ROSELLA SENSI INTERVISTA – Rosella Sensi, figlia di Franco Sensi ed ex presidente della Roma, è intervenuta ai microfoni di Centro Suono Sport. Queste le sue parole.

Leggi anche:
Pallotta: “Salah voleva tornare in Premier. Quando ho preso la Roma era a un passo dalla bancarotta”

Sulle dichiarazioni di Pallotta…
Io c’ho pensato tanto prima di intervenire. È un mese che questa persona continua a parlare dal suo personale diario di bordo. Questo signore non si deve permettere di parlare dei Sensi. Voglio mettere un punto su questa storia. Non deve nominare più i Sensi e la mia famiglia. Lui è l’unico presidente della storia della Roma che ha lasciato questa mole di debiti. Con questo mettiamo la parola fine a questa storia e lasciamo lavorare in pace i Friedkin. Parlo da Presidente ma soprattutto da figlia. Tengo a precisare che i debiti della famiglia Sensi sono stati pagati dalla famiglia Sensi con i soldi della famiglia Sensi e non sono stati lasciati alla Roma. I bilanci di allora sono pubblici, come i bilanci di adesso. Mettiamo la parola fine su questa storia. Tornano continuamente su questo punto per difendere il loro operato, operato che non c’è stato o è stato quello che è stato.

Un giudizio sui Friedkin?
È presto, diamogli fiducia e lasciamolo lavorare. È stata data tanta fiducia alla precedente gestione, diamola anche a lui che, quando è arrivato, ha trovato veramente una situazione devastante. Io in questi anni non sono mai intervenuta, se non per rispondere ad affermazioni di Pallotta o di alcuni suoi dirigenti che davano addosso alla mia famiglia. Non sono mai intervenuta per attaccare qualcuno.

Ha visto ‘Speravo de morì prima’? L’omaggio a suo padre?
Mio marito la sta vedendo, alcuni amici mi hanno detto della dedica finale. Io non l’ho vista ma per malinconia, so che non ce la farei senza piangere

Print Friendly, PDF & Email

18 Commenti

  1. Sig.ra Sensi ha detto parole sante , i bilanci sono pubblici e solo i deficenti non sanno leggere i numeri finali o meglio fa comodo loro non leggerli! la sua gestione ha lasciato pochissimi debiti perchè cmq ci sono ma parliamo di spicci a differenza della gestione del precedente Cretino di Boston che ne ha lasciati diverse centinaia sull’ AS Roma .
    il resto so chiacchiere
    Pallotta demente

  2. Pallotta parla solo dopo che è scappato . Insieme a Marchini il peggior presidente della storia . Pastore e Monchi due delle tante sottospecie da lui create …. Senza vergogna , vigliacco di Boston

  3. Te credo l’unico asset che avevano i sensi non fallito era proprio la Roma infatti Rozzella e il maritino staffolo percepivano un lauto stipendio dalla as roma. Credo unico caso di presidente stipendiato dalla propria squadra.
    E infatti la Roma gli è stata sfilata dalla banca proprio per pagare i debiti che la famiglia sensi aveva con unicredit.

  4. Vorrei ricordare che alla signora Sensi bla bla bla gli è stato negato uno scudetto .onore a questa famiglia che ha lottato e chissa se non c era calciopoli quanti scudetti avevamo sul petto adesso grazie di tutto.

  5. Bha’ che dire? questi due ex-presidenti bisticciano su chi ha lasciato meno debiti… ok ma li avete lasciati entrambi vero? e allora è come sentire una litigata tra due assassini: “ma lui ne ha uccisi piu’ di me” “no, io di meno”… Li trovo entrambi patetici quando trattano questo argomento. Nessun dubbio che la Roma sia andata come è andata dal 2001 ad oggi…
    Forza e coraggio, ora la pagina è stata voltata, andiamo avanti e basta rimescolare il passato.

