NUMERI E CURIOSITA’ ROMA PORTO – Torna la Champions League e la Roma è la prima italiana a scendere in campo. Per gli ottavi di finale ospiterà all’Olimpico il Porto che non perde in Europa dall’andata degli ottavi della scorsa edizione contro il Liverpool; da allora, il loro bilancio è 5 vittorie e 2 pareggi. I giallorossi sono galvanizzati dall’ultimo successo in campionato che li ha visti travolgere il Chievo per 3-0 in trasferta. Andiamo ad analizzare i numeri e le curiosità della sfida.

Giulia Spiniello

DOVE ERAVAMO RIMASTI – Il primo scontro tra le due squadre è nella Coppa delle Coppe del 1981/82, anche allora agli ottavi. La gara di andata in Portogallo, vide il Porto battere la Roma di Nils Liedholm 2-0. Nella gara di ritorno giocata all’Olimpico, nonostante le tante assenze tra i portoghesi e gli assalti di Falcao, Di Bartolomei e Bruno Conti, i giallorossi non riuscirono a segnare e la gara si concluse a reti inviolate. Dopo 35 anni nell’agosto 2016, in una gara valevole per i preliminari di Champions League, la Roma di Spalletti riuscì a strappare un pareggio per 1-1 all’Estadio Do Dragao: autogol del difensore brasiliano Felipe, pareggio di Andre’ Silva. Nella sfida di ritorno, i giallorossi persero in casa per 3-0. Dopo il vantaggio segnato da Felipe, stavolta nella porta avversaria, la Roma fu travolta a seguito di ben due espulsioni per gioco violento, rimediate da De Rossi ed Emerson Palmieri. In 9 contro 11 subirono due reti in due minuti, la prima da Miguel Layu’n e la seconda da Jesu’s Corona.

TABU’ PORTO – I giallorossi non hanno mai sconfitto i portoghesi nella loro storia, riuscendo a raccogliere in totale soltanto 2 pareggi e 2 sconfitte e sono ancora alla ricerca del proprio primo gol contro questa squadra. In casa poi, la Roma ha collezionato un pareggio e una sconfitta contro il Porto, una formazione affrontata una sola volta in Champions League, ai preliminari della stagione 2016/2017.

PORTO IMBATTUTO IN QUESTA CHAMPIONS – Il Porto è reduce da cinque vittorie e dal primo posto nel Gruppo D, con almeno tre gol segnati nelle ultime quattro gare. La Roma, per contro, è arrivata seconda dietro il Real Madrid nel Gruppo G e ha perso le ultime due partite di Champions, anche se in questa edizione ha centrato la sua vittoria più ampia di sempre nel torneo.

COSI’ LA ROMA AGLI OTTAVI – Il bilancio della Roma agli ottavi è di tre passaggi del turno e tre eliminazioni. Dopo aver eliminato Lione (2006/07) e Real Madrid (2007/08), è uscita contro Arsenal (2008/09), Shakhtar Donetsk (2010/11) e Real Madrid (2015/16), mentre la scorsa stagione è passata ai danni dello Shakhtar. 

COSI’ CONTRO LE PORTOGHESI – Il bilancio della Roma nelle sfide a eliminazione diretta contro le squadre portoghesi è di tre passaggi del turno e tre eliminazioni. La sconfitta del 2016/17 contro il Porto ha messo fine a una striscia di tre vittorie. La gara persa 3-0 in casa contro il Porto ad agosto 2016 è stata la prima sconfitta interna dei giallorossi contro una squadra portoghese dall’1-2 contro il Benfica a marzo 1983. Tra le due sconfitte, i giallorossi hanno collezionato tre vittorie e un pareggio.

COSI’ IL PORTO AGLI OTTAVI – Agli ottavi della scorsa edizione, il Porto è stato eliminato con un secco 5-0 complessivo dal Liverpool che poi ha incrociato ed eliminato la Roma in semifinale. Il bilancio dei Dragoni agli ottavi è di tre passaggi del turno e sette eliminazioni, con un solo successo negli ultimi cinque tentativi. La squadra ha raggiunto questo turno per il terzo anno consecutivo ma non arriva ai quarti dal 2014/15.

COSI’ IL PORTO CON LE ITALIANE – I Dragoes hanno vinto cinque sfide a eliminazione diretta su nove contro le squadre italiane. Tuttavia, la più recente contro la Juventus, agli ottavi del 2016/17, si è conclusa con l’eliminazione con un 3-0 complessivo. La vittoria del 2016 a Roma è stata la prima del Porto in sette trasferte in Italia (2 pareggi, e 4 sconfitte). L’ultimo successo era stato il 3-2 sul campo del Milan nella fase a gironi 1996/97.

DERBY CONCEICAO-DI FRANCESCO – Sérgio Conceição, tecnico del Porto, ha giocato nella Lazio dal 1998 al 2000, vincendo la Coppa delle Coppe alla prima stagione, campionato e Coppa Italia alla seconda e un’altra Coppa Italia nel 2003/04 dopo un periodo al Parma e all’Inter. Il suo bilancio contro la Roma è stato di due vittorie, 3 pareggi e 4 sconfitte. Da giocatore ha affrontato Di Francesco quattro volte nel derby, con una vittoria della Lazio, due della Roma e un 3-3, con gol dell’allora centrocampista abruzzese.

DE ROSSI FA 58 – Daniele De Rossi è il giocatore romanista più presente nella fase finale della Champions League nella storia della Roma. Sono 58 le sue presenze finora più altre due nei preliminari.

Giulia Spiniello




Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.