romanews-roma-edin-dzeko-denswil-bologna
Foto Getty

ROMA OCCASIONI GOL – Il 2020 della Roma è iniziato, inaspettatamente, nel peggiore dei modi: una sola vittoria, tra Serie A e Coppa Italia, su sette partite giocate. Tra le molteplici cause che hanno portato al blackout giallorosso c’è stato il calo di rendimento da parte della difesa, punto di forza nella prima fase della stagione. La squadra di Fonseca, infatti, ha dovuto raccogliere il pallone sul fondo della rete per ben 16 volte, che equivale allo stesso numero di gol subiti in campionato prima di Fiorentina-Roma a dicembre. C’è però un altro dato che rende ulteriormente negativo questo brutto periodo dei giallorossi: la quantità di occasioni da gol sprecate.

Roma sciupona, Dzeko rende meno di quanto potrebbe

La Roma spreca molte occasioni da gol dall’inizio della stagione, ma la percentuale di reti mancate in questo avvio di 2020 è addirittura aumentata. Per comprendere meglio la poca incisività della squadra di Fonseca sotto porta si possono utilizzare gli ‘Expected Goals’ (abbreviati come xG): un dato statistico che traduce, sulla base della pericolosità delle azioni prodotte, il numero di gol che ci si sarebbe aspettato che una squadra o un giocatore segnasse. I giallorossi sono secondi dopo l’Atalanta in Serie A per xG prodotti, con un totale di 47.5. Concentrandoci solo su questo dato per ogni club, questa cifra dimostra che l’attacco della Roma potrebbe essere il secondo del campionato, quando in realtà attualmente è solamente il quinto (dopo Atalanta, Lazio, Inter e Juventus) con 42 reti messe a segno (differenza di 5.75). La statistica, naturalmente, offre solamente un punto di vista con cui osservare il calcio. Non tutto procede secondo i calcoli, sia in negativo che in positivo. Basterebbe osservare gli xG del capocannoniere, Ciro Immobile, fermi a 17.12 quando concretamente ha segnato ben 25 gol finora. In questo caso, complici anche le reti siglate dal dischetto, l’attaccante della Lazio è riuscito ad andare in gol molto di più di quanto ci si aspettasse, a differenza di Dzeko che ha siglato solo 10 gol con un xG di 14.28. Il bosniaco, quindi, non ha trasformato molte occasioni potenzialmente pericolose e avrebbe potuto siglare almeno 4 gol in più di quelli realmente fatti. Lui e Milik sono gli unici attaccanti in top 10 nella classifica marcatori che hanno segnato meno di quanto ci si aspettasse. Secondo questi dati, quindi, la Roma è una squadra che produce molto in zona offensiva, ma che realizza meno di quanto dovrebbe. Sabato sera, invece, affronterà una squadra che realizza di più rispetto a quanto produce: l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. I bergamaschi hanno creato 56.63 xG e hanno realizzato 61 gol finora.

Nel 2020 aumenta il valore delle occasioni da gol sprecate

Nel 2020, oltre a una fase difensiva poco efficace, Fonseca deve fare i conti anche con una minore lucidità sotto porta rispetto a quella del 2019. Le occasioni sprecate sono aumentate in queste ultime sette partite, perché la differenza tra xG prodotti (13.62) e gol messi a segno (7) è maggiore rispetto a quella dell’intera stagione (6.62). Il dato più deludente, però, arriva osservando nel dettaglio le varie partite affrontate dai giallorossi in questo nuovo anno. La Roma in campionato, infatti, ha sempre prodotto più Expected Goals della sua avversaria, riuscendo a vincere solamente contro il Genoa. Solo contro il Torino ha totalizzato un valore pari a quello dell’avversaria, ma mai minore. Il match in cui la differenza con l’altra squadra è stata più marcata è il derby, dove i giallorossi avrebbero dovuto vincere ma hanno sprecato moltissime occasioni da gol (2.10 contro 1.06). Oltre agli xG, in quella partita anche i tiri effettuati rendono come scenario quello di una Roma dominante, che avrebbe dovuto conquistare i tre punti: 22 tiri effettuati contro i 6 della Lazio. Il calcio, comunque, resta uno sport imprevedibile, ma in questo caso la statistica permette di descrivere una piccola criticità all’interno di una complicata fase che stanno attraversando i giallorossi in questa seconda parte di stagione. Paulo Fonseca, che ha ricevuto piena fiducia da parte di Fienga, avrà molto lavoro da fare. Sistemare la fase difensiva è la priorità, ma non riuscire a concretizzare molte occasioni pericolose potrebbe, nel tempo, portare via altri punti preziosi. (Fonte dei dati: Understat.com)

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

  1. Gestione dell’ AS ROMA peggiore di quella della regione liguria: che tristezza ! Giocatori mediocri o scarsi, infortuni, errori arbitrali, pochi soldi, mercato sbagliato, lazio vincente, troppi prestiti, presidente assente.
    E molti ciarlatani da bar dello sport che criticavano i Sensi !

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here