Semaforo arancione all’incrocio per la Champions: El Shaarawy illude ma Ranieri può sorridere

1

EDITORIALE – Una Pasqua serena, senza vincitori né vinti. Ranieri e Spalletti, i due allenatori dai destini più volte incrociati, fanno pari e patta, un gol a testa per dividersi la posta. Nessuno si fa male, nell’uovo nessuna sorpresa. La corsa che porta alla Champions sembra più un trotterellare, una volata al rallentatore. L’1-1 di San Siro è frutto di una partita equilibrata, che ha visto i giallorossi partire forte per poi subire nella ripresa il ritorno dei padroni di casa, che rimediano con un colpo di testa in tuffo di Perisic all’eurogol dopo un quarto d’ora di El Shaarawy. Può sorridere però Ranieri, che resta in scia al Milan prolungando la striscia positiva e uscendo a testa alta da uno scontro diretto difficile.

DZEKO DAI DUE VOLTI  – La Roma convince soprattutto nella prima frazione, quando riesce a essere concreta e a capitalizzare le azioni costruite. Nel secondo tempo si consegna troppo al palleggio interista e si schiaccia lasciando agli uomini di Spalletti il pallino del gioco. Ai giallorossi manca il guizzo per il 2-0, con un Dzeko positivo, fa la differenza, gioca di sponda, fa salire la squadra, apre sulle fasce, un attaccante totale,  ma poco incisivo sotto porta.

DELUSIONE DA EX – Deludono i rispettivi ex, da una parte Nainggolan e dall’altra Zaniolo. Il belga patisce l’emozione di
affrontare il suo recente passato e delude i suoi nuovi tifosi. Niccolò conferma di attraversare un momento di appannamento: lasciato in panchina per scelta tecnica, quando subentra nella ripresa non è in grado di cambiare l’inerzia del match.

A CHI SERVE IL PARI – Il pari va bene all’Inter, meno alla Roma che, però, è ancora in piena convalescenza e per tentare l’assalto al quarto posto va bene anche non perde partite come questa. D’altronde la formazione giallorossa ha già perso sei trasferte in Serie A in questa stagione e se ci aggiungiamo che Ranieri ha perso Manolas per infortunio durante il riscaldamento, il bicchiere può dirsi mezzo pieno.

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here