Alle ore quindici e trentadue minuti (circa) di domenica 1 novembre tutti, in un Olimpico ammutolito dal gol di Adailton, guardavano verso il fondo della classifica trovando pochi, pochissimi nomi sotto quello della Roma, lontana appena due punti dal terzultimo posto. Un girone dopo, quei minuti e quei timori sembrano un incubo da cui ci si è svegliati con un sospiro di sollievo. E che, anzi, inizia a somigliare ad un sogno.
 
UN GIRONE FA — «Venivamo da tre sconfitte, non è stata una partita bellissima ma è stata una partita difficile dove i ragazzi hanno saputo reagire. Da lì è cambiata totalmente la Roma». Così Ranieri ha riallacciato i fili di quella Roma fischiata e precipitata in fondo alla graduatoria di serie A e di quella sorridente e — se lo augurano tutti — vincente di oggi. Diciannove partite, dal Bologna a Bologna. Diciannove partite che vedono la Roma prima e imbattuta — unica del campionato — rallentata nella sua marcia a tratti trionfale, da appena sei pareggi. Di cui la metà nell’ultimo mese. Dal 1 novembre, giorno di Roma-Bologna, ad oggi, quarantacinque punti. Due più del Milan, con cui divide la miglior difesa (sedici gol subiti). E il Milan è anche l’unico club ad aver fatto più gol dei ragazzi di Ranieri: trentotto contro trentasei.
 
FORMULA TRE — Proprio l’attacco, nel match di sabato con l’Udinese, ha fatto innamorare i tifosi romanisti. Da lì potrebbe ripartire Ranieri. Proponendo nuovamente la ‘formula tre’: Toni e Vucinic insieme a Menez. Una Roma spregiudicata, almeno sulla carta. Possibile anche in trasferta? «Credo di si, l’importante è che la squadra stia sempre bene e sappiano correre tutti come hanno fatto l’altra sera», il punto di vista del tecnico romano. Un via libera, o qualcosa di simile. Dopo i lampi sotto i riflettori dell’Olimpico, il tridente dovrebbe allora cercare il bis al Dall’Ara, dove la Roma non vince da sei anni e quattro mesi. 
 
DUBBIO — Per sostenere la formula tre (punte), Ranieri starebbe pensando di replicare il ‘rombo’ anti-Udinese, in cui Menez sarebbe confermato vertice alto. A centrocampo rientreranno, dopo aver scontato il turno di squalifica, De Rossi, Pizarro e Taddei. Tre nomi che potrebbero dare il cambio al trio Perrotta-Brighi-Faty visto sabato. Potrebbero, perché tra Perrotta e Taddei sembra ancora favorito il centrocampista calabrese, nonostante una diffida che lo pone a rischio (come anche Vucinic e Menez) per l’appuntamento contro l’Inter. Sicuro di avere una maglia sulle spalle Mexes, in campo al posto dello squalificato Juan. Ranieri potrebbe inoltre decidere di concedere altri novanta minuti di ossigeno a De Rossi. Il centrocampista domenica è rimasto a lavorare in palestra all’interno del centro tecnico di Trigoria per un fastidio alla caviglia che si sta trascinando da tempo. Al momento, solo un’ipotesi.
 
E L’INTER? — A Bologna, in ogni caso, la Roma cercherà i punti per continuare a seguire la scia dell’Inter. «L’Inter rimane favorita e l’altra contendente è il Milan. Loro se la giocano», il bluff di Ranieri. Ma se il tecnico gioca a nascondino, i tifosi hanno scoperto le carte. Invadendo l’Olimpico con novanta minuti di anticipo sul calendario di serie A. Tanti, tantissimi i sostenitori giallorossi che si sono aggiudicati i tagliandi per il match di sabato contro l’Inter. Già da ieri, giorno di apertura della vendita, sono andati esauriti i tagliandi di Curva e Distinti Nord. Oggi sono terminati i biglietti di tribuna Tevere e del settore riservato ai tifosi dell’Inter, per un totale di circa trentamila tagliandi venduti. A questo punto, rimangono sul mercato ancora dei posti di tribuna Monte Mario, che porterebbero il totale a trentacinquemila. E che, con ogni probabilità, verranno esauriti nelle prossime ore. Soprattutto, e questa è la speranza di tutti, se Bologna dovesse riservare un sorriso.
 
Matteo Pinci
 
PROBABILI FORMAZIONI (Bologna, Stadio Dall’Ara, ore 20.45)
 
BOLOGNA (4-4-1-1): Viviano; Raggi, Portanova, Moras, Lanna; Buscè, Mudingay, Guana, Modesto; Adailton; Di Vaio.
A disp.: Colombo, Santos, Zenoni, Mingazzini, Gimenez, Succi, Zalayeta.
All.: Colomba
 
ROMA (4-3-1-2): Julio Sergio; Cassetti, Mexes, Burdisso, Riise; Perrotta, Pizarro, De Rossi; Menez; Toni, Vucinic.A disp.: Doni, Motta, Andreolli, Tonetto, Brighi, Cerci, Baptista.All.: Ranieri
 
Squalificato: Juan
Indisponibile: Totti
Diffidati: Perrotta, Vucinic, Menez

Print Friendly, PDF & Email

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here