romanews-roma-de-rossi-daniele-roma-barcellona-champions-league-1024x727.jpg
Foto Getty

ROMA PRIMAVERA DE ROSSI – La Roma Primavera si prepara al cambio d’allenatore, perché Alberto De Rossi lascerà la panchina dopo 27 anni per diventare supervisore del settore giovanile del club. La guida della squadra potrebbe passare a suo figlio, Daniele.

Il piano di Daniele De Rossi

De Rossi ha le idee chiare: vuole allenare. Come scrive il Corriere dello Sport, infatti, l’ex capitano giallorosso inizierà ad aprile il corso speciale per allenatori riservato solo ai campioni del mondo. Insieme a lui, infatti, prenderà il patentino anche Alex Del Piero. De Rossi non ha ancora avuto nessun tipo di contatto con la futura dirigenza della Roma, ma ne ha avuto più di uno con quella attuale. Prima di lasciare il club gli venne offerta la possibilità di guidare una delle giovanili, ma lui scelse la strada dell’Argentina. Oggi, però, la situazione attuale potrebbe portare ad altri scenari.

Print Friendly, PDF & Email

17 Commenti

  1. quando ha interrotto il rapporto con la Roma ci fu un coro di indignazione.
    Ora di fronte a un’illazione, in quanto la trattativa per il passaggio di consegne non si è chiuso, si scatenano le comari.
    Un minimo di coerenza non guasterebbe
    Forza Zaniolo

  2. Il banchiere va in pensione e cerca di infilare il figlio in filiale, il ministeriale prima di andare in pensione infila il figlio o più figli nel Ministero di appartenenza. Cosi come uno scarsissimo allenatore della Primavera della Roma lascia il posto caldo al proprio figlio e senza andare in pensione poiché continuerà a mammarie facendo il supervisore della Società….Questa è l’ItaGLIa

    • un allenatore scarso che ha vinto in questi anni scudetto, supercoppa e coppa italia primavera.
      Era meglio stramaccioni?
      Forza Zaniolo

    • Stefano, il tuo ragionamento potrebbe non fare una grinza, ma: ora Alberto DeRossi diventa un allenatore scarso… la Roma è la società che ha più giocatori del vivaio nei campionati professionistici in Europa, e l’uomo che li ha formati è no scarsone. fortunatello parecchio.. non mi soffermo sul fatto che finchè non ci sarà una proprietà definita “stamo a parlà de tutto e de gnente”, e che ogni giorno sullo stesso argomento escono articoli che dicono bianco, nero, e tutte le sfumature possibili comprese. però un minimo di riconoscenza a chi ha dato la carriera alla Roma la si potrebbe anche avere

    • A parte che è ridicolo dare dello scarsissimo a De Rossi padre che ha plurivinto tutto in primavera. A parte che in una società privata ognuno ci mette tutti i figli che gli pare ed è normalissimo e giusto così.
      Ma poi quale itaglia? Magari fossimo itaglia! Ci sarebbe competenza, passione e voglia di vincere con qualunque mezzo (guarda lotito e agnelli come si sbattono mentre tu un presidente neanche ce l’hai).
      Invece siamo uno squallido motel di boston. E la colpa è pure della gente come te, a cui tutto quello che eravamo faceva tanto schifo…

  3. Se de Rossi sia un buon allenatore o un allenatore scarso, oppure un via di mezzo, è per definizione un concetto opinabile. Quello che invece mi pare indiscutibile è che sia un allenatore senza grandi ambizioni, che si è accomodato a vita sulla stessa panchina, senza mettersi in discussione e provare il suo valore andando ad allenare altrove e in altre categorie. Detto ciò, più che biasimare lui resto perplesso nei confronti di chi glielo abbia concesso. Resto convinto che anche gli allenatori siano soggetti a cicli e dopo un po’ di anni vadano alternati perché fare lo stesso mestiere nello stesso posto ha un impatto non positivo sulle motivazioni

    • In questo caso non è affatto opinabile.Trofei vinti (tanti),giocatori formati e diventati professionisti (tanti).
      La sua,di allenare i ragazzi,è stata una scelta e non mancanza di ambizioni.
      Alcuni commenti lasciano davvero il tempo che trovano.

