Under porta brio, Peres rischia di cambiare la storia. Schick evanescente

5

PAGELLE LAZIO-ROMA – Nel derby della Capitale valido per la 32esima giornata di Serie A, Lazio e Roma pareggiano 0-0 all’Olimpico in una partita tiratissima in cui si gioca più a boxe che a calcio per la foga che ci mette la squadra di Inzaghi. Entrambe salgono a 61 punti, uno in più dell’Inter, l’altra pretendente ad un posto in Champions League.

Giulia Spiniello

ALISSON 6,5. Parate nessuna, ma è nel match con tanti rinvii che si trasformano per assist per i compagni.

FAZIO 6,5. Sempre bene posizionato, intercetta ogni pallone e imposta decine di azioni.

MANOLAS 6,5. Solita copertura solida e costante nonostante un problema alla caviglia che lo costringe a zoppicare. Incide con alcune chiusure provvidenziali finché i crampi glielo consentono.

JESUS 6,5. Rischia molto al 31’ per un intervento in ritardo su Parolo, se la cava con il giallo. Gestisce bene tutte le situazioni cercando di sopperire anche alle pause di Manolas

PERES 6,5.  Il 22° palo stagionale, il 19° in campionato si mette tra lui e il gol. Come sarebbe cambiata la sua storia se invece del palo avesse fatto centro? Sliding doors

STROOTMAN 6.  Battaglia dura in mezzo al campo. La Lazio la mette sul fisico e lui non si tira indietro rispondendo colpo sul colpo. Il fallaccio su di lui al 33’ di Leiva meriterebbe il rosso, Kevin risponde al 62’ prendendosi il giallo.

DE ROSSI 6. Caparbio nel primo tempo, in affanno nel secondo quando rischia l’autorete richiamando gli incubi del Camp Nou. Partita ad alta intensità quella del capitano.

KOLAROV 6. Dopo 6 minuti mette in difficoltà Alisson con un retropassaggio insidioso. Si fa apprezzare anche nel finale quando va a fare il centrale al posto dell’uscente Manolas.

SCHICK 5.  Non è il contributo che ci aspettavamo da lui: ci prova, lotta ma è statico. I suoi pochi guizzi non lasciano il segno sul derby. Evanescente!

DZEKO 6. Le scorie di Champions si fanno sentire. Poco brio e pochi spunti ma sono centellinati anche i palloni giocabili che gli arrivano. Le occasioni più ghiotte capitano nel recupero quando ne confeziona due, traversa compresa.

NAINGGOLAN 6.  Fantastica la giocata al 37’ quando metter Bruno Peres da solo davanti alla porta. Non è però il Ninja dei giorni migliori.

Dal 54’ UNDER 6,5. Entra al posto di Schick. Prova a cambiare il ritmo con uno strappo a pochi minuti dal suo ingresso, poi ha pochi palloni utili. Fa espellere Radu per doppio giallo ed è l’unico che tira sempre quando può.

Dal 73’ FLORENZI  6.  Entra al posto dell’infortunato Manolas e si vede almeno qualcuno crossare dal fondo.

Dall’81’ EL SHAARAWY 6. Entra al posto di Peres per la sua 100esima presenza in giallorosso. Più che dare spinta è costretto a salvare la porta su un gol già fatto di Marusic.

DI FRANCESCO 6,5. Opta per la difesa a tre e punta su Bruno Peres a destra. In avanti Schick e Nainggolan in appoggio a Dzeko. Il palleggio nel primo tempo è sterile, l’attacco non punge e qualche brivido arriva da indecisioni della difesa. I cambi danno brio. Porta a casa 4 punti dai derby alla sua prima da coach romanista.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

5 Commenti

  1. Voti corretti a mio avviso, più o meno. Ho visto bene Strootman molto bene oggi. Nainggolan non tanto anche se l’assist a Peres era bellissimo. Dzeko quasi quasi ci ha fatto vincere alla fine. L’unica insufficienza Schick

  2. Ma davvero Perez e’ stato sufficiente? Per me peggiore in campo, non ha giocato con il Barcelona doveva fare fuoco e fiamme Sulla fascia. E a parte il palo, goal sbagliato, e’ stato inutile, e svogliato. Forza Roma

  3. Secondo me Kolarov oggi insufficiente (ovviamente perdonabile per la tutte le partite che ha giocato fin’ora e per dover badare a Jesus alle sue spalle) , per Schick voto troppo alto , così come Peres che oltre al palo (senza marcature con palla ferma da dentro l’area un calciatore non può prendere palo esterno dopo aver preso la mira )ha sofferto in difesa e fatto niente in attacco . Mezzo voto in più ad under che ha vivacizzato la squadra crossando tirando e dribblando ,mezzo voto in più a El Shaarawy almeno per la diagonale su marusic partendo da 50 metri indietro che sennò avrebbe segnato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here