Si salvano solo il “rinascente” Dzeko, la stazione di rifornimento Zaniolo e l’incompreso El Shaarawy. Difesa e Olsen in tilt!

25

PAGELLE ATALANTA-ROMA – Delusione Roma. A Bergamo i nerazzurri vengono gelati dopo appena 3′ da un gran gol di Dzeko su assist di Zaniolo. Si fanno punire ancora da Dzeko e da El Shaarawy bravo a sfruttare il 2° assist di giornata di Zaniolo. L’Atalanta riesce a ridurre le distanze al 45′ con un bel colpo di testa di Castagne su cross di Gomez. E i giallorossi spariscono dal campo: arrivano le reti di Zapata e Toloi che pareggiano i conti.

Giulia Spiniello

OLSEN 5. Non impeccabile sul gol di Castagne, rimane immobile sul raddoppio di Toloi, bravo a distrarre Zapata sul calcio di rigore ma incerto sul gol, il terzo, sul quale poteva e doveva far di più sul suo palo.

KARSDORP 5. Fa buona guardia fino all’1-3 quando sbaglia la diagonale e si fa sovrastare da Castagne che è libero di battere a rete di testa. Non mantiene quanto fatto intravedere con Entella e Torino. Rimandato!

MANOLAS 6.  Si immola per rimediare alle incertezze di Marcano, da solo regge la difesa, neutralizza Zapata, per fermarlo si becca anche il giallo, poi però arriva in ritardo su Toloi che va a segnare il 2-3.

MARCANO  5. Schierato last minute per il forfait di Fazio, vive 90’ minuti di incertezze. Ha sulle sue spalle la responsabilità del gol del pareggio, in ritardo netto su Zapata. Protagonista in negativo.

KOLAROV 5,5. Alterna buone cose a cose meno buone. Nasce dai suoi piedi il primo gol di Dzeko, ma origina da una sua ingenuità il calcio di rigore poi fallito da Zapata e il gol del 3-3. Gli attacchi atalantini arrivano per lo più dalle sue parti.

NZONZI 6. Primo assist con la Roma per lui: la sua intuizione propizia il secondo gol di Dzeko. Va in difficoltà sulla reazione bergamasca, quando è costretto a rincorrere l’avversario. Sale in cattedra e poi piomba nell’anonimato.

CRISTANTE 6,5.  Regge bene l’impatto del ritorno nel suo ex stadio. Argina i pericolosi attaccanti orobici e dà un buon contributo alla manovra d’attacco. Peccato per l’ammonizione che lo costringe a saltare la partita con il Milan.

ZANIOLO 7. Due assist illuminanti che purtroppo non riescono a regalare i tre punti alla Roma.  Stupisce con le sue preziose prodezze, serbatoio inesauribile di idee e di rifornimenti per gli attaccanti.


LO.PELLEGRINI 6. Non brilla ma è in partita con sostanza e qualità. Ne avrebbe ancora, ma Di Francesco, forse temendo di perdere anche lui per il Milan vista la squalifica in arrivo per Cristante,  lo richiama in panchina.

EL SHAARAWY 6,5. Settimo centro in 13 partite stagionali: una rete nata da un grande controllo col sinistro e un preciso destro che da due passi trafigge Berisha. Non solo gol, i suoi ripiegamenti offensivi danno ossigeno ed equilibrio alla squadra. Motivo per cui appare inspiegabile la sua sostituzione.

DZEKO 7,5. Con la fascia di capitano al braccio, interrompe il digiuno in campionato che durava da ottobre con una doppietta da grande bomber. Vince il duello con l’antagonista Zapata che però gli rifila l’amarezza del pareggio in rimonta.

Dal ’61 KLUIVERT 4. Entra al posto di El Shaarawy. Il suo impatto è praticamente nullo, avulso dalla manovra, non riesce a sfiorare un pallone. Spento!

Dal ’64 FLORENZI Sv. Entra al posto di Pellegrini.

DI FRANCESCO 5,5. Una Roma cinica e di qualità nel primo tempo fa un solo boccone di una delle squadre più in forma del campionato. Traballa e balla troppo nel secondo tempo, si fa raggiungere e dalla panchina non riesce a raddrizzare la situazione, anzi forse la complica!

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

25 Commenti

  1. Pellegrini in campo con sostanza e qualità…. Sì, come no? È stato inguardabile: 100% di palloni persi, moscio anche più del solito, ha frapposto una protezione di carta velina ad una difesa peraltro imbarazzante di suo….Anche in ripartenza praticamente nullo.

