romanews-roma-leonardo-spinazzola-romanapoli
Foto Tedeschi

ROMA MANCHESTER INFORTUNATI – Dopo la qualificazione ottenuta contro l’Ajax per la semifinale di Europa League, la Roma vuole continuare a sognare, ora più che mai, la finale di Danzica. Il prossimo avversario sarà il Manchester United, incontrato più di una volta nelle fasi finali di Champions League e sempre con risultati negativi. Ora, però, è tutta un’altra storia e la squadra di Fonseca vuole crederci: per fare l’impresa serviranno due partite perfette e, soprattutto, la possibilità di avere la rosa più completa possibile.

Leggi anche:
Sogno Europa League, obiettivo Champions: ecco le prossime gare della Roma

Roma, la situazione infortunati in vista del Manchester

Non manca molto per la semifinale d’andata, in programma il 29 aprile ad Old Trafford, ma abbastanza per recuperare alcuni uomini chiave. I primi che dovrebbero tornare in gruppo sono Leonardo Spinazzola e Stephan El Shaarawy: entrambi fuori per problemi ai flessori, potrebbero essere reintregrati già la prossima settimana. Discorso diverso, invece, per Chris Smalling con le condizioni che restano un rebus. Come detto da Fonseca, infatti, il difensore inglese ha ricominciato ad allenarsi individualmente sul campo ed ha ottenuto il via libera dallo staff medico per aumentare i carichi di lavoro, ma è tutto nelle mani del difensore e delle sue sensazioni. Praticamente impossibile, invece, rivedere Kumbulla così come Nicolò Zaniolo. In caso di finale a Danzica il 26 maggio, però, potrebbero esserci anche loro. Chissà.

Print Friendly, PDF & Email

10 Commenti

  1. E infatti quel cretino di Mancini ha pensato bene (una volta che ha tenuto i gomiti a posto) di farsi ammonire per proteste, con conseguente squalifica!
    Sempre la zappa sui piedi da soli…

  2. arbitro con ammonizioni eccessive e falli fischiati spesso sballati. Ma non accetto che entrambi i centrali si siano fatti ammonire per proteste. Un fallo di gioco è un conto, ma la protesta no. Rischi inutilmente ed ora diventa ancora più importante il recupero di Smalling!

  3. Leggendo l’articolo mi viene da ridere…..”adesso è tutta un’altra storia”..tutta questa fiducia mah…per me non cambia nulla abbiamo sempre preso schiaffoni e continueremo a farlo.. poiché sono superiori in tutto

  4. Io come molti altri, il MU l’ho visto contro il Milan e in altre occasioni. Non sono dei mostri sacri. Se ci presentiamo come vittime sacrificali, loro non faranno complimenti. Per quanto Fonseca non mi piaccia, il suo gioco funziona. Quindi, io penso che loro dovranno temerci, e anche tanto.

  5. Il problema è che ci sono troppi “capiscioni”. L’allenatore lo conosciamo, i giocatori li conosciamo, l’ambiente idem. Fino alle semifinali ci siamo arrivati e staremo a vedere come andrà a finire senza fare, come al solito, i soliti disfattisti. FORZA ROMA sempre.

  6. Sono tre turni che i portasfiga “mainaggioia” “checciannamo affà” “ce voleva pure questa” toppano le loro masochistiche previsioni . Il MU visto all’andata cioè in casa sua contro il Milan (ho detto Milan, squadra ampiamente alla portata della Roma, come visto in campionato) je l’ha “incartata” alla grande, salvo poi essere eliminato per caso al ritorno. Per chi si lamenta dell’assenza di Mancini (più prezioso al ritorno all’Olimpico, in caso) e di Kumbulla (Kumbulla, non Chiellini o Culibalì), speriamo che Small si rimetta, mancano 13 gg all’ora X. Con il povero Cristante (povero perchè tappabuchi . . . ) e Ibanez, la difesa questa è. Il vero problema è il recupero al 100% di Mikh e Veretù. E non dimentichiamo le risorse in panca come Elsha, Vilar, lo stesso Pedro e il giovane Cavolfiori. Questo dando per formazione di partenza quella schierata ieri sera, ampiamente correggibile.

  7. Ancora non capisco come molti tifosi criticano così forte la gestione dei calciatori da parte di Fonseca.
    Ma vi rendete conto che questo allenatore da quando ha i giocatori contati deve fare i miracoli!?
    Non sono d’accordo nel voler cambiare l’allenatore .
    Prossima stagione vorrei vedere ancora lui in panchina con una rosa più forte e completa

Comments are closed.