ROMA XHAKA – Granit Xhaka è sempre più vicino e si avvia ad essere il primo acquisto dell’era Mourinho. Lo svizzero dell’Arsenal ha parlato dal ritiro della Nazionale, che è nello stesso girone dell’Italia ad Euro2020. Il 28enne ha parlato della Premier League, della Svizzera e di un possibile futuro al Basilea a fine carriera. Ecco le sue parole:

Leggi anche:
Dall’Inghilterra, Xhaka ad un passo dalla Roma

Sulla Svizzera e sulla Premier

“Questa la Svizzera migliore dal 2011? È difficile dirlo, ogni squadra aveva le sue qualità. Ma sono convinto che ci siamo sviluppati in modo significativo nel tempo. Personalmente associo esperienze costantemente positive agli ultimi 10 anni Nati. Certamente ci sono stati momenti deludenti nei tornei più importanti, dove siamo stati in parte scontenti. Ma per il resto sono molto contento del mio tempo con questa grande squadra e sono convinto che lo sviluppo di questa squadra non sia ancora finito. C’erano sicuramente una serie di problemi che non sono andati in modo ottimale. Ma ora non ha senso guardare indietro”. 

Sul futuro al Basilea

“Chiudere al Basilea? Sì, è incredibile come vola il tempo. Ora ho quasi 29 anni (ride). Ma mi sento ancora giovane, ancora in forma e affamato, e voglio continuare a giocare a calcio ai massimi livelli. Ed è certamente un sogno per me e Tauli giocare di nuovo insieme all’FC Basel, anche se solo per un minuto o per una partita. Ma mi piacerebbe vincere un altro titolo con l’FCB. Un ritorno ora? Al momento non ci sto pensando. Voglio solo offrire un calcio di alta qualità con la nostra squadra di punta qui e ora e soprattutto all’Euro”.

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here