romanews-roma-faccia-a-faccia-dzeko-milik
Foto Getty

ROMA NAPOLI, DZEKO MILIK – Sembrava l’inizio di una catastrofe, l’ennesimo torto arbitrale: Fazio espulso, un po’ troppo leggermente da Irrati, contro l’Udinese e la Roma che doveva legittimare il vantaggio per 60′. Ma i giallorossi si sono rimboccati le maniche, stretto i denti e si sono presi per mano fino a portare a casa la vittoria: il risultato dice 4-0 e quarto posto in classifica. La squadra di Fonseca ha effettuato il sorpasso proprio ai danni del Napoli che sabato 2 sarà in trasferta allo Stadio Olimpico. I partenopei vengono da un pareggio con l’Atalanta ma, soprattutto, non vengono da un buon momento. Nelle ultime 6 partite contano solo 2 vittorie, 3 pareggi e una sconfitta contro il Cagliari. Contro i bergamaschi è stato espulso Carlo Ancelotti che non siederà in panchina con la sua squadra, ma l’allenatore spera che i suoi giocatori possano comunque mostrare una reazione sul campo. Non ci sarà, tra le fila dei partenopei, Allan che ha subito un trauma distorsivo del ginocchio.

Faccia a faccia: Edin Dzeko

Dzeko is on fire. Il bosniaco sta vivendo un momento magico con la Roma. In questa Serie A ha giocato tutte le partite per 90′, eccezion fatta per quella con la Sampdoria nella quale è subentrato a Kalinic infortunatosi nel primo tempo. Nella gara precedente, infatti, il numero 9 ha subito una doppia frattura dello zigomo alla quale ha seguito un intervento chirurgico. Paulo Fonseca non voleva rischiarlo già nel match seguente e quindi gli ha preferito Nikola Kalinic, alla prima da titolare. Ma al momento ‘no’ infortuni dei giallorossi si è aggiunto anche il croato (oltre a Cristante nella stessa partita) e Dzeko ha dovuto infilarsi la maschera ed entrare in campo per lottare con i compagni. In questo campionato conta 5 gol e 1 assist. Tutti i gol, ad eccezione della gara con il Sassuolo vinta per 4-2, sono stati determinanti per portare a casa dei punti. Contro il Genoa la sua rete (più assist) hanno dato ai giallorossi un punto, col Bologna ha segnato il gol della vittoria proprio allo scadere, mentre col Lecce è sua l’unica marcatura della partita. Più recente invece è la firma contro il Milan, che ha ridato ai giallorossi la vittoria dopo 4 pareggi consecutivi tra Coppa e campionato.

Faccia a faccia: Arkadiusz Milik

Nonostante il momento ‘no’ del Napoli, Milik è in gran forma. Il polacco non ha giocato le prime tre partite di Serie A a causa di un infortunio all’inguine ma, nelle gare in cui è sceso in campo, è quasi sempre riuscito ad imporsi e a dire la sua con reti o assist. Conta infatti un totale di 5 partite giocate e, ad eccezione di una in cui è subentrato nell’ultimo quarto d’ora, è stato in campo per tutta la gara. Negli ultimi tre match, poi, è sempre andato in gol: contro il Verona è stato autore di una doppietta che ha regalato i tre punti ai partenopei, mentre contro SPAL e Atalanta i suoi gol hanno dato ad Ancelotti un punto a partita. Per suggellare questo momento d’oro, Milik è pronto a rinnovare il rapporto d’amore con il Napoli. Al termine della gara con l’Atalanta, infatti, Carlo Ancelotti ha annunciato un imminente rinnovo. Il polacco è un nome che impensierisce e non poco i tifosi giallorossi: nella scorsa stagione Milik ha segnato proprio ai Capitolini all’Olimpico.

Claudia Belli




Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureanda in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico il più presto possibile.