Foto Tedeschi

ROMA INTER TIKI TATTICA – Un altro esame importante per la Roma. La squadra di Fonseca, domani alle 12, affronta l’Inter di Antonio Conte, nel match valido per la 17° giornata di Serie A. Per i giallorossi l’obiettivo è strappare i tre punti per sfatare il tabù contro le big e agganciare proprio i nerazzurri al secondo posto.

Gli schieramenti

Fonseca continua sulla strada del 3-4-2-1. La difesa è quella titolare con Ibanez, spostato eccezionalmente sul centro destra per limitare la velocità di Lautaro, Smalling e Mancini. A centrocampo c’è il ballottaggio Cristante-Villar per affiancare Veretout, con Karsdorp e Spinazzola sugli esterni. In avanti Pellegrini e Mkhitaryan sostengono Edin Dzeko.

Conte non molla il suo 3-5-2. Difesa con Bastoni, De Vrij e Skriniar, mentre sugli esterni ci saranno Young e Hakimi. Nei tre di centrocampo si rivede Vidal, con Brozovic e Barella. In avanti Lautaro e il rientrante Lukaku.

La chiave

Tanto della manovra dei nerazzurri passa per Romelu Lukaku e la capacità di Lautaro e dei centrocampisti di inserirsi alle sue spalle. Per questo sarà fondamentale il duello tra l’attaccante nerazzurro e Chris Smalling, l’uomo che, con tutta probabilità, dovrà attaccarsi al numero 9 per tutta la partita. Altro aspetto chiave del gioco di Conte è l’ampiezza, con gli esterni abili sia ad andare sul fondo e crossare ma anche a venire dentro il campo. La Roma dovrà fare una gara attenta difensivamente bloccando le fonti di gioco nerazzurre (principalmente Lukaku) e cercare un palleggio fluido – la prima pressione dell’Inter non è mai asfissiante ed efficace -, oltre a cercare di colpire la squadra di Conte alle spalle. La linea difensiva a tre degli ospiti, infatti, si è dimostrata spesso in questa stagione pigra e passiva se attaccata in profondità e messa sotto pressione.

Alessandro Tagliaboschi

Print Friendly, PDF & Email