Tancredi: “Derby posticipato? Un motivo in più per batterli”

1

SARO’ FRANCO – La rubrica in collaborazione con Franco Tancredi. Dopo ogni partita della Roma il Campione d’Italia ’82-’83 commenta la prestazione dei giallorossi in esclusiva per i lettori di Romanews.eu.

Emanuele Zotti

Ieri la Roma è tornata alla vittoria nonostante fosse passata in svantaggio dopo 20 minuti dall’inizio del primo tempo. La rimonta è arrivata grazie al gioco di squadra?
 “Ieri contava soltanto la vittoria: il controsorpasso è stato fondamentale per affrontare al meglio il derby della settimana prossima. Questo non è il momento di cercare le grandi giocate o i numeri da fenomeno, contano solo i tre punti e il fatto che siano arrivati rimontando l’Udinese è positivo ed è il segno che i giocatori ci sono con la testa e sono concentrati sul finale di campionato. La squadra ha sofferto quando c’era da soffrire e ha giocato quando c’è stata la possibilità di farlo, questo è un segnale importante in vista delle prossime partite. Arrivati a questo punto non conta la qualità del gioco, quella tornerà durante la prossima stagione, è il momento di fare punti e di portare a casa i risultati e in questo senso la classifica parla chiaro.”

E’ stata una vittoria sofferta anche per la Lazio che sabato sera ha sconfitto la Sampdoria a Marassi…
“Ormai da un paio di stagioni assistiamo a un finale di campionato in cui tutte le squadre si giocano le proprie chance fino all’ultima giornata e questo è un bene per il calcio. Il derby deciderà la classifica finale in chiave Champions League.”

La Lazio sta attraversando un momento migliore rispetto alla Roma che ha il vantaggio di giocare per due risultati su tre. Chi arriva al derby nelle condizioni migliori per vince?
“Non bisogna parlare dei due risultati utili che ha la Roma perchè questo è il modo migliore per far sfociare questa partita nell’ennesimo disastro. Garcia ha fatto bene a dire che il derby va vinto, non si gioca per fare conti di classifica o giochi d’astuzia. La Roma deve entrare in campo con la consapevolezza di poter vincere la partita, è l’unico modo per ottenere un risultato positivo e mi fa piacere che anche Nainggolan abbia detto la stessa cosa. In un match come il derby c’è bisogno di scendere in campo convinti, non confidare nei due risultati su tre perchè potrebbe rivelarsi una trappola.”

Nainggolan, dopo la prova deludente vista a San Siro, sembra essere tornato a giocare ad alti livelli. Per la Roma quanto è importante un giocatore come il belga?
“Nainggolan quest’anno è stato un guerriero, ha sbagliato soltanto l’ultima partita con il Milan. Il belga ha incarnato lo spirito di questa squadra e, ad una settimana di distanza dal derby, avere un giocatore nelle sue condizioni è più di un semplice vantaggio. Nainggolan a questi livelli è un autentico trascinatore, gente con la sua voglia e la sua determinazione potrebbe essere utile anche per stimolare i compagni di squadra. Spero che la Roma possa tenerlo considerando che, dopo questa stagione, è una delle colonne portanti della squadra. Perdere uno come Nainggolan sarebbe un grande problema per la Roma, anche se, spesso, nel calciomercato non tutto va come previsto.”

Il derby potrebbe essere rinviato a causa della finale di Coppa Italia che la Lazio giocherà mercoledì sera contro la Juventus. Crede sia giusto posticipare la stracittadina? Le squadre ne potrebbero risentire?
“Non riesco a capire che senso abbia rinviare la partita di domenica. Se l’anno prossimo la Lazio dovesse andare in Champions non credo che giocherebbe i match di campionato di lunedì, quindi no capisco il senso di giocarli adesso. Soltanto in Italia focalizziamo la nostra attenzione su problemi di questo tipo. La Juventus ha giocato una semifinale di Champions League mercoledì sera ma, nonostante questo, sabato ha giocato contro l’Inter a San Siro e ha vinto, quindi credo che da mercoledì a domenica ci sia tutto il tempo per recuperare. Non è comunque il caso di farne un dramma: la Roma deve prendere questa vicenda come un motivo in più per battere i nostri cugini sul campo. Mi è piaciuto l’atteggiamento di Garcia che non ha dato importanza alla questione ma soltanto alla partita. Il match non andrebbe posticipato anche per rispetto verso i tifosi che probabilmente non potranno andare alla stadio a causa degli impegni lavorativi. Questa sarebbe stata una partita da giocare di sera come accade in tutto il resto del mondo, ma a causa di alcuni “deficienti” verrà disputata di giorno e questa la trovo un’assurdità; è come se Barça-Real venisse disputata alla 15:00. Spero solo che un giorno in più di riposo possa giovare più alla Roma che alla Lazio.”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here