romanews-roma-serie-a-
Foto Getty

SERIE A CORONAVIRUS – L’emergenza Coronavirus non accenna a placarsi e il calcio italiano ancora non vede la luce in fondo al tunnel. L’unica ipotesi che in questo momento si può escludere è quella di una ripresa ad inizio maggio. Anche l’idea di tornare a giocare le partite di Serie A a metà maggio è di difficile realizzazione.

Ancora incerto il futuro del campionato in corso

Intanto tra presidenti o vari addetti ai lavori è caos. Come riporta La Gazzetta dello Sport, si registra il passo indietro di Lotito: la ripresa degli allenamenti della Lazio è rinviata a data da destinarsi. Non si arrende invece De Laurentiis, entrato in accesa polemica con Marotta, che predica prudenza. L’Uefa intanto ha dato priorità ai campionati nazionali rispetto alle coppe, che potrebbero essere concentrate a loro volta nelle ultime due settimane di luglio. C’è poi la possibilità di far giocare campionato e coppe nello stesso periodo. Per alcuni club di A sarebbe un azzardo continuare oltre il 30 giugno, mentre il Presidente della FIGC Gabriele Gravina ha più volte ribadito la volontà di voler portare a termine i campionati e che farà di tutto per farlo succedere. Da capire poi se la ripresa sarà coordinata per tutte le leghe: c’è infatti da credere che in alcuni paesi l’emergenza si protrarrà più a lungo, semplicemente perché insorta più tardi rispetto a quanto successo in Italia.

Print Friendly, PDF & Email

3 Commenti

  1. La luce in fondo al tunnel sono in molti a non vederla e non hanno tempo nè fantasia per pensare ad altro.
    Il calcio non sarà più un’isola felice, dovrà subire un drastico ridimensionamento e mettersi in riga, con disciplina, come tutta la popolazione Italiana: è finita l’epoca del magna magna.
    La grande priorità è cacciare a calci in culo tutti i miserabili opportunisti che lo infestano, la parte peggiore di questo paese, attenti solo ai soldi e all’odioso interesse personale, incuranti dell’emergenza, dei malati, dei deceduti.

  2. che gran povertà …. mette tristezza, tanto non decidono loro ma il virus …. qui i calciatori si ammalano ogni giorno, ma che voi gioca ??
    dessero sto scudetto alla lazio ad honorem (mai stati primi in classifica tra l’altro dopo 5 mesi de vittorie …ma loro so abituati a chiede scudetti invincibili tipo il 1915 che non si capisce ancora perché dovrebbero averne diritto visto che manco la finale hanno giocato) tanto so convinti che vincevano ( a sto punto dovremo indagare perché …) così lo chiudiamo qui, scommetto che se la Juve perdeva o pareggiava con l’Inter Lotito voleva fermarlo … non ci sarà mai il tempo per finirlo e se finiscono sarà in maniera ridicola …. fanno solo una brutta figura … ma se la roma si qualifica per la Champions perché l’Atalanta essendo di bergamo non credo sia nella miglior forma, sarebbe regolare ?

Comments are closed.