PARDO: “Con Julio Cesar vai sull’usato garantito”

0

SENTI CHI PARLA… ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu, “Senti chi parla… alle radio”, diventa quotidiana. Ogni giorno, in questo spazio, potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano, raccolti dalla nostra redazione.

(AGGIORNA)

Pierluigi Pardo a Tele Radio Stereo: “Julio Cesar non è quello di qualche anno fa. Se l’Inter l’ha scaricato non lo riteneva più ai livelli di quanto aveva fatto vedere. Bisogna però considerare le alternative: Sorrentino? Rafael? Julio Cesar allora è un usato sicuro”.

Luca Fallica a Tele Radio Stereo: “Se vogliamo fare le pulci, quando Rudi Garcia dice: ‘Nessun giocatore arriverà senza il mio consenso’, non dice: ‘Nessun giocatore partirà senza il mio consenso'”.

Francesca Ferrazza a Tele Radio Stereo: “Garcia ha accettato la Roma sapendo che c’era la possibilità di perdere De Rossi, Pjanic e Osvaldo”.

Carlo Zampa a Rete Sport: “Spero che Garcia riesca a mettere in pratica quello che ha detto in conferenza, cioè che il mercato non sia solo la dittatura di Sabatini”.

Paolo Assogna a Tele Radio Stereo: “Sensazioni su De Rossi? Qui in Brasile non ho mai visto il ragazzo tormentato che sta per prendere una decisione clamorosa come quella di lasciare Roma”.

Augusto Ciardi a Tele Radio Stereo: “Alla Roma servono almeno 5 facce nuove tra i titolari. Nainggolan è uno di questi. Cellino, con la giusta offerta. Ci sono anche Inter e Monaco, ma ci risulta che il giocatore sia d’accordo e pronto a firmare per quello che la Roma gli proporrà. E arriverebbe a prescindere dalle cessioni”.

Angelo Mangiante a Rete Sport: “Sul portiere Sabatini sta facendo come ha fatto con gli allenatori, sta tenendo tutti in stand-by. Lo fa con Rafael, con Viviano, Sorrentino e Julio Cesar. Spero che Garcia metta più fretta e porti presto un portiere, magari anche francese del quale ancora non è stato fatto il nome. Pjanic? Non so se resterà alla Roma. Ha molte richieste e se arriva quella giusta credo che Garcia non farà problemi”.

Emiliano Di Nardo a Radio Manà  Manà: “E’ tutto fatto per Rafael alla Roma. Il problema è che il Santos ha cercato di alzare il prezzo sfruttando l’interesse del Napoli. L’agente ha comunque l’accordo con Sabatini, ma Garcia vuole un portiere di esperienza e Rafael non verrebbe a Roma per fare il secondo”.

Patrick Vom Bruck a Rete Sport: “Totti nell’ultima stagione è stato il giocatore più decisivo, con gol e assist fondamentali. Non parliamo di un giocatore finito, ha dato tutto ed è stato il migliore fino all’ultima di campionato”.

Max Leggeri a Radio Mana Mana: “Se io mi voglio liberare del peggior De Rossi, cerco qualcuno che è più forte del De Rossi migliore. Il 26 maggio scorso avevano promesso una risposta al tifo romanista. Ad oggi questo squillo non è arrivato. Non possiamo farci rapire dalla favorevole impressione di Rudi Garcia. Non è arrivato il grande allenatore, che arrivassero grandi giocatori. E’ giusto chiedere il massimo, chi non lo fa, sta tradendo il popolo romanista”.

Enrico Maida Rete Sport: “Pjanic è un potenziale campione, con personalità, ha qualità tecniche e morali per diventare un leader di questa squadra. Deve essere responsabilizzato, al centro di un progetto, ha piedi buonissimi e grandissima personalità, ci penserei molto prima di rinunciare a lui. Lui è leader nella sua nazionale. Mi piacerebbe tantissimo vedere Torres alla Roma”.

Iacopo Savelli a Rete Sport: “Per vincere ci vogliono i campioni. Quanti e quali campioni ha in rosa la Roma? De Rossi lo è, se lo era e si cede deve arrivare uno forte, Nainggolan non ti fa fare il salto di qualità. Lo spogliatoio fa trapelare che Pjanic, Lamela e Marquinhos sono gli unici che possono diventare campioni, gli unici veri talenti. Pjanic non si è adattato minimamente al calcio agonistico della Serie A, deve irrobustirsi”.

Mimmo Ferretti a Tele Radio Stereo: “Siamo nella fase interlocutoria del mercato, adesso le società sanno i giocatori che possono avere a disposizione, con la Roma che ha un Caprari in più. Da lunedì si ricominciano le operazioni. De Rossi? Il gol condiziona il giudizio sulla prestazione complessiva: non ha fatto una partita chic, ma il gol gli ha fatto superare i mostri sacri come Rivera, è il miglior marcatore della Roma di tutti i tempi in nazionale”.

