ROMA PRESTITI FLORENZI KLUIVERT OLSEN SITUAZIONE – La Roma approfitta di questa pausa Nazionali per riorganizzare le idee e recuperare la condizione che in queste ultime gare, con Parma e Napoli su tutti, sembra essere un po’ calata. I giallorossi torneranno in campo il 3 aprile alle 15 contro il Sassuolo in campionato, e il giovedì successivo l’andata in Olanda della super sfida contro l’Ajax dei quarti di Europa League. Ma c’è anche un’altra Roma, in giro per l’Europa. Giocatori giallorossi in prestito nei maggiori campionati del continente. Da Alessandro Florenzi a Justin Kluivert a Robin Olsen e non solo, ricapitoliamo allora le loro situazioni.

Leggi anche:
Roma, Zaniolo può esserci per il ritorno con l’Ajax

Florenzi e Nzonzi in Ligue 1

Tra i trasferimenti che hanno fatto più rumore dalle parti di Trigoria c’è quello di Alessandro Florenzi, ex capitano della Roma approdato al Paris Saint Germain con la formula del prestito di un anno per 500mila euro con diritto di riscatto fissato a 9 milioni. Il giocatore romano ha collezionato in campionato 18 presenze e 2 reti con i transalpini, una delle quali (contro Angers) all’esordio con i parigini: un vero e proprio gioiello, palleggio e tiro al volo dal limite dell’area. In generale, le sue performance sembrano aver convinto il club francese, che a fine stagione dovrebbe riscattare il classe ‘91. Incerto invece il futuro di Steven Nzonzi, la cui avventura non è decollata alla Roma nel 2018, per cui il calciatore è stato dato in prestito al Galatasaray (2019) e dal 31 gennaio 2020 è in prestito al Rennes, dove conta 27 presenze e un gol. Ma lo stesso classe ‘88 non si è sbilanciato sul suo futuro durante la conferenza stampa prima del Lione, qualche tempo fa: “Ora sono concentrato sulla stagione, poi vedremo cosa succederà”.

Leggi anche:
Calciomercato Roma, offerto Pellegri

Olsen e Under in Premier League

L’avventura di Robin Olsen in prestito all’Everton è iniziata il 5 ottobre 2020, dopo un’altra esperienza al Cagliari di un anno, visti i trascorsi non proprio felici con la Roma (che lo aveva acquistato dal Copenaghen nel 2018). In Premier League, il portiere svedese conta 5 presenze in stagione con 13 parate, 1 clean sheet e 8 gol concessi. Il club di Ancelotti a fine stagione sembrava orientato a riscattare il giocatore, ma fonti inglesi riferiscono che sia lo stesso ex giallorosso a voler lasciare l’Inghilterra dopo un’esperienza shock di natura extracalcistica, ovvero una rapina armata subita settimane fa nel suo domicilio di Altrincham. Capitolo Under: “Non vedo l’ora di cominciare” aveva detto alla soglia della sua avventura con il Leicester, dove è in prestito per 3mln dal 20 settembre 2020 con diritto di riscatto fissato a 23mln. Tuttavia, l’esperienza inglese non ha dato i frutti sperati a Cenzig che, a detta del tecnico Rodgers, “non si è ancora adattato al campionato”. Qui il 23enne ha collezionato 9 presenze, ma nessun gol, complice anche qualche problema fisico, che persiste tuttora e lo costringe ai box. La permanenza del turco in Inghilterra sembra quindi in bilico. In caso di ritorno nella Capitale, la Roma probabilmente proverà a trovare un’altra sistemazione.

Leggi anche:
Calciomercato Roma, piace Zappa del Cagliari

Tra Serie A e Bundesliga: Kluivert e Cetin

Sbarcato nella Capitale nell’estate 2018, Kluivert ha messo in bacheca 68 partite e 9 gol con la Roma, dove però poi ha faticato a trovare spazio e continuità. Per questo dal 5 ottobre 2020 è in prestito secco (fino a giugno 2021) al Lipsia per 1mln con diritto di riscatto. Con il club tedesco il giovane olandese conta 15 presenze (2 da titolare), 1 gol e 1 assist. E una rete anche in Champions League. “Sto bene qui, sto crescendo, ma non voglio farlo troppo in fretta”. Al momento Justin non sembra preoccupato del futuro, anche perché, secondo fonti tedesche, la squadra di Nagelsmann sarebbe pronta a riscattare il classe ‘99 per una cifra tra i 10 e i 13 milioni.
Tornando in Serie A troviamo l’ex giallorosso Mert Cetin, attualmente in prestito al Verona (fino al 30 giugno 2021) con diritto di riscatto e controriscatto. Il difensore di Ankara è approdato in giallorosso nel 2019 collezionando poi 6 presenze, le stesse registrate con i gialloblù in questa stagione. Prima di partire per il Veneto aveva detto ai tifosi giallorossi: “Non è un addio, tornerò più preparato”. Ma anche nel caso in cui rientri a Roma non è scontato che i capitolini optino per la permanenza del classe ‘97. E poi c’è Mirko Antonucci, anche lui non ha trovato spazio nella Capitale e dopo un’avventura portoghese al Vitoria Setubal è in prestito con diritto di riscatto alla Salernitana (Serie B) fino a giugno 2021. Qui l’esterno romano classe ‘99 (da poco papà) è sceso in campo solo 3 volte, e nel suo immediato futuro non sembra esserci un ritorno a Roma. Infine c’è Ante Coric, che, in virtù dell’esperienza non entusiasmante a Trigoria, è andato in prestito al Venlo (ottobre 2020), dove non è decollato, perciò si è trasferito in Slovenia, in prestito all’Olimpia Lubiana dal 14 febbraio fino al 30 giugno 2021. Per lui sino ad ora un assist in Prva Liga e 5 partite. Ma il futuro è ancora da scrivere, anche se sembra poco probabile immaginarlo all’ombra del Colosseo.

Print Friendly, PDF & Email

1 commento

Comments are closed.