SABATINI INTERVISTA- Walter Sabatini, ex direttore sportivo della Roma, è stato intervistato dal quotidiano ed ha parlato anche del possibile ritorno come dirigente nel club giallorosso di Francesco Totti. Queste le sue parole:

Che senso ha giocare senza pubblico?
“Zero. È subbuteo. Calcioballilla. Una tristezza infinita. Ho sempre lavorato per la gioia della gente, quando ho provocato dolore o mortificazione sono stato male. Senza il godimento del pubblico, è solo una perversione. Ovviamente, si deve”.

E senza soldi che mercato è?
“Depresso. Si fanno solo scambi per le plusvalenze. Qualche grande operazione ci sarà, Milik, Dzeko o Suarez, ma la fascia intermedia non esiste. Due colpi straordinari li ho visti: McKennie alla Juventus e Miranchuk all’Atalanta”.

Le avrà fatto piacere però che l’abbia richiamata la Roma…
“Non l’ha fatto, ma mi ha fatto piacere la reazione dei romanisti a quell’ipotesi”.

Totti a Repubblica ha detto: aspetto Friedkin per un caffè. Una Roma senza di lui è possibile?
“Dipende da quanta voglia di lavorare ha Totti”.

Argomento scivoloso…
“Una palude. Come comparsa Totti non ha senso. O ha un incarico importante e ci si mette con lena oppure meglio che continui a fare quel che fa”.

È della stessa linea di Franco Baldini: troppi romani nella Roma…
“No perché le linee di Baldini non sono mai state propriamente euclidee”.

È più difficile azzeccare un allenatore o un giocatore?
“Un allenatore. Sono stato fortunato: Garcia lo presi a moscacieca, dal Lille. Mi pigliavano tutti in giro: ha fatto 85 punti e il record di vittorie”.

Print Friendly, PDF & Email

30 Commenti

  1. Levateje er vino, Sabatini sei stato un pessimo ds alla pari di Monchi e Petrachi…i peggiori ds del calcio italiano, ed infatti sei sparito al Bologna e sei stato cacciato dall inter.

  2. Sabatini resta un uomo gigantesco, ha fatto fin troppo con troppo poco e con obblighi di bilancio da rispettare. Aveva e ha un visione del calcio molto poetica, molta filosofia e istinto che a volte lo hanno fregato ma resta un grande DS con grandi intuizioni, oltre ad essere un uomo con un intelligenza e una capacità dialettica fuori dagli schemi, un inchino a un fine esteta del calcio, grande Walter!!! E non preoccuparti, saranno in tre a pensarla come il nostro amico, tristemente noto, che ha scritto sopra

  3. Quindi è cattivo il ds che ha comprato allison e salah e quello che lo ha venduto pure. Allo stesso modo. Quello che ha rinnovato totti e de rossi e quello che non li ha rinnovati. Grande ninja sei il più forte, chi ti ha comprato è un ds scarso. Guarda caso sotto ogni articolo del sig. tagliaboschi la conversazione è guidata da questo “utente” tanto attivo e poco logico, che ha portato il sito da oltre duecento commenti di media giornalieri a circa venti, perché la gente si è stufata di dover partecipare ad una discussione con questo tizio. Chissà se anche in questo caso sarà censura, come costantemente accade sotto gli articoli di questo “redattore”. FORZA ROMA

  4. Ancora che questi ex dipendenti forse anche lazzziali parlano male del capitano? La sua carriera parla con i fatti e se anche non avesse avuto vogliadi lavorare e non è così figuriamoci cosa sarebbe stato se l’avesse avuta?

  5. Sabatini detto “ovetto kinder”, ogni mercato era “una sorpresa su cinque”. Quando si pesano gli acquisti azzeccati e le plusvalenze tanto care ai P-boys bisogna vedere anche le minusvalenze e i tanti bidoni passati per Trigoria, oltre ai buchi nella rosa (Sabatì, i terzini!). Tanto per fare qualche nome Osvaldone Bojan Jose Angel … continuo?

  6. Nei scorsi anni ci siamo tenuti a galla solo per le intuizioni di Sabatini, la squadra che è arrivata in semifinale di C.L. l’ha costruita lui se non fosse stato obbligato a vendere i migliori avremmo conquistato qualche titolo, l’ex capitano continui a fare la pubblicità ai detersivi per fare i Dirigenti ci vogliono capacità che non ha.

    • Perché secondo te Giotto aveva bisogno di disegnare aste e tondini la mattina se no dipingeva peggio?
      Beethoven doveva suonare tanti auguri o tu scendi dalle stelle se no non componeva?
      La verità per quanto l’idea ripugni a molti, è che c’è gente che è al di sopra per alcuni aspetti.
      E gli altri si allenino pure. Fermo restando che due qualificazioni in champions a quasi 40 anni te l’ha portate lui. E credo che siano dati di fatto e non opinioni personali di un umbro mediocre giocatore e ds molto fortunato e molto sfortunato.

      • ecco il classico esempio del tifoso tottiano … quanno se vince il merito è suo, quanno se perde è corpa de tutti l’artri, De Rossi compreso e pure de quelli che stanno in panchina (Pijanic e Osvaldo) nella finale persa co le “pecore”.