  2. Ma Olsen è un gran Portiere no? Lo state esaltando da inizio stagione! Daje che famo il colpo sul mercato questi ultimi 4 giorni! Acquistiamo un kilo de mele e un paio de kili d’arance! Solo noi riusciamo a farci recuperare 3 gol! E’ incredibile! E magari me devo pure incavolà! Ma io li pijo per culo come loro ce pijano per culo a noi! Annate a lavorà e a venne l’olive!

  3. Ma quanto è forte Zaniolo, ma che razza di fuoriclasse è , oggi adattato a destra in un ruolo non suo, momenti da solo ci fa vincere la partita I peggiori oltre il portiere che è andato a farfalle, i due che dovevano essere cacciati a gennaio e sostituiti con gente forte, Marcano e il terzino folle olandese.

  4. Allenatore che nn riesce mai ad incidere sulla partita con i cambi fa peggio. Marcano è un calciatore nn e lo altezza del campionato di serie A nn capisco come lo abbiano potuto acquistare.

  5. giudizi ingenerosi. 7 giocatori reduci da infortunio su 14 scesi in campo (manolas, karsdorp, nzonzi, dzeko, pellegrini, elsharawi, florenzi). ne abbiamo fatti 3 in 25 minuti e abbiamo strappato un pareggio in casa di quella che è la miglior squadra del campionato, in questo momento. bravissimi tutti. i campionati si costruiscono su partite così, nonostante il rammarico per la rimonta subita. criticare meno tifare di più

  6. Faraone fuori: pazzia! Un allenatore che non riesce a difendere tre goals di vantaggio non può essere da Roma!
    Il calo nel secondo tempo si spiega con un modulo di gioco cervellotico e pretenzioso: terzini che devono attaccare, attaccanti che devono anche difendere tutta la fascia, centrocampisti in inferiorità numerica che devono anche pressare alto, destrorsi che giocano a sn e sinistri che giocano a destra, giocatori spostati in ruoli impropri o improvvisati! Confusione totale, ma non degli avversari!

  7. Le partite si vincono anche soffrendo o giocando male, se stai 3-0 non importa che sia stata molto pericolosa l’Atalanta anche nel primo tempo, come diceva non so chi più sopra, perché sempre 3 gliene hai fatti, peraltro non 3 per culo ma 3 veri.

    Se sei più pericoloso ma non becchi mai la porta è inutile, questo è valso per noi in tante partite con le piccole in cui non abbiamo vinto pur stando costantemente all’attacco, quindi non vedo perché non debba valere per gli altri.

    Il punto è un altro: mesi fa avevamo fatto la classifica del carattere dei giocatori. Ecco, questo sì che è inferiore agli altri, innegabilmente. Dunque a giugno bisogna che arrivino anche pochi giocatori, ma imprescindibilmente di carattere.
    Il Torino… che è il Torino… ne ha da vendere. L’Atalanta non c’è manco bisogno di dirlo. Il Cagliari all’andata ci ha creduto fino all’ultimo istante. Parliamo di squadre che di norma non lottano per nessun obiettivo.

    Non puoi accettare che quello più cazzuto dal primo all’ultimo minuto sia un 19enne che l’anno scorso giocava in primavera… fossi uno qualunque di quasi tutti gli altri mi farei rodere il cvlo anche solo per questo e reagirei. E non come un Kluivert, ma come un Under, che carattere ne ha davvero al contrario del trottolino olandese che se crede sto cxxxo per ora senza averne il diritto.

    Concludo con l’allenatore: se Gasperini avesse una fase difensiva degna di questo nome sarei il primo a firmare per il suo arrivo a giugno, posto che allenatori da stipendi e palmares più importanti difficilmente verrebbero a Roma. Ma sinceramente

    Forza Roma, sempre.

  8. Appena rientrato da Bergamo, con una coltellata al fianco. Sono andato a prendere il caffè dell’intervallo con la convinzione che l’avremmo portata a casa, poi nel secondo tempo riscopri una condizione atletica pressochè approssimativa e poi El Sha è uno dei pochi giocatori forti in rosa, uscire per uno dei più “anarchici” in rosa è da suicidio, credo che oggi anche Di Fra abbia avuto la conferma suul’olandese dopo i segnali positivi subito svaniti purtroppo. L’unico che doveva uscire era Pellegrini non al top, con l’inserimento di Schick o forse Riccardi oltretutto.
    Prossima partita Schick deve giocare dietro alla punta Dzeko, ai lati El Sharawy e Zaniolo. In difesa deve rientrare Florenzi terzino, purtroppo, e De Rossi deve essere messo al fianco di Manolas.
    In ogni caso, le colpe secondo me sono da dare a tutti quelli del campo, non solo al mister, che comunque ha messo in campo una squadra che inizialmente ha messo in difficoltà i bergamaschi, poi sono emersi i limiti già sopra descritti.
    In questi ultimi gg di mercato devono arrivare almeno un centrale difensivo forte ed 1 centrocampista che abbia coraggio nelle giocate di regia, Nzonzì troppo timido. Un portiere forse, altrimenti proviamo quelli che abbiamo in casa, Fuzato in allenamento non dispiace…
    Daje Roma!!!!!!!!!!!!!!!

