ROMA SMALLING FUTURO – La Roma batte la Juventus per 3-1 e sfata il tabù Stadium dopo ben 10 sconfitte consecutive. Tra le tante buone notizie però, ce ne è anche una cattiva: quella di ieri potrebbe essere stata l’ultima gara di Chris Smalling con la maglia giallorossa.

L’ultima partita

La presenza del primo minuto, a pochi giorni dalla sfida cruciale con il Siviglia in Europa League, sembra essere più di un indizio sull’imminente addio dell’inglese alla Roma. Come riporta il Corriere della Sera, infatti, la trattativa con il Manchester United sembra essere arrivata a un punto morto. Non c’è solo la differenza di prezzo, ma anche la modalità di pagamento che gli inglesi vorrebbero in un’unica soluzione. Per il futuro si sta già lavorando: Vertonghen è ad un passo dalla Roma. Altre brutte notizie sono arrivate da Londra durante la finale di FA Cup: Pedro è uscito dal campo infortunato, soccorso in campo con l’ossigeno. Gli esami hanno evidenziato una lussazione alla spalla.

Print Friendly, PDF & Email

12 Commenti

  1. Anche cedendo la Roma Pallotta e Baldini continueranno a fare danni ,il colpo di coda la perdita di Smalling e questo Pedro che gia dimostra fragilita` . Non c’e` che dire entrambi hanno rovinato una squadra che da Garcia con pochi ritocchi avrebbe potuto essere sempre ai vertici. Sor tentenna non ha capito che deve andarsene subito , Roma non e` per lui .

  2. al di là delle difficoltà che può avere la società, per cui sembra ormai prossimo l’arrivo di un nuovo proprietario, resta il fatto che la Fifa avrebbe dovuto stabilire la proroga dei contratti fino al 31 agosto, poiché quest’anno la stagione internazionale chiude ad agosto, per causa di forza maggiore. Se la Roma non fosse stata una potenziale concorrente diretta del Manchester Utd in Europa League, probabilmente sarebbe stato più facile trovare un accordo tra le parti, ma è chiaro che gli inglesi preferiscono fermare Smalling fino a fine stagione

    • L’UEFA ha certamente peccato di inerzia: non è la prima volta e nessuno deve sorprendersene.
      Resta il fatto che il ManU sia una delle pochissime squadre, se non l’unica, ad aver scelto questo atteggiamento ostruzionistico, da squadretta qualunque quale evidentemente è diventata.
      Non mi sento di attribuire particolari colpe alla Roma. Ovviamente auguro al ManU tutto il male calcistico possibile.

  3. Ora Pedro ha tutti i requisiti del nuovo acquisto-tipo di Pallotta: avanti con l’età, costa tanto ed è infortunato

  4. Ragazzi se ci ragionate non è da oggi che si parla del riscatto di Smalling.
    Se siamo arrivati a queste condizioni all’ultimo giorno è colpa del management incapace o impossibilitato o tutte e due ad un minimo di programmazione causa DEBITI.
    Ora ci dobbiamo presentare ad un’occasione più unica che rara alla Uefa league senza il più forte centrale in squadra….non dico altro….
    Ecco perchè pallotto e co. non saranno mai in grado di fare una grande squadra x vincere, ma anche per fare i quartieri sono degli incapaci….sono convinto che sarebbe bastata una grande vittoria per fare lo “stadio” a spallate e con l’esercito dei tifosi dietro….tifosi che invece oggi non vedono l’ora che se ne vadano.

    • Il problema vero non è il mancato acquisto di Smalling, per il quale ci sarebbe ancora tutto il tempo di trattare, considerando che il mercato parte a settembre.
      Il fatto grave è che il ManU si sia rifiutato di prolungare il prestito di Smalling alla Roma fino a fine EL! Stessa cosa fatta per Sanchez, che infatti, almeno ad oggi, non mi risulta che l’Inter potrà inserire in lista.

    • Esatto!! Sulla falsa riga della questione portiere! Hanno ceduto Allison a 75, acquistato Olsen 10, Lopez 30!
      Mancata qualificazione in C.L. per due anni, mentre con Allison ,che contribuiva mediamente a quei 7/9 punti in più, avremmo raggiunto!

  5. Che Pallotta ha rotto i cosiddetti siamo tutti d’accordo, ma che gli vogliamo attribuire l’infortunio avvenuto ieri mi sembra troppo, e poi se non ricordo male il calciatore e’ svincolato.

  6. ma che cacchio parlate a vanvera…gli accordi erano prestito con diritto di riscatto a 15 milioni…..è il manchester che non rispetta gli accordi perchè evidentemente ha altri interlocutori….oltre i 20 milioni è una esagerazione

    • Ti sbagli. Era prestito secco fino al 30 giugno. Poi prorogato fino al 3 agosto.
      Il giochino del ManU è stato proprio quello di non estendere il prestito fino a fine EL, in modo da obbligare la Roma all’acquisto del giocatore a condizioni gravose.

Comments are closed.