#Spiegatobene da Campagnolo (ex portiere): “Sull’errore si dà colpa solo ad Olsen, ma dietro c’è di più…”

9

#SPIEGATOBENE – Analizzare, approfondire, sviscerare, insomma… spiegare bene. È questo l’intento della rubrica di Romanews.eu che vi offre una nuova chiave di lettura per capire a fondo l’argomento del giorno in casa Roma. Lo faremo attraverso l’opinione di un personaggio illustre, del mondo del calcio e non. Oggi è il turno di Andrea Campagnolo, ex portiere delle giovanili della Roma, con una carriera passata tra Reggina, Catania e Siena, attualmente responsabile dell’area portieri del Cittadella calcio. 

ERRORE OLSEN – “Quando capita di fare errori del genere partiamo dal presupposto che il portiere è un ruolo delicato e quando sbaglia 90 volte su 100 la palla va in gol e rimane più impresso l’errore agli occhi della gente. Non si va mai a vedere se chi ha calciato è stato pressato dal difensore e l’occhio cade direttamente sul portiere. Fa parte del ruolo. Contro il Genoa è stato un errore,  il gesto tecnico non era neanche tanto errato: ha solo tenuto i gomiti larghi e non ha chiuso la gamba opposta, è stato lento nel movimento e gli è passata la palla sotto. Mentalmente non sarà stato facile proseguire nella gara. Prima d’ora non aveva fatto errori clamorosi”.


DA ALISSON A OLSEN“E’ normale che la gente si era abituata ad un talento come Alisson ma dobbiamo pensare che Olsen viene da un paese dove non c’è la cultura di preparazione del portiere ma sono convinto che l’essere allenato da un maestro come Savorani possa aiutarlo. Anche Alisson quando faceva turnover lasciava perplessi i tifosi poi però con il lavoro è diventato quello che è diventato. Se non fosse passato per Roma non sarebbe diventato quello che è. Olsen è un elemento ricettivo, fa già bene determinate cose e si è calato al 100% nella realtà Roma”.


SITUAZIONE ROMA – “Ci sono stati acquisti mirati per un prossimo futuro, sono stati acquistati tanti ragazzi giovani di valore. Bisogna immedesimarli nel progetto Roma che è una piazza importante. Anche il mister è un ottimo elemento e bisogna avere pazienza; i vari Kluivert, Pellegrini e Cristante sono tutti ragazzi giovani e sono convinto che nei prossimi anni avranno bei risultati”.

PRECEDENTE CON TOTTI – “Era a partita già conclusa, stavamo perdendo 2-0. Totti veniva da 3-4 rigori che aveva già sbagliato ed era nervoso, quando ha sbagliato c’è stato un buffetto e alcune battute da parte mia e si è irritato ma ci sta, quando sei in campo ci sta che hai delle reazioni a caldo. Con Francesco abbiamo chiarito subito, ho avuto la fortuna di giocarci insieme per tre anni ed è un uomo simbolo per la Roma”.

Matera-Belli

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

9 Commenti

  1. Olsen e’ un buon portiere ma non sembra un ottimo portiere .. L’ errore che ha fatto gli e’ gia’ stato perdonato da noi tifosi della Roma .. Innegabile che sia improponibile il paragone con Alisson .. si intuisce gia’ da quanto sono stati pagati i cartellini dei due giocatori nell’ ultima sessione di mercato .. pero’ e’ anche vero che nessuno della difesa e del centrocampo della roma e’ andato a cercare di contrastare il genoano che ha tirato in porta .. Nainggolan e Strootman si sarebbero immolati .. io avrei cacciato Monchi e rifiutato la vendita di Strootman .. vorrei sapere Baldini se c’ entra quanlcosa con questa faccenda .. Baldini, secondo me, e’ tutto meno che tifoso della Roma .. ma come tanti che prendono bei soldi e ricoprono poltrone prestigiose a trigoria ..