      • caro toninho… ma chi ti dice che non si allenasse? Secondo te uno svogliato può arrivare a giocare sino a 40 anni?
        Perché se c’arriva senza allenarsi, senza una corretta alimentazione, allora è un miracolo di genetica, e torna il discorso di cui sopra.
        Altrmenti è semplicemente il fatto di dar credito ad una voce piuttosto che ad un altra.
        E screditare è sempre molto semplice, perché basta mettere la pulce nell’orecchio con le parole giuste, o meglio con la forma giusta, tanto più in un mondo dove mi sembrate essere convinti che i dirigenti siano uomini di straordinaria cultura perché arraffazonano parole suadenti.
        Un po’ come quando vai al ristorante hai mangiato bene e ne parli e trovi il tipo suadente che ti dice “si qualche piatto è buono, ma fidati la cucina è sporca…”.
        Tu la cucina non l’hai mai vista. Ma dai per scontato che sia lercia.

  7. Eccolo Steccatini che tagliato fuori da tutto e tutti tira fuori l’astio…Da sempre laziese dentro come i quattro commentatori falliti qua sopra. Fatevene una ragione.. Totti è la Roma.

    • Tu fattene una ragione, quando un giocatore passa, per quanto grande il giocatore sia, la maglia , i colori e la curva restano.
      Sempre Forza Roma.

  8. Si capisce lontano un miglio che Sabatini ha il dente avvelenato con la Roma perchè non l’ha cercato. Le minestra riscaldata non è mai buona come la prima

  9. Capirai, ha nominato il nome di Totti per non elogiarlo . Ormai almeno il 50% dei romanisti gli avrà fatto la “X” rossa sopra come a Spalletti…

  10. Sabatini è di un narcisismo spaventoso però ha una personalità sicuramente affascinante. A livello oggettivo ha fatto colpi straordinari alternati a delusioni pazzesche. Tutto sommato ci ha portato ai vertici per molti anni e la semifilnale raggiunta con Difrancesco e Monchi in realtà era frutto della squadra di sabatini, oltetutto indebolita dal mercato di Monchi. Purtroppo il ds perfetto non esiste e va riconosciuta una grande capacità di scovare calciatori a quest’uomo.

  11. Ancora Sabatini… sempre con questo malcelato astio misto a snobismo “se deve venire a lavorare nella Roma meglio che lo faccia con lena”. Da giocatore credo l’abbia fatto con una lena superiore a quella che hanno avuto lui, baldini e compagnia cantante, anche ove la dovessero moltiplicare svariate volte.
    Da “dirigente” è stato relegato al ruolo di dispensatore di autografi in tribuna.
    Ergo non credo che la sua lena in quel caso sia valutabile.
    Peraltro farei una notazione sulla carriera di Sabatini nella Roma, dato che mi dà il la, dicendo che ha preso Garcia ala cieca.
    Caro Walter, hai solo sparato nel mucchio, sempre, e fatto 50-50. Perché io ricordo iturbe, ibarbo, doumbia, schick (cui sei andato dietro 3 anni), gerson… le decine di giocatori della primavera pagare 5, 6, 10 milioni, loic nego, berisha, sanabria…
    T’ha solo detto bene, che dopo è arrivato un incompetente totale, e t’ha riscattato nel paragone.
    E ps…. basta confondere un eloquio pseudo forbito con l’intelligenza… che la cultura e i riferimenti a euclide non li puoi fare, né tu né l’amico londinese laureato per modo di dire…

  12. Sabbatini in realta dice che Totti stesso sapeva di essere un fuoriclasse in visione di gioco e di sponda ma troppo lento per essere un top player mondiale se non lavorando quotidianamente sugli scatti… cosa che non ha mai potuto fare. Gruppo carbonara e saltinbocca ad ogni ora

  13. I giocatori cannati da Sabatini sono state cifre modeste, a parte Iturbe, che tra l’altro voleva Conte alla Juve e fu uno dei motivi della rottura, nessuno si aspettava un involuzione del genere. Sulla bilancia resta un grande intenditore di calcio, suo unico difetto è poco pragmatismo e molta filosofia e ricerca dell’estetica, innamoramenti non motivati verso giocatori come fu ad esempio per Dodò, eccesso di istintività che a volte lo portava a fidarsi troppo di se stesso. Però dire che ce l’ha con la Roma solo per la frase su Totti è stucchevole, che Totti non abbia voglia di lavorare si percepisce da tutto, il suo linguaggio del corpo parla chiaro anche nelle interviste aggressive che fece, non ha la grinta nè le doti nè la voglia vera di lavorare per diventare un grande Dirigente, Sabatini ripete sempre che la Roma ce l’ha nel cuore, che spera che Dzeko non se ne vada ecc tra l’altro Pastore lui lo voleva quando era integro e giovane e rimane il fatto che se abbiamo fatto annate dignitose è stato merito di Alisson, Salah, Benatia, Manolas, Dzeko, Strootman, Nainggolan, Rudiger, Sceszny, El Sharaawy,Pjanic, Emerson Palmieri ecc tutti giocatori scelti da lui, dopo di lui è stato un tracollo, non vi risulta? Al momento resta il migliore di parecchie lunghezze

    • Sottoscrivo. È incredibile come ci siano in giro ingrati che criticano il miglior DS che abbiamo mai avuto negli ultimi 30 anni… persino a distanza di anni, dove è evidente il suo lavoro miracoloso (specialmente dopo che si è scrollato Baldini e ha fatto il calciomercato da solo)

  14. Sabatini ce l’ho nel cuore, ogni intervista è da rileggere dieci volte.
    Alla Roma ha fatto miracoli! Probabilmente dovremo aspettare che schiatti prima che gli venga riconosciuto dalla tifoseria

Comments are closed.