Foto Tedeschi

ROMA CSKA SOFIA CRONACA – Nuovo impegno europeo per la Roma. La squadra di Fonseca, dopo il buon pareggio per 3-3 contro il Milan, alle 21 ha affrontato il Cska Sofia per la seconda giornata del girone A di Europa League. I capitolini partono subito all’attacco e al quarto minuto trovano il gol di Smalling, al suo (secondo) esordio con la Roma. La gioia dura ben poco, perché il guardalinee alza la bandierina: Mkhitaryan era in fuorigioco poco prima di passare il pallone al difensore inglese. La partita procede quindi a ritmi interessanti, con spunti di gioco sia da una parte che dall’altra. A metà primo tempo poi un’ottima imbucata di Villar mette a tu per tu con il portiere Mkhitaryan, che di prima intenzione calcia ma la traversa gli nega la gioia del gol. Nel secondo tempo Spinazzola lascia il terreno di gioco per Karsdorp, che va sulla fascia destra mentre Peres prende possesso di quella sinistra. Anche Pedro prende parte alla partita, sostituendo Mkhitaryan. I ritmi provano a intensificarsi, ma la Roma non riesce mai a trovare l’ultimo passaggio, con la difesa avversaria che mette i bastoni fra le ruote a ogni azione giallorossa. A metà secondo tempo entrano anche Pellegrini e Dzeko e la partita si fa più interessante. Lo stesso Pellegrini va vicino al gol con un tiro dalla distanza, parato da Busatto, mentre il bosniaco spreca la più grande palla gol della gara: Pedro in area mette la sfera al centro, il numero 9 non riesce a trovare l’impatto con il pallone quando la porta era sguarnita. Finisce a reti bianche l’esordio all’Olimpico.

Cronaca testuale
Claudia Belli

Roma-Cska Sofia: le formazioni ufficiali

ROMA (3-4-2-1): 13 Pau Lopez; 20 Fazio, 6 Smalling (56′ Juan Jesus), 24 Kumbulla; 33 Bruno Peres, 14 Villar, 4 Cristante, 37 Spinazzola (46′ Karsdorp); 31 Carles Perez (75′ Pellegrini); 77 Mkhitaryan (46′ Pedro), 16 Borja Mayoral (70′ Dzeko).
A disp.: 83 Mirante, 63 Boer, 3 Ibañez, 17 Veretout, 59 Zalewski, 62 Milanese, 7 Pellegrini.

INDISPONIBILI: Pastore (infortunio all’anca sinistra), Zaniolo (rottura legamento crociato ginocchio sinistro), Diawara (positivo al Covid), Calafiori (positivo al Covid), Santon (infortunio al flessore della coscia sinistra)
SQUALIFICATI: Mancini.
DIFFIDATI: –

CSKA SOFIA (4-2-1-3): 1 Busatto; 15 Vion (88′ Turitsov), 26 Antov, 11 Zanev, 18 Mazikou; 21 Youga (81′ Beltrame), 3 Geferson (81′ Tiago Rodrigues); 13 Sankharé (88′ Ahmedov); 24 Sinclair (64′ Henrique), 30 Yomov, 22 Sowe.
A disp.: 25 Evtimov, 2 Mattheij, 28 Galabov, 8 Carey, 27 Smolenski, 16 Donchev, 14 Keita, 6 Mitkov, 9 Juric, 17 Yordanov.
All.: MoralesDinchev e Chomakov.

INDISPONIBILI:-.
DIFFIDATI:-.
SQUALIFICATI:-.

Arbitro: Aleksei Kulbakov (BLR)
Assistenti arbitrali: Dmitri Zhuk (BLR) – Oleg Maslyanko (BLR)
Quarto uomo: Denis Scherbakov (BLR)

La cronaca

Secondo tempo

95′ – Triplice fischio, finisce la partita.

94′ – Ahmedov va al colpo di testa in area ma il tiro è alto e finisce sopra la traversa.

90′ – Sono 5 i minuti di recupero.

88‘ – Doppio cambio: Sankharé lascia il posto a Ahmedov e Vion esce per Turitsov.

88′ – NOOOOOO! Dzeko non trova l’impatto con il pallone! Il bosniaco era a porta sguarnita.

86′ – Cross morbido di Pellegrini sulla testa di Kumbulla che voleva trovare il terzo gol consecutivo. Il difensore la colpisce di testa ma la manda alta.

85′ – Fallo di Zanev su Karsdorp che stava rientrando verso l’area pronto al cross. Punizione per la Roma e cartellino giallo per il capitano del CSKA Sofia.

84′ – Giallo per Villar che blocca la ripartenza avversaria, l’arbitro blocca il gioco e i biancorossi protestano.

83′ – Si salva ancora una volta il CSKA Sofia: Pellegrini mette una bella palla sui piedi di Pedro che da solo vola in area di rigore. Prova a metterla al centro ma non c’è nessuno a prendere il cross.

81′ – Doppio cambio per il CSKA Sofia: Tiago Rodrigues entra per Geferson e Youga lascia il posto a Beltrame.

80′ – Karsdorp si prende un cartellino giallo per un fallo su Mazikou.

80′ – Ancora un calcio d’angolo per la Roma, a battere va Pellegrini, che però crossa dove non c’è nessuno.

