più importante e non il singolo, allora si sarà capito cos’è il gioco del calcio. Il Barcellona con solo Messi non avrebbe vinto quasi niente, mentre Messi assieme a Victor Valdes, Dani Alves, Piquè, Busquets, Xavi Alonso, Iniesta ha vinto tutto quello che c’era da vincere. Largo ai giovani, altro che.

Comments are closed.