ROMA TIFOSI STEMMA – Friedkin continua a lavorare a Trigoria e inizia a conoscere la realtà romanista e i suoi tifosi. Proprio per loro è arrivata una prima piccola-grande soddisfazione.

Stemma, prima conquista per i tifosi: tornerà sulla seconda maglia

Per i tifosi della Roma è infatti arrivata la prima conquista dell’era Friedkin. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, lo scorso 5 ottobre Guido Fienga ha incontrato 4 rappresentanti della Curva Sud, accompagnato dall’avvocato Contucci, per discutere della richiesta di far tornare il vecchio stemma del club. I supporters giallorossi hanno infatti realizzato ben due raccolte firme per chiedere di sostituire il nuovo logo con quello originale. Per quanto riguarda il nome, sembra difficile ripristinare quello di ‘AS Roma‘, soprattutto per risultare più riconoscibili all’estero, ma per lo stemma c’è stata un’apertura: sarà sulla seconda maglia della stagione 2021/2022.

Print Friendly, PDF & Email

23 Commenti

    • e per fortuna che il nostro inno è “Roma Roma”
      Figuriamoci se il ritornello era “As Roma As Roma”…
      Fare i tifosi oggi giorno, risulta troppo complicato!
      Forza Roma sempre!

    • Non è una polemica sterile, Paolo: è un principio essenziale. Quando arriva la proprietà nuova, ci sono due gruppi di interesse forti, la curva e la radio, che vogliono fargli capire con qualche pretesto con chi hanno a che fare.

  1. questa non è una vittoria o torna il vecchio stemma sempre o non ce ne facciamo niente della seconda maglia! ci mancava che lo mettessero sulla terza. ridateci il vecchio stemma come simbolo della Roma non come toppa cucita.

  2. Ciao a tutti ho un idea ragazzi!
    Er vecchio stemma tatuatevelo in faccia , così ve lo vedete sempre allo specchio. Perché se anche su quella maglia giallorossa non ce sta niente io la amo e la tiferò fino alla morte la mia Roma!
    Quindi non è una polemica sterile e una polemica senza senso come il senso di dare troppa importanza a tutto er circondario soprattutto le radio che non servono proprio a niente perché non sanno parlare di calcio, infatti cercano sempre il negativo altrimenti non vivono.
    Forza immensa Roma mia! Ciao suocere!

  3. Tifosi accontentati… de che?!!? Noi il nostro stemma, simbolo di Roma lo vogliamo sempre, ovunque e dappertutto!!
    A secco n te pijà pene! Io il mio stemma ce l’ho tatuato da anca a ginocchio gamba sx, a te se lo voi in faccia te lo tatuo io!!!!!!!!!!
    Daje Roma Daje

  4. Che schifo cedere a gente retrograda.
    L’anno prossimo cosa fate? Useranno come font i caratteri del ventennio per accontentare quella parte di feccia fascista del tifo?

    • il problema è che lo stemma attuale è quello che fino a 6 anni fa veniva usato per i tarocchi, in quanto marchio non registrato come ASR. Quindi molti me compreso faticano molto a riconoscerlo come stemma della as roma o della roma a dir si voglia visto che nel nostro immagginario ha sempre rappresentato il fake Roma.

  5. I tifosi accontentati?La solita storia di sedicenti portavoce della tifoseria che rappresentano solo loro stessi.Non è stato accontentato il tifoso, è stato accontentato chi è riusciuto a varcare il cancello di Trigoria.Se io che lavoro tutto il giorno ed ho una vita tranquilla scrivo una mail alla As Roma, mi fanno parlare con Fienga e vedere il centro sportivo?Del vecchio stemma (che non è nè storico ma introdotto nei tardi anni 90 e con la scritta Asr inttrecciata è anche oggettivamente ed esteticamente brutto e desueto ….poi se vogliamo farlo spacciare per un Caravaggio fate pure) a me può fregare di meno.A me interessano investimenti per calciatori di spessore internazionale,non per vedere il vecchio stemma sulle maglie di questo organico scarso.La Roma ha vinto l’ultimo scudetto non perchè aveva lo stemma taumaturgico,ma perchè Sensi aveva acquistato fuoriclasse.Poi se questa mediocrità fa felice i “mai schiavi del risultato” e viene sublimata dal ripristino del vecchio stemma, sono lieto almeno che qualcuno sia contento per così poco.E’ quasi da ammirare.Sinceramente.Prosit

  6. Non è polemica..si chiamano ricatti alla società da una parte piccolissima e nota non solo dalla roma ma anche dalla digos..purtroppo qualche pischelletto ingenuo di curva va a presso a sti 4 che oltretutto della Roma non frega nulla vogliono solo magnare come facevano con rosella…

  7. Ho visto la prima partita allo stadio nell’ottobre del 1957. Alla maggioranza di quelli che scrivono qui non era ancora nato il padre. Ne ho viste di tutti i colori, compreso il tentativo di sostituzione del nostro marchio storico con l’orrendo lupetto, che adesso riappare come un romantico segno del passato. Pensate che abbia mai smesso di amare questa maglia? La Juve ha completamente stravolto il marchio eppure non ho visto le sollevazioni popolari dei tifosi come accade a Roma. Sembrate come le vestali che custodivano il sacro fuoco. Siete gli pseudo custodi di non so quale tradizione storica e certamente non parlate a nome mio perché io per essere romanista non ho bisogno di un logo. Le vestali erano vergini e non facevano sesso tutta la vita. I custodi del marchio sono contenti di non vincere niente tutta la vita…ma con il marchio storico mi raccomando.

  8. Finalmente è tornato il lupetto sulla maglia, così la finirete di rompere i cosiddetti. Una polemica sterile, che non esiste, gli stemmi cambiano non per fare dispetto ma per aggiornamento grafico (quello vecchio è davvero brutto, ormai datato) e per marketing. Ora mi auguro che si risolva anche quello della data di nascita (a me non me ne po’ frega’ de meno), che era stata cambiata solo perché erano usciti nuovi documenti che danno la data di nascita della Roma il 22 luglio e non il 7 giugno. Apriti cielo, sembrava che avessero cambiato il nome della società. Tra i tamnti problemi che ha la Roma, al primo posto metto una massa di tifosi ebeti, fregnacciari e odiatori. Purtroppo questa cancrena ce la dobbiamo tenere…

  9. Con il vecchio stemma hanno vinto Manfredini, Peiro’, Pruzzo, Giannini, Totti. P.-S.: lo stemma piu’ brutto e la maglia piu’ brutta sono della rubentus: che pena !

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here