SABATINI PINTO STROOTMAN – “Pinto si troverà a lavorare in un ambiente molto complicato, è un dirigente giovane e di talento con un’esperienza importante al Benfica, ci sono tutte le carte in regola per fare bene”. Queste le parole di Walter Sabatini, ex ds della Roma, che a Sky Sport ha parlato del nuovo GM giallorosso e di Strootman, che proprio lui portò in Serie A nella Capitale: “Riguardo a Strootman, sono felice che sia tornato in Italia. Senza infortuni sarebbe stato uno dei centrocampisti più forti del mondo e quell’anno con Garcia in panchina con lui in campo magari avremmo potuto vincere lo scudetto“.

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureata in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico al più presto possibile.

5 Commenti

  1. Fu sbagliato dargli carta libera di operarsi in Olanda all’epoca, fu completamente sbagliato l’intervento e la rovina calcistica di questo straordinario centrocampista

  2. Tutto si può dire di quella Roma tranne che sia stata fortunata, Strootman era il centrocampista più forte giunto in Italia in quel periodo e forse l’acquisto più importante di Walter Sabatini, traltro un calciatore legatissimo ai colori giallorossi, adesso la storia si è un po ripetuta con Zaniolo che ha subito 2 infortuni in pochissimo tempo, speriamo solo che Nicolò torni più forte di prima e che questa sfortuna finisca, Forza Roma sempre!

  3. Aggiungerei anche il problema di Castan, che era molto forte. Sabatini ha ragione da vendere ma tranquilli, dopo la porcata del violino siamo tutti sicuri che i soliti noti avrebbero usato qualsiasi mezzo, legale e non, per non farci vincere.

    • Peccato però che l’episodio del violino fu l’anno successivo rispetto a quello famoso del primo infortunio di strootman e delle 10 vittorie consecutive iniziali… in quell’anno non avremmo mai potuto vincerlo, il primo anno forse sì…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here