  9. Io vado controcorrente, secondo me é solo grazie a difrancesco che questa squadra senza ne capo ne coda sta ancora in gioco su tutti i fronti, il problema è monchi e il suo misterioso metodo. Ps il risultato di 3 a 3 non sarebbe male ma certo se parti da un 3 a 0 te fa rosicare manco poco. Colgo l’occasione per fare un grosso saluto e un forza Roma a tutti i piagnoni qui presenti. Ben tornati!

  10. Allenatore terrificante – la colpa è sua se fa spompare la squadra, se toglie il miglior elsha per un pischello viziato. Ma come fa giocare la squadra sto parla? Quante rimonte abbiamo subito quest’anno? Ho ancora davanti agli occhi il suicidio di Cagliari. Di Francesco vattene !!!

  11. Ma cosa vuoi salvare, questa roma è mediocre e il pescarese scadente da sempre. Non c’era nessuna rincorsa come non c’è frenata. Da 2 anni in campionato la roma fa cagare è sempre peggio. La redattrice vorrebbe piegare la realtà alle sue fantasie.

  12. Il discorso è molto semplice: statisticamente è molto, molto, molto più frequente che a calcio vinca la squadra che gioca meglio, crea occasioni da gol e ne concede poche all’avversario, che non il contrario. Se giochi male, lasci l’iniziativa costantemente all’avversario che ti entra in area come e quando vuole, va a finire che perdi. Fidati.

  13. io non sono tra quelli che vogliono insegnare all’idraulico come mettere i tubi ,però la sostituzione con Kluivert non la ho proprio capita. A questo punto, se c’era bisogno di sostituire Elsha, piuttosto metti Schick che, come minimo, avrebbe costretto un difensore a stare più stretto. Da quel momento abbiamo giocato in 10.
    Sulle generali ,visto che ho passato i settantanni, mi piacerebbe tanto finire la vita senza sentire i soliti insopportabili luoghi comuni sulla mancanza di carattere, di cattiveria, di voglia di vincere che mi tocca sorbettare da 58 anni, da quando sono andato a vedere la prima partita( roma -lazio 1-0 ,gol di Da Costa). Dice:” questo è il D.N.A. della squadra” .Ma che cavolo vuol dire?
    Sarebbe meno da decerebrati parlare di un fatto tecnico. Sono stati venduti tutti i centrocampisti di contrasto che avevamo, meno uno che purtroppo ha 36 anni .Quanto avrebbe fatto comodo almeno Strottman.
    Ma ,se uno lo dice, ti rispondono che i tifosi del Marsiglia… Ora ,nella vita, mi è capitato di studiare e i miei professori hanno parlato di Socrate, Kant, Gauss etc. come modelli di pensiero. Nessuno mi ha mai citato i tifosi del Marsiglia.Forse qualche gionalista ha studiato cose diverse

  14. Di francesco ottimo allenatore, il problema è di alcuni giocatori presi da Monchi senza alcuna attinenza con il gioco del mister e senza alcuna attinenza per il calcio italiano. Marcano, Olsen, N’zonzi e kluivert su tutti, ieri già tanto aver pareggiato, non abbiamo perso e prendiamoci sto punto.
    Sempre forza Roma

    • Condivido , se non si capisce il calcio italiano , non prendi giocatori adatti , Monchi ha preso lumache e giocatori ormai al declino ,un portiere incostante ma anche lui subisce l’insicurezza di una difesa che ha per argine il solo Manolas il reso un pianto compreso Kolarov a cui ormai non basta la classe . quindi una campagna acquisti mediocre da cui si salvano Cristante e Zaniolo .
      Il primo ad andare a casa dovrebbe essere il Monchi e poi ormai DF che non sa piu` a che santo raccomandarsi e De Rossi no risolve il problema.La Roma rischia di mancare tutti gli obiettivi almeno quella vista giocare ieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here