    • Boh sul fatto che Nainggolan e Strootman si sarebbero immolati ho dei dubbi, ti faccio un esempio: Inter Roma, goal di Vecino, non ricordo chi crossa libero in area e Vecino di testa segna. Tutti inveirono contro Bruno Peres, che però marcava l’attaccante largo sulla destra. L’uomo che doveva “immolarsi” era Nainggolan che però corricchiava e guarda il bel cross. Quindi boh. Il problema del gol è il movimento a non uscire del terzo cebtrale, e anche se avessimo avuto i due ex non sarebbero arrivati in tempo al contrasto, quindi di che stiamo parlando?

    • Improponibile il paragone con Alisson?
      Alisson è stato pagato meno di Olsen e dopo due anni di apprendistato è stato venduto a 62,5 milioni, questo è il paragone da fare.
      La stagione fatta da Alisson sarà irripetibile (e già si intravedono le prime avvisaglie), mentre di Olsen, a parte col Genova, non mi sembra di ricordare errori, forse non resta abbastanza alto quando la difesa sale a centrocampo, ma verrà con il tempo.
      Per me resta un grande portiere.

      • Assolutamente d’accordo con te Paolo.
        Olsen è l’ultimo dei problemi della Roma.

        Poi non riesco a capire le vedove di Strootman.
        Dal doppio intervento in poi, non si è mai ripreso del tutto.
        Sta giocando malissimo in un campionato più debole.
        Non lo si doveva vendere a mercato chiuso perché lanciavi un messaggio sbagliato verso lo spogliatorio ma lo si doveva vendere a prescindere.

      • Olsen è un ottimo portiere. Professionistaserio come di regola gli svedesi. La differenza con Alisson è forse nell’uso dei piedi. Alisson è semplicemente straotdinario.
        Per quanto attiene il Ninja e Strootman la Roma non ci ha rimesso nulla. Forse valeva lla pena di fare uno sforzo per Barella.La sregolatezza del Ninja non può non pesare alla lunga. Strootman,grande professionista, poteva dorse ancora starci. Chi rimpiango è Momo e spesso vedo le partitr del Liverpool…….
        La Roma è purtroppo scarsa a livello dirigenziale. Quei tre in tribuna sono solo dannosi. E basta proporre quel boro che non sa mettere due parole in fila come immagine di Roma:penoso.

  2. il Ninja dello scorso anno non si “immolava” molto…. per Strootman preferisco non commentare, solo chi non andava allo stadio non sentiva il popolo giallorosso cosa diceva dell’olandese. Comunque Olsen è un buon portiere anche se non sarà un fenomeno, ha parecchi difetti, per esmpio gioca 7/8 mt. dietro rispetto a quanto dovrebbe, visto dove gioca la difesa della Roma. Però al contrario di Antonioli è fortunato, altrimenti due errori come quelli fatti avrebbero ci sicuramente fatto perdere la partita.

  3. Olsen è un ottimo portiere. Professionistaserio come di regola gli svedesi. La differenza con Alisson è forse nell’uso dei piedi. Alisson è semplicemente straotdinario.
    Per quanto attiene il Ninja e Strootman la Roma non ci ha rimesso nulla. Forse valeva lla pena di fare uno sforzo per Barella.La sregolatezza del Ninja non può non pesare alla lunga. Strootman,grande professionista, poteva dorse ancora starci. Chi rimpiango è Momo e spesso vedo le partitr del Liverpool…….
    La Roma è purtroppo scarsa a livello dirigenziale. Quei tre in tribuna sono solo dannosi. E basta proporre quel boro che non sa mettere due parole in fila come immagine di Roma:penoso.

  4. Dice Campagnolo: “il gesto tecnico non era neanche tanto errato: ha solo tenuto i gomiti larghi e non ha chiuso la gamba opposta, è stato lento nel movimento e gli è passata la palla sotto”.
    Ah, nient’altro? Tipo hai elencato 4 errori tutti insieme e il gesto tecnico non era tanto errato?
    Comunque Olsen è un onesto mestierante e niente più. Se Alisson l’anno scorso ci ha portato 8-10 punti, Olsen te ne può dare 3-4.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here