Foto Tedeschi

ROMA FIORENTINA CRONACA – Continua il tour de force della Roma. Dopo il pareggio in Europa League contro il CSKA Sofia di giovedì sera, la squadra di Fonseca torna in campo, alle ore 18, allo Stadio Olimpico contro la Fiorentina nel match valido per la 6° giornata di Serie A. I viola partono in quarta, dominando per 8 minuti e sfiorando ben due volte il gol, ma sono i capitolini a passare in vantaggio al 12′. Spinazzola ringrazia Milenkovic e Martinez Quarta, che si erano scontrati nel tentativo di un contrasto, e mette alle spalle di Dragowski il pallone dell’1-0. Il terzino festeggia il primo gol in campionato di questa stagione. La Roma prende fiducia mentre la Fiorentina comincia a chiudersi in difesa, e così arrivano tante occasioni per i giallorossi (che sfiorano il raddoppio con Dzeko, Mkhitaryan e Pedro). Il primo tempo si chiude con un gol di vantaggio. La ripresa inizia come era finita la prima frazione di gioco, ossia con i giallorossi all’arrembaggio verso la seconda rete. Tante percussioni su entrambe le fasce, e i soliti tre (Dzeko-Mkhitaryan-Pedro) sfiorano più volte il raddoppio. Il secondo gol arriva al 72′ con un contropiede perfetto della Roma. Comincia l’azione Veretout, che innesca Dzeko. Il bosniaco quindi la lascia a Mkhitaryan che mette un assist al bacio per Pedro, alla sua terza rete in giallorosso. Nel finale la Fiorentina rimane in dieci per un brutto fallo di Martinez Quarta su Dzeko. Dominio giallorosso, Fonseca ritrova la vittoria dopo due pareggi consecutivi contro Milan e CSKA Sofia.

Cronaca testuale
Claudia Belli

Roma-Fiorentina, le formazioni ufficiali

ROMA (3-4-2-1) 83 Mirante; 23 Mancini, 6 Smalling, 3 Ibanez; 2 Karsdorp (72′ Bruno Peres), 17 Veretout (89′ Kumbulla), 7 Pellegrini (79′ Cristante), 37 Spinazzola; 11 Pedro (72′ Carles Perez), 77 Mkhitaryan; 9 Dzeko.
A disp.: 13 Pau Lopez, 12 Farelli, 20 Fazio, 14 Villar, 21 Mayoral, 64′ Podgoreanu.
All.: Paulo Fonseca

INFORTUNATI: Diawara (Coronavirus), Pastore (problema anca sinistra), Zaniolo (rottura legamento crociato ginocchio), Calafiori (positivo al Covid), 18 Santon (problema al flessore della coscia sinistra).
SQUALIFICATI: –
DIFFIDATI: –

FIORENTINA (3-5-2): 69 Dragowski; 2 Quarta, 4 Milenkovic, 22 Caceres; 21 Lirola, 34 Amrabat (82′ Duncan), 5 Bonaventura (57′ Vlahovic), 10 Castrovilli (46′ Pulgar), 3 Biraghi; 7 Ribery (82′ Cutrone) 77 Callejon (67′ Kouamé).
A disp.: 1 Terracciano, 33 Brancolini, 20 Pezzella, 98 Igor, 23 Venuti, 27 Barreca, 18 Saponara.
All.: Giuseppe Iachini.

INFORTUNATI: Borja Valero.
SQUALIFICATI:
DIFFIDATI: –

Arbitro: Orsato di Schio.
Assistenti: Bindoni – Prenna
IV: Giua
VAR: Calvarese
AVAR: Mondin

Marcatori: 12′ Spinazzola (R), 71′ Pedro (R)

Cronaca

Secondo tempo

94′ – Triplice fischio. La Roma porta a casa tre punti.

93′ – Ultima azione per i giallorossi. Bruno Peres crossa perfettamente su Dzeko, il bosniaco stoppa il pallone e prova il tiro ma Dragowski era posizionato bene e blocca la sfera.

91′ – Ammonizione per Cristante.

90′ – Assegnati 4 minuti di recupero.

89′ – Cambio per la Roma: Kumbulla prende il posto di Veretout.

88′ – Rosso per Martinez Quarta per un intervento a forbice su Dzeko.

85′ – Pestone di Cutrone su Bruno Peres, Orsato chiama fallo.

82′ – Ultimi due cambi per la Fiorentina: escono Ribery e Amrabat per Cutrone e Duncan.

