romanews-roma-florenzi-cristiano-ronaldo-roma-juventus.jpg

EDITORIALE – La Roma incassa la seconda sonora sconfitta dalla Juventus in 10 giorni. Dopo il 2-1 in campionato del 12 gennaio, all’Allianz Stadium va in scena il 3-1 che cancella i giallorossi dal tabellone della Coppa Italia. Orfani di Dzeko squalificato, i capitolini a Torino rimediano la decima sconfitta consecutiva in casa bianconera, un filotto negativo che deve far riflettere sulle ambizioni romaniste delle ultime stagioni. Unica consolazione il gol ritrovato con una bella giocata di Under. Gol che mancava dal 2014 quando andò a segno Iturbe.

NON IMPARARE DAGLI ERRORI – La Roma paga certamente le assenze, una panchina corta  e le gravi disattenzioni difensive. Ma Paulo Fonseca non è esente da critiche per alcune scelte di formazioni che non hanno convinto. Su tutte quelle relative ai due terzini, Florenzi e Kolarov, autore entrambi di una partita al di sotto delle loro possibilità. Perché non riproporre Santon e Spinazzola, in fiducia dopo la bella prova di Marassi? Eppure la Juventus anche nella serata di Coppa Italia non è apparsa la strapazza avversarie delle scorse stagioni. E’ andata a sprazzi come in campionato, ma non ha mostrato pietà nei confronti di una Roma che, da parte sua, non ha imparato nulla dalla sconfitta dell’Olimpico.

DELUSIONE E PREOCCUPAZIONE – Se in casa i giallorossi erano capitolati dopo appena 10 minuti, all’Allianz Stadium è stata fatale la seconda metà del primo tempo. Ancora una volta Smalling (uno dei pochi a salvarsi) e compagni hanno pagato un approccio alla partita complicato e si sono dimostrati incapaci di reagire alla prima sberla subita.  Dopo la rete di CR7, la squadra è andata in tilt e sono arrivati a pioggia i gol di Betancur, che ha avuto vita facile in mezzo alla macchinosa retroguardia giallorossa, e di Bonucci. Solo un fuoco di paglia il gol della bandiera di Under, perché la squadra di Fonseca con il passare dei minuti si è spenta definitivamente, spianando la strada della semifinale di Coppa Italia ai padroni di casa. La delusione è tanta, la preoccupazione in vista del derby di domenica ancora di più.

Giulia Spiniello

Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti

  1. continuo a farmi la stessa domanda: perchè io devo vedere la nostra maglia insultata da gente come Kalinic e Bruno Peres (che va a fare il centrale di centrocampo), e Riccardi non gioca mai 5 minuti? dei 3 passaggi sbagliati da Peres su 3 passaggi tentati, mi gioco 1000 euro che Riccardi 1 lo azzeccava. non che ci faceva vincere, ma che azzeccava un passaggio. inutile prendersela con Florenzi, Mancini sbaglia almeno quanto lui sul primo gol, e ci aggiunge il mancato contrasto sul secondo… Spinazzola deve giocare titolare al posto di Kolarov, come già detto una settimana fa. poi stamo alla frutta, abbiamo 14 giocatori, nessuno può sperare nemmeno di tirare il fiato, e gioca gente che causa infortunio non ha minuti nelle gambe. ndo nnamo? voglio vede la tigna però

  2. siamo d’accordo che siamo lontani da coraggio e ambizione sbandierati all’inizio della stagione. A questo si accompagnano una ritrovata fragilità difensiva, il fatto che non si tira mai neanche ad uomo schierato, imprecisione sistematica nella decisione dell’ultimo passaggio, imprecisione sistematica nel tiro in porta, la snaturalizzazione delle ali nel loro gioco offensivo e la mancanza di qualità in alcuni giocatori, la mancanza totale del piacere di giocare in tutti i giocatori. Cosi, non si va da nessuna parte. Rimane l’impegno, e quello va riconosciuto. Con la lazzie servirà qualcosa di molto diverso per giocarsi la partita, occhio ai pomodori.

  3. Questo come altri è l’ennesimo record (?) negativo di sempre, TUTTI a carico di questa gestione. Riflettere chi?? Lo scriviamo da anni. Già al terzo campionato di questi amerikani, era evidentissimo che la roma non avrebbe MAI vinto nulla. Chi sosteneva il contrario, contabili da strapazzo, ragionierucoli, esperti del nulla, sono «evaporati» per auto consunzione. La giusta «fine» che merita anche il bostoniano.

  4. Non posso giurarci,ma ad occhio mi sembra che contro Atalanta Parma e Torino abbiamo giocato con questa formazione, comunque con Florenzi terzino. Se stanno cercando di ucciderlo, stavolta ci sono riusciti!

Comments are closed.