IL PAGELLONE DI FRANCI – Il giornalista del ‘Quotidiano Nazionale’ stila il Pagellone di Roma-Novara:

10 a Osvaldo

Sarà per il nome da fumetto, Osvaldo. Sarà perchè è apparso e scomparso come gli Ufo nei cieli del Messico, per colpa di infortuni e squalifiche. Fatto sta che le celebrazioni per il bell’argentino targato Italia non sono state fin qui né eque, né adeguate. Se è vero che il bimbo sperduto Fernando Torres vale 24 milioni, allora quanti ne vale ora Osvaldo? L’Osvaldo di ieri, è chiaro, versione prendi tre paghi uno. Sì perchè lui nell’occasione fa il trequartista che manda in paradiso i compagni, il bomber vintage da calcio in bianco e nero e il corridor implacabile neanche fosse un Simplicio qualsiasi. Le recenti prestazioni rintuzzano l’orda di detrattori, quelli del “Ma dove vai all’Europeo con Osvaldo?” e spargono il sospetto che questo non sia un giocatore molto forte, ma un vero fuoriclasse. Aspettiamo e vediamo.

9 a Fabio Simplicio

Nella prima parte di gara ha i piedi astigmatici. Nel senso che non sono mai in sintonia con il pallone e il suo correr senza costrutto fa tenerezza. Quando mi ritrovo a scorrere freneticamente la lista dei panchinari per capire chi può prenderne il posto, tira fuori un colpo che se l’avesse fatto Totti un paio di giornali avrebbero fatto uno speciale in 10 dvd e 50 dispense da 100 pagine l’una. Ah, se a segnare quel gol fosse stato il lacero capitano, parleremmo di cucchiaio. Lo fa invece Simplicio e più che altro è una cucchiarella, quella di legno che serve per mescolare i fagioli in umido, non può essere. Però è bella, talmente bella la cucchiarella, che l’Olimpico si squaglia in un applauso lungo lungo. Il fatto che Simplicio non sia avvezzo a colpi del genere lo certifica l’infortunio che si procura per fare gol, un po’ come gli improvvisati ballerini di “Ballando con le Stelle” che si stirano alla prima giravolta.

8 a Bojan

Pollicino e il suo tenero calcio tutto guizzi e mollichelle stavolta non sbaglia incrocio. Ci mette anche la maglia da libro cuore per Abidal, bel gesto, dopo aver piazzato una fuga per la gloria che mancava da tanto, troppo tempo. Io l’adoro sto ragazzetto che mostra l’entusiasmo per il pallone tipico di un dodicenne, che sorride sempre e se potesse pagherebbe di suo per ritrovarsi nell’Olimpo romanista. Certo, lui, Osvaldo e financo Lamela si giovano della difesa del Novara, svelta e mobile come una congrega di arzilli vecchietti nell’ora di fisioterapia. Ma non è che si può sminuirne la prova solo perchè davanti s’è ritrovato anziché mastini, dei docili e festanti volpini.

7 a Jose Angel

Come un’orata sulla via delle cozze, percorre il campo su e giù sbucciando calcio ora fragrante, ora un po’ attorcigliato. Ma, diamine, il ragazzotto spagnolo sembra aver fatto la punta alle scarpette, un po’ come si fa con le matite colorate nell’ora di disegno (ma esiste ancora l’ora di disegno?) e i ghirigori che sprigiona sul verde dell’Olimpico non sono più incerti scarabocchi, ma progetti ficcanti che addirittura assumono la forma di assist-gol. Parecchia roba e una costanza di rendimento che, pian piano, inizia ad essere saporita e ghiotta come un cucchiaio di Nutella sulla parte abbrustolita di una rosetta.

6 a Daniele De Rossi

Meriterebbe voti su una ruota (impennati), solo per il senso di sacrificio con il quale si piazza accanto a Kjaer, che già di per sé è un bel viaggio. Solo che Dagnele pare uno di quei paesani che si cimenta con il clou della sagra del paesello: la pentolaccia, quella appesa a una corda piena di caramelle e premi e tu bendato con un bastone in mano che devi colpirla. La pentolaccia stavolta ha le sembianze di un airone, anzi direi di uno sghembo cicognone, che sa bene dove mettere testa, gomiti e garretti costringendolo al pomeriggio gramo e, sì, anche un po’ da fesso per uno come lui, in particolare sull’uccellata del gol che manda sotto la Roma. Alla fine ringrazia Kjaer per essergli stato al fianco. Un po’ come se Stramaccioni ringraziasse l’arbitro Valeri per non avergli fischiato il quarto rigore contro.

Paolo Franci
Quotidiano Nazionale

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here