PAGELLE La doppietta di Dzeko salva capra e cavoli, Pellegrini ritrova il gol. La difesa se la porta via il vento

13

PAGELLE FROSINONE ROMA – La Roma passa all’ultimo respiro nell’anticipo della venticinquesima giornata di Serie A. I giallorossi superano il Frosinone per 3-2 allo ‘Stirpe’. Ciano porta in avanti i ciociari, Dzeko e Pellegrini ribaltano il risultato ma Pinamonti firma il pareggio. Al 95′ poi la rete da tre punti ancora una volta di Dzeko.

Giulia Spiniello

OLSEN 5,5. Goffa la parata con cui tenta di intercettare il tiro di Ciano, sorpreso dall’erorre di Nzonzi. La palla finisce in rete dopo il suo tocco tanto che la Lega Serie A gli affibia la paternità dell’autogol. Al 35′ ha modo di rifarsi su Ciano respingendo una botta da fuori del ciociaro. Sul 2-2 è incolpevole, su Trotta salva il risultato. Luci e ombre.

SANTON 5,5. Incerto in alcune situazioni come al 68′ quando sbaglia su Pinamonti che va vicinissimo al gol, al 74′ quando viene bruciato da Molinaro.

MANOLAS 7. I padroni di casa vanno in vantaggio al 5°, ma non ci fosse lui avrebbero segnato già un minuto prima quando è bravo a far muro su Ciofani. Sfortunata la 150esima partita in Serie A che termina al 77′ per una probabile distorsione alla caviglia.

MARCANO 5,5. Fino all’80 chiude gli spazi con attenzione, poi buca l’arrivo di Pinamonti che non può che ribadire in rete in un rigore in movimento sulla rete del 2-2.

KOLAROV 5.Correo dell’errore con cui il Frosinone sblocca il il match, sbaglia anche nella ripresa sul secondo gol dei ciociari quando chiude malissimo su Pinamonti. Nelle ultime gare ci aveva abituato a ben altre prestazioni.

NZONZI 5,5. Da un suo errore nasce il gol avversario: serve con un retropassaggio al limite Ciano che fa partire un gran sinistro che si insacca alle spalle di Olsen. Sarà condizionato per il resto del match.

DE ROSSI 6,5. In difficoltà nell’impostare l’azione, partecipa prima all’erroraccio in combinazione con Kolarov e Nzonzi da cui scaturisce il gol di Ciano, poi si fa distrarre anche lui sul pareggio di Pinamonti. Si riscatta con la grande giocata all’ultimo minuto di gioco con cui pesca in profondità El Shaarawy che serve l’assist gol a Dzeko.

EL SHAARAWY 7. E’ il primo a impegnare Sportiello ed è lui a innescare il gol del 2-1. Nel secondo tempo consuma molte energie per dare una mano in copertura e combina poco in attacco prima di servire l’assist per il gol vittoria di Dzeko. Rimedia un giallo per un brutto fallo su Cannata.

PELLEGRINI 7. E’ ufficialmente il bomber da trasferta della Roma: 72 secondi dopo il pareggio di Dzeko arriva il suo centro che ribalta il risultato:si conferma grande incursore, bravo a seguire l’azione e a scegliere il tempo per infilare la sfera in scivolata dopo il tentativo del Faraone, festeggia il suo primo sigillo lontano dall’Olimpico.

PEROTTI 6. Nel primo tempo si vede poco, se non per un bel cross a servire El Shaarawy. La condizione non può essere al top, e tutto sommato la risposta è confortante.

DZEKO 8. Soffre molto per il vantaggio repentino dei padroni di casa, si innervosisce ma è lucido quando va ad approfittare di una distrazione di Goldaniga e insacca il gol del pareggio, bravo a crederci. Non domo un minuto dopo serve l’assist per El Shaarawy che impegna Sportiello e sulla respinta Pellegrini infila l’1-2. Fa esplodere lo Stirpe giallorosso quando è ancora lui a spingere il pallone in porta per il gol vittoria, evitando un pareggio che avrebbe avuto il sapoere della sconfitta. Salgono a 7 le marcature in campionato, 12 in stagione, tutti realizzati in trasferta.

Dal 64′ ZANIOLO 5,5. Entra al posto di Perotti. Non riesce a incidere sul match.

Dal 64′ CRISTANTE 6. Entra al posto di Nzonzi. Confeziona il pallone del 3-1, sugli sviluppi di un corner: bravo a colpire nella mischia, ma poco preciso

Dal 77′ FAZIO 5,5. Entra per rilevare l’infortunato Manolas ma l’impatto non è dei migliori: un suo erroraccio su Trotta costringe Olsen al super intervento.

DI FRANCESCO 6. Decide di tornare al 4-2-3-1 è al turn over, in parte costretto dai diffidati. La squadra scende in campo timida e impacciata, tanto che prende subito gol. Buona la reazione che ribalta il risultato in un minuto e mezzo, ma sono inguardabili le amnesie difensive che mettono la Roma in condizione di dover rischiare i 3 punti dopo essere stata in controllo per tutto l’incontro. I cambi non spostano nulla, i campioni come Dzeko e De Rossi invece sì!

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

13 Commenti

  1. Godo come un animale! Non tanto per la prestazione della Roma, ma per le perdite di tempo che i lazziesi2 hanno messo in atto dopo il pareggio… 15 minuti per terra e per una volta giustuzia è fatta! Molinaro ex rubentino di mxxxa ha fatto secco Manolas e poi è scomparso dal campo… Difra, per stavolta è più che giustificato… Ha messo in campo una Squadra salvaguardando i diffidati in vista del derby (e degli arbitri rubentini) e Champions… Alla fine VXXXXXXXXO Ciociari di Mxxxa!!! Squadre che non dovrebbero neanche giocare la Serie B per quanto sono tristi! E mo er Derby! Dajeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!