  4. Sì, infatti, come si fa a mettere in discussione i De Rossi’s dopo tutto l’Amore che hanno dimostrato per l’AS Roma…
    Certo, parliamo sempre di professionisti,
    ma non tutti i professionisti poi fanno quello che hanno fatto loro due !

  5. un allenatore della primavera non si giudica per i trofei vinti ma per i giocatori che porta a livello professionistico e in prima squadra, e derossi padre è stato uno dei migliori.

  6. Totti non è mai stato allenato da de rossi ..

    De rossi daniele non è stato formato da de Rossi padre poiché già era considerato ed è andato quasi subito in prima squadra.

    Stesso dicasi di aquilani che era uno dei più limpidi talenti già dai giovanissimi.

    Politano era quello dagli allievi, chi segue la Roma anche a livello giovanile sa. In primavera politano faceva già le cose che fa ora.

    Amelia , portiere hanno allenatori personalizzati dei portieri.

    Curci uguale.

    Florenzi si è uscito grazie a de rossi mettiamola così.

    Pellegrini , va bene concediamogli anche questo, anche se aveva fatto tutta la trafila e quello che L ha fatto uscire è L allenatore degli allievi che gli ha cambiato ruolo. Che chi segue la Roma sa chi era… 🙂

    L’altro Pellegrini ??? Tutte le trafile nella nazionale non mi dite che L ha formato de rossi… per favore …

    Viviani, calabresi, marchizza, romagnoli, tumminello, ciceretti, sabelli, verde, caprari, verre, ndoj, bertolacci, machin, greco, okaka, cerci,galloppa, Bovo, pepe, antei, bonanni…

    D Agostino??? O Giocatori che giocavano da altre parti prima e la Roma li ha comprati riconoscendo il premio cosiddetto “PREPARAZIONE”. La Roma ha avuto giocatori e formazioni primavera da vincere a occhi chiusi…

    Juventus, marchisio, giovinco, Nocerino , de Ceglie , Paolucci, mirante , audero, Romagna , cassata, lirola, favilli, bonnefoi, cassani, kean, konko, Spinazzola , rugani, marrone, immobile , crivello , ariaudo, gastaldello, criscito,masiello, ekdal, brighi, Palladino, sculli, sorrentino ,pasquato e ce ne sono tanti altri che hanno giocato in serie a… e non vado avanti…

    Inter solo negli ultimi anni.
    Zaniolo , radu, Esposito , oba oba martins, andreolli, di Marco, destro , Biabiany , Santon , Biraghi , Benassi , Pandev , pinamonti, bessa, Balotelli , crisetig, Bonucci , mbaye ,bonazzoli,longo, bardi, Duncan, faraoni, kouame’ ,siligardi, manaj … ecc…

    Atalanta
    Caldara, Cristante, Mancini, Bellini, baselli, Sportiello, Raimondi, Zappacosta, Grassi, Colombi, Bressan, Capelli, Perico, Biraghi, Guarente, Lazzari, Padoin, Bonaventura, Agazzi, Montolivo, Pazzini, Gabbiadini, Consigli, Zaza, Sala, Brivio.. ecc ecc ecc…

    Devo andare avanti??? Allora che so tutti allenatori fenomeni ??? La verità è che chi capisce un po’ sa bene che la primavera è L ultimo step e ci arriva solo chi veramente può fare il salto… nun me venite a di che de rossi ha formato giocatori ve prego!!! Altrimenti vuol dire che non avete capito nulla… non per fare il presuntuoso ma per essere realista… vi ho messo i dati di fatto… ciao e forza Roma…

    Ps, de rossi ha già sbagliato da allenatore e da dirigente , quando ha detto che se fosse stato un dirigente della Roma si sarebbe fatto un anno di contratto più un altro anno perché si sentiva ancora giocatore… è andato in Argentina e si è visto che giocatore è!! Gente finta che pensa solo a se stessa (ve faccio arriva’ undicesimi) non deve avere mai più spazio nella nostra Roma!!!
    Forza Roma sempre!!!

Comments are closed.