SENTI-CHI-PARLA-3.jpg-radio

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Gianluca Lengua a Radio Radio Pomeriggio: “L’Europa League è una competizione in cui la Roma deve andare avanti ma non puntano a vincerla. Pensano al quarto posto, non a vincerla per arrivare in Champions League. Le squadre candidate a vincerla sono altre. È più possibile fare una serie positiva in campionato e sperare che l’Atalanta perda forze con la Champions. Questo è il ragionamento che dovrebbe fare la Roma”.

Alessandro Vocalelli a Radio Radio Pomeriggio: “La Roma ci deve credere all’Europa League. Ora è una squadra in disarmo e visti i risultati in questo mese e mezzo si dovrebbe essere preoccupati. Ma la Roma del derby può fare bene, non avrebbe avversari imbattibili davanti in questa competizione. Sono 32 squadre rimaste e penso che sia tra le prime 7 o 8 come valore. La coppa potrebbe distrarla dal campionato, ma recuperare 7 punti all’Atalanta non è facile”.

Franco Melli a Radio Radio Pomeriggio: “Serve più chiarezza e coerenza. Questi giocatori una volta si sentono importanti, altre volte si sentono messi da parte. Il caso Spinazzola è emblematico, dopo essere stato venduto ha giocato un gran derby, poi viene tolto e rimesso in continuazione. Ho la sensazione che alcuni giocatori siano peggiorati, forse perché più tristi… Non lo so. Pellegrini dovrebbe brillare, essere il faro della squadra e invece non ci riesce da troppo tempo. Dzeko deve essere il catalizzatore di tutta la produzione della squadra ed è grave che contro l’Atalanta nel secondo tempo non vedi neanche un tiro in porta. Non si può cambiare tutto insieme, ma almeno un po’ alla volta”.

Antonio Felici a Centro Suono Sport: “Carles Perez? Sono contento per il suo esordio. Essendo una partita internazionale penso possa fare bene. In Italia credo che non abbia ancora capito come funziona il calcio, finora ha avuto un approccio morbido, da calcio spagnolo. Qui se non ti sbrighi, ti soffiano il pallone e quindi deve crescere. Oggi però sarà una partita di calcio internazionale e quindi dovrebbe essere tutto diverso”.

Marione a Centro Suono Sport: “Basta con questa storia che la Roma deve stare attenta, li deve asfaltare. Se stasera la Roma ce la mette tutta… Volevo fare un elogio a Fonseca, dopo tanta ‘fuffa’ non ha dato la colpa all’ambiente come gli altri. Complimenti a Fonseca”.

Stefano Agresti a Radio Radio Mattino: “Opportunità per la Roma, rischia di diventare il grande obiettivo della stagione. Se sei fuori dalla Coppa Italia e in campionato stai così allora l’Europa League può diventare un obiettivo”.

Furio Focolari a Radio Radio Mattino: “E’ un obiettivo da puntare subito per recuperare uno spirito perduto”.

Roberto Renga a Radio Radio Mattino: “La Roma ha le potenzialità per arrivare fino in fondo, non può fermarsi davanti al Gent. Dipende tutto dalla Roma, se è quella che abbiamo visto ultimamente chiunque può metterla in difficoltà”.

Daniele Lo Monaco a Tele Radio Stereo: “Il calcio è così: a dicembre si parlava di scudetto e ora abbiamo paura del Gent. La Roma è in grado di vincere l’Europa League, non sarebbe uno scenario così clamoroso. Un mese fa dicevamo cose molto diverse e tra un mese la situazione potrebbe cambiare di nuovo. Le certezze nel calcio non ci sono. Se ogni volta confrontiamo la Roma con il modello vincente allora è facile. Fonseca inedito? No, è sempre molto centrato ed equilibrato. Temo che se un giorno andrà via potrebbe arrivare a dire che c’è questa realtà a Roma. Lo vedo tranquillo, ma non mi faccio troppe illusioni sul fatto che questa negatività esista.”.