80′ – Gran colpo di testa di Kouamé che si è coordinato molto bene: Mirante non si fa trovare impreparato e blocca il pallone. Brivido per la Roma.

79′ – Altro cambio per la Roma: Pellegrini lascia il posto a Cristante.

73′ – Ottima chiusura difensiva della Fiorentina che salva la porta dal terzo gol: Bruno Peres aveva crossato al centro per Mkhitaryan che a pochi passi dalla rete era andato al tiro.

72′ – Doppio cambio per la Roma: Pedro lascia il posto a Carles Perez e Karsdorp a Bruno Peres.

71′ – GOOOOOOOOOOOOOOOL! Contropiede perfetto della Roma. Comincia l’azione Veretout, che innesca Dzeko. Il bosniaco la lascia a Mkhitaryan che mette un assist al bacio per Pedro che non può fare altro che metterla dentro.

67′ – Terzo cambio per la Fiorentina: esce Callejon ed entra Kouamé.

66′ – Ribery frana addosso a Veretout colpendolo sul collo, Orsato dopo qualche secondo fischia.

63′ – Grandissima percussione di Mkhitaryan che corre verso l’area liberandosi della difesa viola. A pochi metri dalla linea di porta un avversario gli leva il pallone e lo manda in calcio d’angolo.

62′ – Bella giocata di Ibanez che arriva sul fondo e la passa a Dzeko, peccato per il passaggio troppo lungo che finisce in rimessa.

60′ – Giallorossi ancora avanti grazie al trio DzekoMikiPedro. Stavolta è l’armeno che viene messo dai compagni in area ma si allunga un po’ troppo il pallone che finisce tra le mani di Dragowski.

57′ – Cambio per la Fiorentina: entra Vlahovic per Bonaventura.

56′ – Lirola prova l’incursione dalla destra: l’ex Sassuolo la mette in area ma Smalling manda in calcio d’angolo.

53′ – NOOOOOO! Veretout sfiora la rete, il pallone esce di pochi centimetri.

52′ – Pellegrini viene atterrato in area da Caceres: il centrocampista chiede un rigore ma Orsato dice no.

50′ – Lirola arriva in ritardo su Spinazzola: giallo per l’ex Sassuolo.

48′ – Veretout ruba il pallone a Bonaventura e comincia la ripartenza: la passa quindi a Pedro che la mette al centro per Dzeko. Il bomber giallorosso non riesce ad arrivare sulla sfera.

46‘ – Riparte il secondo tempo, Fiorentina in campo con una sostituzione: Pulgar prende il posto di Castrovilli. La Roma invece conferma i suoi undici.

Primo tempo

45′ – Non c’è recupero: finisce il primo tempo.

37′ – Doppio miracolo di Dragowski: Karsdorp tira dalla distanza e il portiere viola respinge, arriva quindi sul pallone Mkhitaryan e ancora una volta il polacco respinge, stavolta in angolo.

35‘ – Batte il calcio di punizione Bonaventura ma si infrange ancora una volta sulla barriera giallorossa.

33′ – Giallo anche a Veretout per una trattenuta su Ribery poco prima prima dell’area di rigore. Calcio di punizione per la Fiorentina.

33′ – Pellegrini innesta Pedro con un ottimo passaggio da centrocampo ma lo spagnolo era in fuorigioco.

32′ – Giallo a Castrovilli per un intervento sulla corsa di Pedro: il centrocampista entra da dietro e blocca la ripartenza giallorossa.

31′ – Lirola la passa al centro dell’area con un cross pericoloso, Mancini arriva in tempo sul pallone per sventare il peggio e allontana il pericolo dall’area.

24′ – Sgambetto di Dzeko a Lirola mentre stava ripartendo: giallo per il numero 9.

23′ – NOOOOOO! Dzeko sfiora nuovamente il gol su calcio d’angolo di testa: il bosniaco schiaccia il pallone a terra e Dragowski riesce a levare la sfera dalla rete allungandosi.

18′ – Pedro sfiora il terzo gol in maglia giallorossa: dal limite dell’area, da fermo, prova a piazzare il sinistro che però finisce di un nonnulla fuori.

15′ – Giallorossi vicino al raddoppio: su calcio d’angolo Dzeko si ritrova solo a porta sguarnita ma colpisce male la sfera (di ginocchio) e finisce alta.

14′ – Ancora la Roma a campo aperto: l’azione inizia da Mancini che ruba palla senza fallo a Ribery. Parte quindi Spinazzola che la mette dentro per Dzeko a pochi passi dalla porta ma un difensore la manda in calcio d’angolo.

