Tancredi: “Champions ottimo traguardo ma adesso tutti sotto esame”

1

SARO’ FRANCO – La rubrica in collaborazione con Franco Tancredi. Dopo ogni partita della Roma il Campione d’Italia ’82-’83 commenta la prestazione dei giallorossi in esclusiva per i lettori di Romanews.eu.

Emanuele Zotti

Ieri, nonostante la sconfitta, è andata in scena la festa di fine stagione della Roma. Che impressione ha avuto della partita?
“La partita di ieri è servita per far giocare quelli che hanno avuto meno spazio nel corso del campionato, mi è sembrata una decisione giusta nonostante sarebbe stato meglio chiudere con una vittoria. La grande impresa era stata fatta nel derby e una calo di concentrazione mi sembra più che normale. La festa di ieri è stata la giusta conclusione della corsa che ha portato la Roma a qualificarsi alla prossima Champions League.”

Le parole pronunciate da Garcia alla vigilia del match con i rosanero sembrano aver scosso l’ambiente. Cosa si aspetta dall’incontro in programma giovedì tra il tecnico e il presidente Pallotta?
“Non conoscendo le dinamiche interne alla società è difficile dare un giudizio. Adesso è arrivato il momento dei bilanci e delle riflessioni: bisogna indagare sulle cause che hanno portato alla flessione della squadra nella seconda parte del campionato. La dirigenza e l’allenatore devono avere le idee ben chiare e remare nella stessa direzione per il bene della Roma e dei tifosi. In questo momento c’è bisogno di certezze che arriveranno soltanto con un’organizzazione e una pianificazione ben precisi. Le schermaglie e le frecciatine lasciano il tempo che trovano, adesso servono interventi tempestivi e mirati.”

Il francese sembra chiedere garanzie sul livello dei giocatori che comporranno la Roma del futuro…
“Queste cose devono rimanere in “camera caritatis”, non devono diventare di dominio pubblico, perchè certe con certe frasi Garcia mi ha dato l’impressione di voler mettere le mani avanti per non cadere indietro. Queste sono discussioni che devono rimanere tra le mura di Trigoria e vanno risolte con programmi chiari e interventi mirati. Adesso le chiacchiere non contano, le uniche cose che contano sono il futuro e il bene della Roma. Bisogna valutare cosa è andato bene, cosa è andato male, chi è da Roma e chi non lo è; per quello che abbiamo visto quest’anno a Trigoria dovrebbero essere tutti sotto esame.”

Da quali punti fermi deve ripartire la Roma?
“Nainggolan e Florenzi mi hanno impressionato in positivo, perderli sarebbe un vero peccato”

Un saluto ai lettori di Romanews, il prossimo appuntamento con “Sarò Franco” è previsto per l’inizio della prossima stagione.
“Mi auguro che tutto sia andato nel verso giusto, è stato un grande piacere. Ho voluto essere il più obiettivo possibile nell’analizzare gli incontri di questa stagione, ma ci tengo a precisare che la coerenza e la correttezza sono sempre stati alla base di questa rubrica. Saluto la redazione e i lettori di Romanews, alla prossima stagione!”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

  1. Questo è un uomo da Roma, ma è stato mandato via con ancora un anno di contratto per fare un contratto a Nanni che era in scadenza( visto come crescono e migliorano i portieri alla Roma? Visto quanto è cresciuto Skorupskji? Stessi difetti con cui è arrivato).D’altra parte uomini così sono scomodi perchè troppo ingombranti per l’ego spropositato di qualcuno che ha acquisito un potere sconfinato non avendo una società alle spalle e che, in un grande club, potrebbe fare al massimo il talent scout e neanche il Direttore Sportivo e qui fa il capo di tutto!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here