Le parole di Spalletti alla vigilia di Lazio-Roma”La Lazio arriva al fischio d’inizio più serena di noi, perché la mia squadra ha quasi l’obbligo di vincere. Probabilmente la mia Roma ha qualcosa in più. Ma in una sfida del genere i vantaggi si annullano. Le motivazioni sono massimali per entrambe e la città, con i suoi tifosi, ti trasmette la voglia di dare il massimo. Siamo alla pari”.”I punti in palio sono gli stessi ma sicuramente è una gara particolare. L’anno scorso dissi che è una competizione dentro al campionato. Per me è un obiettivo, come lo era il quarto posto lo scorso anno, o la Coppa Italia o la Champions. E’ un obiettivo di stagione come la Champions League e lo scudetto”.”Lazio e Roma arrivano molto bene. Entrambe le squadre hanno lavorato con grande professionalità, si vede che c’è un gruppo in grado di sviluppare sul campo le cose che gli hanno dato benefici durante la settimana. Entrambe le società, poi, sono attente a dare importanza al calcio della Capitale”.”C’è sempre una grande partecipazione di pubblico. Quest’anno, inoltre, ci sono due squadre che giocano bene al calcio. Non ho vissuto altri derby ma aggiungere qualcosa a questo mi sembra difficile”.”Sono preoccupato per le condizioni di Totti, perché oggettivamente ha dei problemi. Ma sta migliorando, e sono convinto che giocherà”.”La Lazio gioca un buon calcio perché ha il suo tecnico, Delio Rossi, lavora molto sul campo e ha diversi giocatori molto bravi tecnicamente e tatticamente”.”Per me è il Derby d’Italia, perché lo giocano le due squadre di Roma e perché c’è un pubblico straordinario. Non ho mai partecipato ad altre stracittadine, ma non credo che ce ne siano altri più sentiti di questo”.La conferenza stampa di si interrompere alla notizia dell’improvvisa morte del giornalista Alberto D’Aguanno.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here