romanews-roma-leonardo-semplici-spal-allenatore
Foto Getty

ROMA SPAL, L’AVVERSARIA – Archiviata la pratica Europa League, almeno per il momento, la Roma si prepara ad affrontare la Spal. La sfida, valida per il 16° turno di Serie A, andrà in scena domenica alle ore 18.00 all’Olimpico. La squadra di Fonseca prosegue la caccia al quarto posto che continua ad essere insidiato dal Cagliari di Maran. Per questo contro la squadra di Semplici, che non vince in campionato dal 5 ottobre, sarà necessario conquistare i tre punti.

Prossimi impegni

Roma-Spal (16° turno di Serie A, 15 dicembre ore 18.00, Stadio Olimpico)
Torino-Spal (17° turno di Serie A, 21 dicembre ore 20.45, Stadio Olimpico di Torino)
Spal-Verona (18° turno di Serie A, 5 gennaio ore 15.00, Stadio Paolo Mazza)
Fiorentina-Spal (19° turno di Serie A, Stadio Artemio Franchi)

Come la Spal arriva alla sfida contro la Roma

Come anticipato, la Spal non sta vivendo un momento facile. Gli estensi non vincono in campionato dalla sfida disputata il 5 ottobre contro il Parma allo Stadio Paolo Mazza, terminata 1-0. Da quel momento per gli Estensi sono arrivati 3 pareggi e 5 sconfitte. L’ultima è quella incassata in casa contro il Brescia. Nonostante la Spal abbia per molto tempo mantenuto il pallino del gioco (64% possesso palla), non è riuscita ad andare a segno e al 54′ ci ha pensato Mario Balotelli a sbloccare il risultato e ad assegnare i tre punti agli ospiti. L’ennesima disfatta in Serie A ha messo pericolosamente in dubbio il destino di Semplici.

Ultimo posto in classifica e nove punti: la panchina di Semplici è a rischio

La situazione a dir poco critica in cui si trova la Spal ha inevitabilmente messo in dubbio la permanenza di Semplici. La vittoria manca da più di due mesi e la squadra attualmente si trova all’ultimo posto in classifica con 9 punti, dietro a Genoa e Brescia. In settimana il tecnico degli Estensi ha incontrato la dirigenza biancazzurra per discutere del futuro. Il pranzo ha avuto esito positivo: la Spal ha deciso di rinnovare la fiducia al tecnico della doppia promozione dalla Serie C alla Serie A. Semplici può tirare un sospiro di sollievo, ma la sua panchina rimane in bilico: i risultati ottenuti prima della sosta natalizia saranno decisivi per il suo futuro a Ferrara. Qualora l’allenatore dovesse lasciare i biancazzurri, Gianni De Biasi sarebbe uno dei primi candidati a prendere il suo posto.

Punti di forza e debolezze

I numeri di questa stagione rendono bene il momento di grande crisi vissuto dalla Spal. Quello della squadra di Semplici è il peggior attacco della Serie A con 9 gol segnati in 15 partite. Gli Estensi sono infatti rimasti a secco in campionato in ben 8 partite su 15. Inoltre i biancazzurri sono la squadra che ha conquistato meno vittorie in campionato insieme al Genoa (2) e più sconfitte come il Brescia (10). Anche altri dati destano preoccupazione. In questo campionato nessuno ha fatto peggio della Spal in trasferta: nessuna vittoria, un pareggio e 6 sconfitte (1 solo punto in 7 partite in esterna), solo un gol segnato e 11 subiti. E’ interessante notare anche come Berisha sia stato il secondo portiere più impegnato della Serie A (66 parate effettuate). Il miglior marcatore della squadra di Semplici è Petagna con 4 reti messe a segno finora. E’ anche il giocatore che ha creato più occasioni da gol (14) e che ha effettuato più tiri (29). Subito dopo c’è Kurtic (2 gol), primo invece per quanto riguarda i km percorsi a partita (11). Un’occhiata al cronometro rivela che la squadra di Semplici ha realizzato il 33% dei suoi gol tra il 15′ e il 30′ e che si è dimostrata molto vulnerabile dopo la prima mezz’ora di gioco. Anche la disciplina rappresenta un problema da non trascurare per gli Estensi che hanno già incassato 46 gialli in campionato. Solo il Bologna ha fatto peggio con 49 cartellini ricevuti.

Le scelte di Semplici per Roma-Spal

Nonostante l’innegabile crisi di risultati, Leonardo Semplici ha sempre avuto le idee chiare durante la stagione: il modulo più usato è stato il 3-5-2, alternato alcune volte al 4-3-1-2. Anche il tecnico biancazzurro dovrà fare i conti con diverse assenze in vista del match contro i giallorossi. D’Alessandro e Fares, operati entrambi al crociato, torneranno in campo tra febbraio e marzo del prossimo anno. Da valutare le condizioni di Reca, Sala e Strefezza non ancora completamente recuperati. A disposizione del tecnico degli Estensi ci sarà invece Federico Di Francesco che ha da poco ripreso ad allenarsi con il resto del gruppo. Per la sfida di domenica la Spal perde Kurtic, vero motore del centrocampo, squalificato dopo essere stato ammonito nel corso dell’ultima gara di Serie A contro il Brescia. Contro la Roma in porta ci sarà come sempre Berisha, con Cionek, Tomovic, Vicari e Igor a completare il reparto difensivo. A centrocampo invece spazio a Murgia, Valdifiori e Missiroli. Dietro la coppia d’attacco formata da Petagna e Paloschi ci sarà Valoti.

La probabile formazione

SPAL (4-3-1-2): 99 Berisha; 4 Cionek, 40 Tomovic, 23 Vicari, 3 Igor; 11 Murgia, 6 Valdifiori, 7 Missiroli; 8 Valoti; 37 Petagna, 43 Paloschi.
A disp.: 22 Thiam, 25 Letica, 27 Felipe, 66 Salamon, 67 Cannistrà, 96 Tunjov, 98 Mastrilli, 9 Moncini, 10 Floccari, 95 Jankovic.
All.: Leonardo Semplici.

BALLOTTAGGI: Valoti-Strefezza, Floccari-Paloschi, Paloschi-Jankovic.
INDISPONIBILI: 77 D’Alessandro (operazione al legamento crociato), 93 Fares (operazione al legamento crociato).
IN DUBBIO: 13 Reca (problema muscolare), 26 Sala (affaticamento al polpaccio), 21 Strefezza (contusione muscolare)
SQUALIFICATI: 19 Kurtic (un turno, salta la Roma).
DIFFIDATI: 21 Strefezza.

Martina Cianni

Print Friendly, PDF & Email