ROMARCORD – “Ho iniziato lì la mia carriera da allenatore e devo tantissimo a questo club, soprattutto al presidente Corsi”. In questo modo Spalletti in conferenza stampa parla alla vigilia del match con l’Empoli, città dove ha mosso i suoi primi passi. Una gara quella del Castellani, che è ricca di ricordi per il tecnico. Primo fra tutti il suo esordio in Serie A, guarda caso, proprio nella sfida con la Roma, quella volta guidata da Zeman. E’ il 1997 e la società azzurra fa il suo debutto nella massima categoria giocando contro i giallorossi. I padroni di casa iniziano la stagione con una sconfitta, 3-1, lo stesso risultato rimediato ieri dalla formazione capitolina, stavolta, diretta dal mister di Certaldo.

IL MAESTRO BATTE L’ALLIEVO – 31 agosto 1997. La Roma batte l’Empoli con il gol di Delvecchio (3’) e la doppietta di Balbo (46’ e 61’). A nulla serve il rigore di Cappellini (16’) per gli avversari. Quest’ultimo, nonostante lo score negativo, riesce comunque a dare del filo da torcere ai rivali. La fortuna e le prodezze di Konsel, sempre pronto a riparare agli errori della difesa, salvano dunque la squadra di Zeman. Il boemo la spunta contro un allenatore ancora alle prime armi, definito dalle cronache un integralista “senza sorriso” tanto quanto il rivale più maturo. Da quell’incontro però Spalletti ne ha fatta di strada e nel suo ritorno in Toscana come ex, durante la 27esima giornata, vince grazie alla doppietta di El Shaarawy e alla rete di Pjanic, nonostante il momentaneo pareggio arrivato con l’autogol di Zukanovic. Finisce di nuovo 3-1 per mister Luciano, che questa volta con i giallorossi conquista la sesta vittoria consecutiva.

Sabrina Redi

 

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here