romanews-roma-paulo-fonseca-conferenza-stampa-europa-league
Foto Tedeschi

ROMA CSKA SOFIA FONSECA – La Roma si avvicina al match di Europa League contro il CSKA Sofia di domani, ore 21, allo Stadio Olimpico. Oggi, già giorno di vigilia, i giallorossi si sono allenati nella seduta di rifinitura alle ore 11.20 presso Trigoria. Alle ore 14, invece, Paulo Fonseca svolge la consueta conferenza stampa accompagnato da Karsdorp e non più da Santon, che sarà indisponibile per un fastidio al flessore della coscia sinistra.

La conferenza di Fonseca prima di Roma-Cska Sofia

Gasport: domani può giocare di nuovo Borja Mayoral dal 1′ minuto?
“Sì, domani giocherà Borja”.

Il Messaggero: il reparto difensivo subisce troppo. Basterà Smalling o sta pensando ad altri rimedi?
“Come voi sapete Smalling è importante per noi, ma non ha una relazione diretta con la prestazione difensiva della squadra. Questi tre ragazzi che hanno giocato quasi sempre finora (Mancini, Kumbulla, Ibanez ndr) hanno fatto sempre bene. Non è giusto fare questa relazione con Smalling. E’ un grande difensore e importante, ma questi ragazzi hanno sempre fatto bene”.

Corsport: a che punto è l’inserimento di Mayoral? E’ adatto al suo gioco? Sta pensando di metterlo dietro la punta?
“Borja è un attaccante e giocherà sempre come attaccante. E’ un giovane che ha bisogno di adattarsi, aveva giocato sempre in una realtà diversa di questa e come giovane ha bisogno di adattarsi. Ha lavorato molto contro lo Young Boys: è stata una partita difficile, in un campo sintetico con un primo tempo molto difficile. Dobbiamo capire che è un giovane e ha bisogno di adattarsi, ma ho fiducia in lui”.

Corsera: in una situazione come questa, con tanti casi di positività, il calcio non dovrebbe riflettere almeno su una riduzione delle partite?
“E’ una situazione complicata, penso che tutte le squadre sono rigorose in questi momenti. Ho fiducia nelle autorità per prendere le migliori decisioni per il calcio. Voglio credere che non cambierà niente, per un campionato più giusto è meglio rimanere così. Comunque, ho fiducia totale nelle autorità che devono prendere queste decisioni e sono sicuro che prenderanno le migliori decisioni possibili per il calcio”.

Il Tempo: Smalling partirà titolare? O rivedremo Fazio e Jesus?
“Smalling partirà titolare”

Il Romanista: nelle ultime 13 gare tra lo scorso e questo campionato Roma e Milan hanno gli stessi risultati: i rossoneri vengono esaltati, voi no. Ha l’impressione che nei suoi confronti la critica sia ingenerosa?
“La risposta sta nella domanda per me. Io sono focalizzato nel mio lavoro”.

Rete Sport: la Roma prende molti gol su situazioni da calci d’angolo. E’ un problema di singoli o del dispositivo di marcatura?
“E’ vero che il Milan è una squadra fortissima sulle palle ferme, ma noi non siamo stati come sempre: abbiamo consentito due, tre situazioni al Milan. Non è una questione di struttura, è una questione che possiamo fare meglio e questa squadra ha dimostrato sempre che è sicura sulle palle ferme e sui calci d’angolo. Per questo non sono preoccupato”.

Tele Radio Stereo: contro il Milan un’altra rimonta che mostrato la personalità della squadra. Cosa deve fare la Roma, però, per migliorare nell’approccio alla gara?
“Per me è importante vedere una squadra che sta bene e ha fiducia. Ha fatto una bella partita con il Milan. Dobbiamo migliorare nel non prendere gol contro queste squadre perché dopo è difficile cambiare la partita. Non siamo entrati bene in campo, abbiamo preso un gol subito e uguale nel secondo tempo: non può succedere. Dobbiamo essere più attenti a inizio partita, ma la squadra ha dimostrato grande carattere e fiducia: penso abbia fatto una buona partita”.