  6. Franco Sensi è una cosa. Punto.
    Per Rosella, solo una domanda: ma se i debiti dei Sensi li hanno pagati i Sensi …
    1) Perchè la Roma è finita in mano ad Unicredit ?
    2) Perchè tu e Marra avete provato a fare il gioco delle due carte a Soros (purtroppo ora ci sono le prove che è esistito, Rosella mia…)
    3) Perchè non hai mai pagato l’architetto del “famoso” progetto Stadio presentato con tanto di politica seduta al tuo fianco ?

    Mi piacerebbe tanto chiederti, anche:
    1) Perchè facevi le conferenze stampa ad invito….cioè solo Melli e compagnia (ed infatti è la trecentocinquantesima intervista che rilasci alla stessa radio…)
    2) Ma la “scommessa vinta” Adriano, che fine ha fatto ?

    Perchè che Pallotta abbia fatto quello che ha fatto, ci siamo … ma pure te, Rosella mia…..

    • E aggiungiamo:
      1) e le migliaia di euro di fatture non pagate a villa stuart ritrovati nei cassetti a Trigoria?
      2) e il rinnovo del contratto di ddr?
      3) e i 3000 biglietti omaggio in tribuna vip distribuiti agli amici degli amici degli amici…
      4) e gli anticipi degli introiti dei diritti tv di sky e premiun mediasert che hai elemosinato a pelatino Galliani che fine hanno fatto?
      5) e gli anticipi che ti sei fatta dare dallo sponsor Wind e da Robedikappa?
      6) e i soldi della vendita di tutta Trigoria?
      vogliamo continuare? Mangia pesce rosellina che ti serve una bella cura di fosforo per la memoria

    • Occhio Fabri che quando si fanno certi discorsi, veniamo paragonati ai Pallotta boys o ai Ciarrapico boys e via dicendo…
      Purtroppo, molti si dimenticano del passato e dei vari acquisti fatti con i successivi indebitamenti.
      Franco Sensi è appunto una cosa, e lo rimpiangiamo tutti.
      Purtroppo quello che è avvenuto dopo, è anch’esso sotto gli occhi di tutti…Meglio che tacciano TUTTI!!!

      Sempre Forza Roma

    • E aggiungiamo:
      – il figlio di Moggi che volevano mettere come ad?
      – lo scandalo covisoc del 2003 che non avevano i soldi per iscriversi al campionato?
      – i duemila parametri 0 che costituivano il nostro mercato?

  7. esatto…e poi non dimentichiamo che è stata proprio lei a mettere in mano a sto pallotta la roma, mi ricordo i proclami che fece dicendo :”abbiamo dato la roma in mano a chi la porterà a diventare vincente in futuro”, si è visto…

  8. Comodo per Rosella accostarsi al Padre Franco… in realtà possiamo tranquillamente dire che la figlia è campata di rendita. La Roma grande l’ha fatta Franco, Rosella è andata per inerzia – grazie anche a un Totti che si è preso la squadra sulle spalle e l’ha fatta andare molto oltre le proprie possibilità…
    In ogni caso, per non dimenticare, Rosella un paio di vaccate grosse le ha fatte:
    – aver fatto andare a scadenza De Rossi… che così ha chiesto un ingaggio monstre a chi è venuto subito dopo (non ricordo se c’era Di Benedetto o c’era già Pallotta)
    – aver fatto andare via gratis al Milan un certo Mexes (che all’epoca era un signor centrale). Poi, guarda caso, la signora è entrata DIECI GIORNI dopo nello staff del sindaco Alemanno (ovvero Forza Italia). Come si dice, si fa in fretta a parlar male di Pallotta, ma il più pulito c’ha la rogna…

  9. La Roma era indebitata come l italpetroli dato che era il suo asset ..quindi nella mia..se vi è stata tolta dalla banca un motivo c’è..perché i libri erano in tribunale..poi dato che prendevi lo stipendino da 100000 al mese per chiedere la carità ai tifosi…la Roma era messa in mano ad una contabile per tenerla con il bilancio apposto…hahaha che genio!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here