Agresti: “Alla Roma non sanno cosa fare, la situazione è davvero caotica”

1

SENTI CHI PARLA…ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Valentina Catoni a Tele Radio Stereo: “In questa situazione ci si è cacciata la Roma quando ha deciso di confermare un tecnico, non convinta e delegittimandolo delle sue scelte, del suo credo e anche del suo staff. Quando esprimiamo perplessità su Garcia è anche per la condizione in cui è stato messo. E’ diventato il parafulmine di tutti”.

Ilario Di Giovambattista a Radio Radio: “Ci è arrivata la soffiata che Spalletti è a Trigoria. L’ufficio stampa della Roma ha smentito, ma secondo mie fonti ben informate la decisione è già stata presa: la Roma avrebbe già deciso di cambiare allenatore, lo vuole comunicare Pallotta in prima persona. Bisogna capire ora cosa farà Sabatini. Questa è una mossa che potrebbe ‘sfasciare’ la società, potrebbe esserci diversità di vedute”.

Stefano Agresti a Radio Radio: “La situazione è davvero caotica, alla Roma non sanno davvero cosa fare. Non vorrei che l’abbraccio tra Garcia e la squadra sia stata la mossa decisiva per mandarlo via. Pensare, in questa situazione, di aspettare fino a maggio per un nuovo allenatore… Mi sembra davvero tanto tempo”.

Piero Torri a Tele Radio Stereo: “Non cambiare Garcia dopo aver fatto trapelare da tutte le parti il fatto che era in bilico sarebbe un altro errore gravissimo”.

Ivan Zazzaroni a Radio Radio: “Non sono ancora convinto che sarà Garcia l’allenatore della Roma alla ripresa. La vittoria e gli abbracci non cambiano nulla. Forse non leggo i giornali di Roma, ma i giocatori sono contro l’allenatore”.

David Rossi (Roma Radio): “Lentamente andiamo verso il mercato, quindi andiamo verso una serie di indiscrezioni che non faciliteranno il lavoro di nessuno. Avremo modo di divertirci nel mese di gennaio, ci appiopperanno tutti. Parlano male del nostro Media Center, eppure società anche più prestigiose in Europa vorrebbero riproporre il nostro modello”.

Alessandro Austini (TeleRadioStereo): “Credo che si deciderà di non decidere perché mettendo tutto sulla bilancia hanno capito che conviene ancora continuare con Garcia, perché se fai il tuo in campionato puoi giocarti lo scudetto fino in fondo. In questo momento mi sembra di capire che i dirigenti credono che non è la soluzione dei problemi cambiare l’allenatore. Per quanto mi risulta la Roma a Spalletti non ha fatto nemmeno un’offerta. Così come se dovesse rimanere Garcia non è certo che poi a giugno arrivi Conte. Potrebbe essere ma non c’è certezza. C’è da rimanere un po’ lucidi e non stare dietro alle voci. Pallotta che manda via Sabatini? Voglio proprio vederlo. Se va via è perché sarà lui a farsi da parte”.

Ubaldo Righetti (TeleRadioStereo):La squadra in questo momento deve avvertire la presenza di una società forte che ha le idee chiare e che possa prendere una decisione saggia, importante”.

Riccardo ‘Galopeira’ Angelini (TeleRadioStereo): “La pausa credo che farà bene alla squadra e a tutto l’ambiente. Arriva Spalletti? Non lo so, e credo che non lo sappiano nemmeno a Trigoria. Immagino che ci abbiano pensato, questo sì. Ma chi prende la decisione? Se penso ad un uomo di calcio penso più a Sabatini che a Baldissoni”.

Salvatore D’Arminio (Centro Suono Sport): “Spalletti subito mi va bene, potrebbe dare la scintilla giusta per riaccendere il motore. Il campionato è equilibrato verso l’alto e la Roma ancora in corsa per il titolo. Se arriva Spalletti credo che Sabatini vada via o adesso o a giugno”.

Claudio Moroni (Centro Suono Sport): “E’ inutile dare le colpe alla proprietà, gli allenatori si possono licenziare i presidenti no. A Parigi i tifosi non conoscono nemmeno il nome del proprietario, eppure sono contenti, perché gli compra i campioni e vincono i trofei. Qui noi lo sapevamo che gli americani non erano miliardari ma imprenditori che cercano di fare i loro interessi”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio): “Io credo che si vada avanti a vista aspettando la prossima partita, staremo a vedere se la Roma ha preso una decisione o meno. Mi sembra evidente che Garcia sia stato “esonerato” a giugno e che si sia cercata una soluzione non trovandola. Più che l’abbraccio di Florenzi a Garcia mi ha colpito molto il labiale di De Rossi (“Stiamo giocando male”, ndR). Credo che da lì si debba ripartire, pensando seriamente a fare qualcosa di meglio per il prossimo anno”.

Nando Orsi (Radio Radio): “L’abbraccio di Florenzi a Garcia? Boh, Florenzi abbraccia tutti. La squadra ha voluto dimostrare che sta con l’allenatore, lo poteva dimostrare anche prima però. Queste cose non mi piacciono tanto, mi sanno di artefatto. Potevano pensarci prima”.

Sandro Sabatini (Radio Radio): “Sono contrario alle società che prendono decisioni sull’onda di un abbraccio della squadra al proprio allenatore, mi sembra ci sia una situazione molto umorale. Questo è un campionato che non dà assolutamente certezze”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA - La riproduzione, anche parziale, dell’articolo è vietata. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here