12′ GOOOOOOOOOOOOOOOOL! Spinazzola coglie l’occasione ghiotta: Milenkovic e Martinez Quarta sbattono tra di loro e lasciano il pallone libero al terzino. Il numero 37 prova la sponda per Pedro ma il pallone sbatte su un avversario e rimane a disposizione di Spinazzola che la mette in rete.

11′ – Fallo su Dzeko: sarà calcio di punizione per la Roma all’altezza di centrocampo. Batte subito Pellegrini che tenta di sorprendere gli avversari ma sorprende anche Dzeko che non arriva sul pallone.

7′ – Fallo di Ibanez su Callejon sulla trequarti gialllorossa: calcio di punizione per la Fiorentina. Batte Biraghi ma il pallone si infrange sulla barriera.

4′ – Fallo di Pellegrini su Ribery: il viola mentre cercava il colpo di testa è stato colpito dalla gamba del centrocampista.

2′ – Ancora avanti la Fiorentina con Ribery che la mette al centro: Spinazzola salva il risultato e la butta via a pochi metri dalla linea. Nell’azione si fa male al polso Mancini, l’arbitro ferma la partita.

1′ – Subito la prima occasione per la Fiorentina: Mirante appoggia corto per Veretout che perde il pallone sotto il pressing avversario. Va al tiro Castrovilli che finisce di pochissimo fuori.

1′ – Fischio d’inizio: comincia la partita.

Il pre partita

Ore 17:00 – La Roma rende nota la formazione ufficiale attraverso il proprio profilo Twitter.

Ore 16:50 – La Fiorentina rende nota la formazione ufficiale.

Ore 16:47 – Anche la Fiorentina è arrivata allo Stadio Olimpico.

Ore 19:41 – Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, rende nota la formazione ufficiale della Roma.

Ore 16:39 – La Roma arriva allo Stadio Olimpico.

I precedenti

Sono 162 i precedenti in Serie A tra le due squadre, con un bilancio di 54 vittorie della Roma, 60 pareggi e 48 vittorie della Fiorentina. In casa giallorossa, sono 38 successi capitolini, a fronte di 28 pareggi e 15 vittorie dei gigliati, con l’ultima sfida che risale a luglio di quest’anno con il 2-1 per la squadra di Fonseca con doppietta, discussa, di rigore da parte di Jordan Veretout. Paulo Fonseca ha incontrato Giuseppe Iachini solamente nel match dell’Olimpico dello scorso campionato. Il tecnico viola ha invece sfidato la Roma 11 volte, vincendo in due sole occasioni e ottenendo 3 pareggi e 6 sconfitte.

Print Friendly, PDF & Email

22 Commenti

  1. Ecco che iniziano anche i problemi fisici. Santon starà fuori almeno fino a gennaio. Chi sarà il prossimo?

    • A gufo sbiadito ritorna sul trespolo.Abbiamo una buona rosa quindi i calciatori infortunati hanno tutto il tempo per recuperare senza forzare i tempi te piuttosto pensa alla formellese che se poco poco gli finiscono gli aiuti e qualcuno si infortuna vedi dove finirete.

  2. Per me Diawara è positivo al conflitto con la Roma.
    Comunque Pellegrini non è mediano, deve giocare più avanti per rendere di più.
    Alla Roma serve acquistare: Klostermann, Ruben Neves, El Shaarawy o Depay o Thuram e Edouard o Daka.

  3. Diawara è chiaramente in conflitto con la società, il covid è una stronzata. Comunque sta formazione non è mica male. Secondo me se ci butti un terzino destro di alto livello ce la giochiamo con tutti, soprattutto se Ibanez dovesse migliorare. Mkitarya-Pedro-Dzeko non ce li hanno tutti.

  4. Sono d’accordo sul piccolo gap che abbiamo sulla destra, per via di due giocatori che non sanno difendere, Peres quanto offende è sempre imprevedibile e ce lo teniamo. Il problema resta la poca attenzione e poco agonismo che spesso mettiamo quando perdiamo palla o all’inizio delle partite, cosa che ci mette sempre in pericolo, poi se giochi contro Udinese o Cska riesci a sfangarla perchè hanno poca qualità, ma contro Milan e squadre da metà classifica i rischi sono enormi, lascia spazi a Ribery e Kouamè e sono dolori lancinanti

  5. Non approvo il modulo di fonseca. IO gradirei 4-3-3, 4-4-2, 4-2-2-2, 4-3-1-2. Non si puo’ giocare senza due punte di grande valore.