Il primo gol di Ibrahimovic arriva da una situazione già subita: cioè con il difensore che guarda la palla e non l’uomo dietro di lui. Quanto è difficile correggere questo tipo di errori?
“Difensivamente lavoriamo molto sul controllo della profondità, su quella situazione sono usciti veloci e non abbiamo portato pressione sulla palla. Ci lavoriamo molto su questo aspetto, durante la partita il Milan non ha giocato come al solito, hanno provato a cercare di più la profondità e la abbiamo controllata bene se non in un paio di momenti, restando compatti: in quei due momenti non abbiamo controllato bene”.

Roma Tv: qual è la maggiore insidia per la partita di domani contro il Cska Sofia?
“E’ importante avere l’atteggiamento giusto. Il Cska Sofia ha vinto a Basilea, è una squadra forte fisicamente, profonda, che vuole la palla ed ha giocatori forti nell’uno contro uno. Non so cosa può succedere, in settimana ha cambiato l’allenatore. E’ un avversario con tanti punti positivi, dobbiamo essere concentrati e avere l’atteggiamento giusto per non lasciargli prendere fiducia a gara in corso”.

Fonseca ai canali social ufficiali

“E’ importante far riposare chi ha giocato di più e dare fiducia a chi non ha giocato tanto. Per me è importante vedere questi ultimi, io ho fiducia in tutti. Smalling è importante per noi, non so se giocherà tutta la partita: è importante che torni nella miglior condizione fisica e quindi che giochi. Il CSKA Sofia ha battuto il Basilea, non ha fatto bene nelle ultime partite ma ha giocatori molto bravi. Hanno cambiato l’allenatore, non so cosa potrà succedere perché non lo conosco. Però penso che siamo preparati per tutte le situazioni“.

Fonseca a Sky Sport

“E’ importantissimo per noi vincere domani per rimanere al primo posto del gruppo. E’ anche importante migliorare in difesa. Non che la squadra, in generale, sia andata male difensivamente. Abbiamo avuto due o tre situazioni (contro il Milan, ndr) in cui potevamo fare meglio, in queste situazioni è stato difficile entrare in partita e prendere un gol, entrare poi nel secondo tempo e prenderne un altro. Dobbiamo essere una squadra più concentrata quando iniziamo le partite, perché è troppo importante rimanere con la porta inviolata. Stiamo lavorando per essere una squadra più efficiente in questo tipo di situazioni“.

Print Friendly, PDF & Email

4 Commenti

  1. Se per pelatone intendi Spalletti è meglio togliere l’accezione negativa dalla tua frase, è stato il miglior allenatore degli ultimi 20 anni, forse più, meglio anche di Capello per me, se quello squadrone lo avesse avuto “Il Pelatone” ne avrebbe vinti due di scudetti e forse qualcos’altro. Aveva un carattere spigoloso ma le sue squadre barcollavano ogni tanto ma non cadevano mai e raggiungeva sempre gli obiettivi possibili. Solo lui è riuscito a far fare a Dzeko 39 gol in stagione e record di punti, arrivando solo a -4 dalla Juve galattica che non sbagliava quasi mai una partita. Fonseca ha ragione, da quando abbiamo cambiato modulo (non dal post lockdown ma dal cambio modulo) ha uno score incredibile, ha scazzato tema tattico solo col Siviglia che resta comunque la squadra che ha vinto l’Europa League, non l’ultima arrivata, io dico bene Fonseca, non mi piace il suo eccesso di baricentro alto ma bene comunque Fonseca, avanti così, ti giudicheremo a fine stagione

    • No parlavo del pelatone appeso a testa in giù. Spalletti lo considero il miglior allenatore che abbiamo avuto negli ultimi 20 anni.

Comments are closed.