  2. Credimi Eusebio sei una persona per bene ma troppo incapace e pupazzettò per allenare la Roma
    Olsen è scandaloso tutta la vita mirante!!
    Ancora tre mesi poi sarai un brutto ricordo

  3. Facciamo ridere, un allenatore scarso che gioca senza incontristi di ruolo, con due vecchietti e un terzo giocatore che non piace tornare indietro per fare la fase di interdizione, vero Pellegrini!? I due incontristi sono stati i due migliori in campo, cioe’ Dzeko, ed El Shaarawy ammoniti, per fare il lavoro di altri; e’ una vergogna vedere una squadra come la Roma, che prenda gol (33 la banda del buco) da qualsiasi avversario, facendo figure barbine come a Firenze. E oggi ci siamo salvati……non sara’ sempre cosi’!!?? Forza Roma!!! NO Pallotta e company, che pensano ai loro interessi……

  4. Nzonzi 5,5? Ma siete impazziti? Massimo 3,5. Ha sbagliato tutto quello che c’era da sbagliare, di tutto e di piu`. Passaggi quasi sempre indietro e di una lentezza esasperante: come si fa a fare un contropiede veloce con un affare del genere? Rimandatelo al Siviglia e pagate pure le spese di viaggio, basta che che se riprendano e se lo tengano questo campione del mondo …..di bidoni.

  5. Ragazzi, De Rossi 6,5??? Il secondo goal è colpa sua, sbaglia in fase difensiva(detto da i commentatori tv e dal mister) A parte le pagelle, che mi trovano in totale disaccordo(Pellegrini 7???), ma la squadra ancora una volta ha dimostrato che non è costante e che quindi ci dovremo aspettare di tutto. Il mister poi non ne azzecca una, i cambi sono risultati ininfluenti( io avrei tolto Pellegrini e non zonzi visti i suoi continui errori(sempre in ritardo, colpi di tacco inutili e si è fatto sempre anticipare a centrocampo)
    Speriamo bene per i derby e per il Porto

    Forza Roma!!!

  6. Olsen non avrà fatto una grande partita, non come contro il Bologna, ma ci sono tanti altri giocatori da criticare prima di lui.

    Nzombi su tutti, ma anche Perotti, sembrava avere 90 anni, Marcano, Santon, Fazio, e così via…
    Insomma, vittoria molto sofferta.

  7. Credo che certi giocatori che ha la Roma meriterebbero un tecnico migliore. E sono certo che in cuor loro i vari Dzeko, ElSha, De Rossi, Manolas, ma anche i giovani come Cristante, Zaniolo, Pellegrini si chiedano: ma questo, proprio a noi doveva capitare?

  8. Squadra non all’altezza assemblata con un mare di pippe santon marcano olsen nzonzi…..allenatore che non ha i giocatori per fare il suo gioco e si fissa ancora a voler fare quello che non puo’ fare con un giocatore costantemente regalato agli avversari ieri Perotti….esce Manolas e c’e’ il vuoto….inutile riparlare sempre delle solite cose.
    Serve un miracolo per il 4 posto.

  9. Cerco di essere realista e poco incazzoso :::::::il mister sbaglia a schierare il 4231 ,,, è da inizio stagione che i ragazzi non capiscono ( o non vogliono capire ) cono funziona questo schema tattico …. e poi di mediani lenti ne basta uno , se ne metti due , finisci per patire la fisicità degli avversari … poi uno (DDR che io adoro ) è un leader , piedi buoni , lancia lungo , in profondità . è tignoso e ci mette l’anima e anche di più per la Roma …. l’altro Nzonzi gioca solo a 2 metri e l’80 % delle volte in dietro … può essere utile in un centrocampo a 4 ( 442) o meglio ancora a 5 ( 352) il vecchio metodista … ma a 2 o 3 non può mai e ripeto mai giocare titolare ,,,, il brutto è che per il mio punto di vista fa fare tutti i movimenti sbagliati agli altri centrocampisti che devono pressare anche per lui che è lento come una lumaca …. la cosa che mi domando e che non capisco è come Di Francesca ( bravo o somaro che sia ) ma queste cose le vede … perché sono palesi …. insiste a farlo giocare … boh … ci sono cose nel calcio che per me vanno oltre il campo , tipo contratti , soldi , procuratori , DS , ect ect perché è tanto semplice mettere in campo la Roma …. non è che abbiamo 22 fuoriclasse e uno può divertirsi a creare schemi e giocatori … la Roma deve giocare con il 433 , far ruotare massimo 13/14 giocatori ( in caso di infortuni o squalifiche ) e tutto il resto è Contorno … comunque 3 super mega puntoni …..
    Forza Roma

    • Sono opinioni… Lo hai scritto tu stesso… Ad esempio per te De Rossi è un RE… Per me è Rottame ed è tutto l’incontrario di quello che hai scritto… Per Di Francesco lo è Nzonzi… Comunque… Tranne De Rossi, il tuo commento non fa una piega. E’ veritiero su tutto. Ieri, secondo me, ha tenuto i diffidati in panchina per paura di qualche cartellino (strategico) da parte della “terna” – se così la vogliamo chiamare ancora – arbitrale. Forza Roma!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here