Paolo Franci a Rete Sport: “Per Garcia sarà un lavoro arduo dover scegliere fra alcuni giocatori. Ce ne sono alcuni “sospesi” che andranno valutati per bene, uno di questi è Destro che però non puoi valutare subito, ma fra qualche anno”.

Ubaldo Righetti a Tele Radio Stereo: “Tutti questi giovani devono dimostrare le loro qualità, questa è l’ultima occasione. Mi è piaciuto Garcia perché vuole dialogare con i giocatori. Lui deve avere la capacità di gestire, non solo i giocatori, ma tutta Trigoria e, soprattutto, deve far rispettare le regole”.

David Rossi a Tele Radio Stereo: Secondo me alla Roma mancano giocatori come Nainggolan e Benatia. Ci servono calciatori cattivi perché di giocatori delicati ne abbiamo tanti. Abbiamo bisogno di calciatori tignosi che sporcano l’azione avversaria“.

Luca Valdisserri a Rete Sport: “Se vedi la carriera internazionale di De Rossi e me la paragoni a quella di Naingollan è ovvio che non ci sia nulla da dire. Se non giochi nella Nazionale del Belgio vuol dire che sei un giocatore limitato. E comunque non mi piace che per prendere Naingollan devo dare metà dei migliori giovani che ho in casa: se mi serve per arrivare a Jovetic, ci posso anche stare, anche se a malincuore”.

Roberto Renga a Radio Radio: “E’ difficile parlare del centrocampo della Roma visti i tanti punti interrogativi in entrata e in uscita. Io sono preoccupato di questo via vai dei giovani del vivaio giallorosso. La Roma sta provato a prendere un croato e poi manda via Romagnoli, al posto dei giovani sono stati presi giocatori impresentabili”

Tony Damascelli a Radio Radio: “Sabatini cosa ha fatto in questi due anni? Ha sbagliato tanti acquisti ed è andato via Baldini”.

Furio Focolari a Radio Radio: “Nainggolan è un gran bel giocatore, per costruire una grande squadra devono essere fatti sacrifici. Evidentemente questi giovani non sono così bravi”.

Roberto Pruzzo a Radio Radio: “I giovani della Roma alcuni hanno avuto difficoltà, Piscitella non ha mai giocato a Genova. Nainggolan è un buon giocatore e lì mi fermo. Alla Roma serve un regista, un giocatore diverso dal belga che è comunque un giocatore di livello. La società si sta incartando andando a prendere un doppione che non è una priorità. Gli acquisti indispensabili sono altri”.

Giancarlo Padovan a Rete Sport: “Nainggolan è un giocatore di qualità, è un giocatore indispensabile come dimostra l’interesse verso di lui mostrato da grandi squadre. La Roma si è mossa prima degli altri ed è un merito. Cellino è abituato ad ipervalutare i suoi giocatori, se fosse possibile acquistarlo a 10 milioni più le contropartite sarebbe ottimo”.

Angelo Di Livio a Radio Manà Manà Sport: “Romagnoli quest’anno ha avuto un approccio importante con la prima squadra importate. Allora la società o punta sul giovane difensore e gli dà più spazio, oppure lo manda a giocare da qualche parte e gli permette di fare esperienza”.

Fabio Maccheroni a Radio Manà Manà Sport: “La Roma è una squadra che è stata svuotata di qualsiasi ambizione e fiducia. Ora ci vuole una buona dose di ricostruzione umorale, di obiettivi, di aspirazioni. Dopo una stagione del genere è difficile ridare lo stesso entusiasmo dello scorso anno. Anche i giocatori importanti hanno il morale sotto ai tacchi, sicuramente pure per colpa loro”.

Max Leggeri a Radio Manà Manà Sport: “Della formazione titolare della Roma confermerei solo 5-6 giocatori. In difesa solo i due centrali, Castan e Marquinhos, i due laterali Piris e Balzaretti non devono giocare. Torosidis non può fare il titolare e aggiungo che torna anche Josè Angel. A centrocampo attualmente vedo solo Florenzi, come titolare inamovibile. Davanti schiero Totti, Destro e Lamela. Pjanic se lo puoi vendere vendilo subito, si è rivelato un flop”.

Michele Giammarioli a Radio Manà Manà Sport: “Ho sempre cercato di vedere il bicchiere mezzo pieno. Continuiamo a parlare di un ruolo delicatissimo che è quello del portiere. Sembrava fatto per Rafael, dicevamo tutti che sarebbe stato ideale affiancargli un uomo di esperienza come Julio Cesar. Poi quali nomi vengono accostati alla Roma? Viviano, Sorrentino e addirittura Storari. Questo mette a dura prova la pazienza dei tifosi”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here