Nando Orsi a Radio Radio Mattino: “E’ una partita trappola perchè non c’è niente da guadagnare: se vinci o perdi è contro una squadra belga… non giochi contro il Manchester United. Vincere è bene, ma è un po’ deviante perchè la Roma non sta bene, non puoi trovare spunti in una partita così. Secondo me hai tutto da perdere e niente da guadagnare in queste partite”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio Mattino: “Queste sono partite che ti possono anche fare del male, non si esclude niente. Sarebbe un bel segnale per svoltare una stagione che sta prendendo una brutta piega. Sulla carta con una Roma diversa le prossime di campionato dovrebbero portarti punti importanti per la classifica. Ci potrebbero essere delle sorprese positive, l’avversario è alla tua portata. Si dovrebbe anche avere l’ambizione di arrivare il più lontano possibile. Potrebbe essere un’occasione per rialzare la testa e riprendere fiducia. In una situazione così c’è tutto da guadagnare, si può già tentare di passare il turno. I giocatori hanno l’occasione di andare avanti in una competizione importante e di dare delle certezze all’allenatore”.

Sandro Sabatini a Radio Radio Mattino: “Haaland? Era stato proposto alla Roma da Spinosi due anni fa, ma non è mai arrivato a Monchi. Contro il Gent è una passeggiata, ma sono un po’ preoccupato per la Roma, ma non credo che arrivi a complicarsi la vita contro di loro. C’è un divario molto netto, il primo turno dovrebbe essere una formalità”.

Print Friendly, PDF & Email

9 Commenti

  1. Fonseca è un allenatore bravo ed equilibrato. Purtroppo, qui abbiamo cacciato Capello, Eriksson, Luis Enrique, Spalletti…un motivo ci sarà sia nei giocatori che nell’ambiente…

  2. Non credo all’ambiente difficile alle tv e radio,ma il problema per me e’ stato non avere un presidente “Tifoso”un presidente presente,immamorato come lo sono stati il grande Dino Viola o Franco Sensi..con cavolo che giocatori come Marquiquo,Rudigher,Palmieri,Pianic,Momo Salha,Allison non si sarebbero mossi da Roma!!!Purtroppo,gli ultimi 12 anni sono stati “sanguinosi” colpa di debiti e fp finanziario,abbiamo imparato a ns spese:Plusvalenze,Pareggio di bilancio ecc.manco fossimo diventari una azienda! L’unica speranza che abbiamo e’ questo Friedkin…che Dio ci aiuti!

    • Beh indietro nel tempo pare non si possa tornare
      erano altri tempi
      ora le squadre sono aziende (te ricordi che siamo quotati in borsa?) te ne dovresti essere aaccorto
      i presidenti tifosi mi sa che non ci sono più…solo imprenditori bravi e meno bravi
      pallotta andava contestato prima direi che dopo salah lo dovevamo costringere a lasciare…ma se un imprenditore si misura col guadagno che ha dalla sua azienda pallotta è stato bravo…sulle nostre spalle ma è stato bravo

  3. E così anche oggi jl buon Lo Monaco elogia nuovamente un allenatore che di certo non è adatto ad una squadra ambiziosa. Chissà perchè lo fa….P.V.

  4. “Pérez non ha ancora capito il calcio italiano” per questo stasera ( enon solo) sarà titolare … 😉
    chi è il genio ? zorro in panchina (ancora per poco, per fortuna)

  5. La colpa è tutta di Marione e dell’ambiente.

    Ma tranquilli Friedkin è romanista da sempre e farà di tutto per venire a vivere a Roma concentrando tutti i suoi interessi e sforzi nella Roma , tralasciando tutti i suoi principali asset negli USA.

    Credeteci.

  6. Che dice Lengua? non bisogna puntare all’Europa League? ma che sta a diiii??????? Certo che ci devi credere,altrimenti che giochi a fare!!!!!!!!! dai partita vinta a tavolino e via a sto punto. A me del quarto posto non me ne frega una ceppa,vorrei vincere un trofeo visto che in 90 anni de storia non abbiamo mai vinto na ceppa.

Comments are closed.