  6. 17 Ottobre ’98 a un minuto dalla fine sotto 0-1 , in nove …. Il Fenomeno di nome Totti e il boato dei 90mila+1!
    26 Novembre ’00 a una manciata di minuti dalla fine una bomba fotonica del Re Leone il fuoriclasse e il boato che ancora rimbomba per Roma dei 90mila+1 !
    01 Novembre 2020 : nel silenzio di un Olimpico deserto e glaciale, la partita del cosa? Del chi? Di che cosa? Bha che amarezza.

  7. Sulla destra e’ un terno al lotto, nessuno puo’ sapere chi scegliere sono entrambi mine vaganti, nel terzetto dei centrali lascerei fuori Ibanez a questo giro lo vedo in calo, per il resto la squadra e’ quella, nel tempo bisogna sperare che Villar e Perez crescono da mettere in difficolta’ Fonseca, davanti Maioral speriamo dimostri qualcosa se no a gennaio Milik scontatissimo lo prenderei volentieri

    • Milik non è un profilo da Roma e tantomeno adatto allo schema di Fonseca che cerca una punta che va a prendersi palla e faccia gioco. Sulla destra i problemi sono tanti,come lo sono a sinistra perchè non hai nè terzini nè ali/tornanti di ruolo. Ma i problemi ci sono sia a centrocampo che in difesa. E devi sperare che Pedro o Dzeko siano sempre in forma e non abbiano infortuni. Aspetta e spera che a gennaio prendano qualcosa di buono,la nuova proprietà non ha i soldoni che speravamo avesse.

      • Non hai visto molte partite di Milik, mi sembra invece che sia uno che ripiega abbastanza e fa la boa per i compagni. Se la Roma lo ha cercato (e pare che sia ancora sotto i riflettori) è perchè era considerato utile alla causa. Se Fonseca, o qualunque altro allenatore, si ritrova con un altro tipo di giocatore adatterà il suo gioco al nuovo arrivo, anche perchè di giocatori come Dzeko ne vedo molto pochi in giro.
        La nuova proprietà ha detto poche cose ma buone (vediamo se porta a termine):

        – 14 mesi per risanare,
        – intanto non vendiamo i nostri pezzi pregiati,
        – per competere coi grandi serve lo stadio.

        Purtroppo i grandi nomi non ci sono ma anche così la Roma può dire la sua: la base è buona (a parte i ruoli scoperti che sappiamo) anche se purtroppo non abbiamo valide alternative. Aspettiamo a Gennaio che arrivi qualcosa (Elshaa, terzino) e il ritorno di Zaniolo.

  8. Il problema è sempre la fascia destra;
    Karsdorp e B.Peres inadeguati.
    Santon il meno peggio ma è infortunato.
    Nessuno tra Primavera e riserve (Fazio, Jesus) che possa adattarsi al ruolo di terzino destro ?

  9. Una squadra pazzesca che meriterebbe più gol e un rigore negato da rosato che grida vendetta…. quanto sei bella Roma!
    Forza Roma!!!!!!

  10. Finalmente una partita convincente e autoritaria, giocata con concentrazione e non con la solita sufficienza.
    Difesa nei 3 ottima, come ampiamente previsto il ritorno di Smalling ha ridato sicurezza e attenzione a Mancini; Spinazzola molto bene anche in fase difensiva, Karsdorp abbastanza bene ma al momento regge 60 minuti, bisogna capire se è una cosa risolvibile. Veretout bene, Pellegrini bene: quando ha voglia e non rosica ad ogni palla persa è utile anche in questa posizione più arretrata. Avrà modo di giocare più avanti (Pedro non può giocare tutte le partite 90 minuti), ma finché anche più in basso gioca così ci può stare. Trio d’attacco bene, spero che Mkhi trovi il gol prima possibile, nel frattempo non rinuncia al suo assist e va bene così, azione del secondo gol da manuale.
    Daje Roma, vittoria importante.

    • P.S. Orsato abbastanza incomprensibile. Se quello su Pellegrini non è rigore mi chiedo quale possa esserlo.
      Orsato ha detto “per dare il fallo ci deve essere il fallo, non basta il contatto”.
      Dunque uno sgambetto volontario da dietro non è fallo, ma è solo un contatto. Bene, ne prendiamo atto.
      Poi però andiamo a guardare gli altri rigori concessi oggi, e qualche dubbio torna.

Comments are closed.