79′ – Roma vicina al gol con Pellegrini che va al tiro dal centro dell’area dopo essersi smarcato degli avversari: il portiere fa una parata non semplice e nega la gioia al neo entrato.

75′ – Ultima sostituzione per la Roma: Pellegrini prende il posto di Carles Perez.

74′ – Grandissima azione personale di Dzeko che dribbla tutta la difesa avversaria fino ad entrare in area di rigore. A un passo dal tiro l’attaccante viene anticipato dal capitano avversario.

72′ – Grande occasione per il CSKA Sofia con Sowe che tira centrale: Pau Lopez ancora una volta si fa trovare pronto.

70′ – Sostituzione per la Roma: entra Dzeko per Borja Mayoral.

65′ – Subito all’attacco il neo entrato Henrique che prende il tempo a Karsdorp e tira sul primo palo: Pau Lopez ha i riflessi pronti e chiude lo specchio della porta.

64′ – Primo cambio per il CSKA Sofia: Henrique entra al posto di Sinclair.

62′ – Prova la conclusione Bruno Peres, prima con una deviazione dell’avversario, poi il pallone gli torna sui piedi e trova il tiro in porta. Busatto riesce a impossessarsi del pallone.

60′ – Grande Passaggio di Pedro per Carles Perez, lo spagnolo prova il tiro dalla distanza ma sulla traiettoria devia un compagno. Sarà rimessa dal fondo.

56′ – Altro cambio per la Roma: Juan Jesus entra al posto di Smalling.

53′ – Fazio ci prova dalla distanza ma l’argentino non prende la porta.

50‘ – Grande occasione del CSKA: Sankharé a pochi metri dalla porta va di testa e Pau Lopez risponde con i pugni. Poi Antov la spedisce alta.

49′ – Grande azione della Roma con Villar che lancia lungo verso il vertice destro per Karsdorp. Quindi Fazio la mette al centro per Mayoral che di testa la mette alta sulla traversa.

46‘ – Comincia il secondo tempo. Doppio cambio per la Roma: entra Karsdorp al posto di Spinazzola, Pedro prende il posto di Mkhitaryan.

Primo tempo

47′ – Duplice fischio, finisce il primo tempo.

46′ – Mkhitaryan la mette al centro dell’area per Villar, che cerca l’impatto con il pallone per il tiro ma trova Antov. Fallo per il CSKA Sofia.

45′ – Saranno due i minuti di recupero.

42′ – Carles Perez innesca Borja Mayoral in area, il guardalinee alza la bandierina ma lascia qualche dubbio la posizione irregolare dello spagnolo.

41′ – Cartellino giallo a Bruno Peres per un fallo sulla ripartenza avversaria di Mazikou.

32′ – NOOOOO! Traversa di Mkhitaryan che mette un pallone morbido verso la porta. L’armeno era stato servito da un ottimo passaggio di Villar, che aveva messo il numero 77 a tu per tu col portiere.

29‘ – Sugli sviluppi del calcio d’angolo ci prova dalla distanza Villar, che si libera bene dell’avversario e fa partire un destro che però non è preciso. Finisce alto.

23‘ – Ci prova Carles Perez dal limite dell’area, il tiro però è debole e finisce tra le braccia del portiere.

21‘ – Mazikou mette giù Peres aiutandosi forse con una spinta e corre verso l’area di rigore, il biancorosso va al tiro deviato però in calcio d’angolo.

17‘ – Calcio d’angolo per la Roma: sul cross Fazio ci arriva di testa e il pallone finisce di un metro fuori.

16‘ – Spinazzola prova il cross che si rivela un tiro: Busatto la devia in angolo.

15‘ – Scambio tra Borja Mayoral e Mkhitaryan che provano a chiudere il triangolo. Lo spagnolo viene poi bloccato dalla difesa avversaria in un 3 contro 1.

9′ – Sinclair ruba palla a Kumbulla e corre verso l’area di rigore: la mette al centro per un compagno che era ben posizionato ma la difesa giallorossa sventa il pericolo mandando la palla in calcio d’angolo.

7′ – Sowe si libera degli avversari e si avvicina all’area di rigore: fa partire il tiro piazzato dal limite, che finisce di pochissimo fuori.

5′ – Fallo di Sinclair su Kumbulla sulla linea di centrocampo: calcio di punizione per la Roma.

4′ – NOOOOOO! Annullato gol a Smalling per un fuorigioco Mkhitaryan.

3′ – Primo tiro del match: ci prova Villar su una deviazione avversaria. Villar dal limite dell’area fa partire un colpo angolato e potente, ma il portiere mette in calcio d’angolo.

1′ – Batte il CSKA Sofia: inizia la partita.

Il pre partita

Ore 19:55 – La Roma, attraverso l’account ufficiale, rende noti gli undici iniziali.

Ore 19:52 – Il CSKA Sofia rende nota la formazione ufficiale.

Ore 19:38 – Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport, rende nota la formazione ufficiale della Roma.

Ore 19:36 – Filippo Biafora, giornalista de Il Tempo, ha reso nota la formazione della Roma.

Ore 19:35 – La Roma è arrivata allo Stadio Olimpico.

I precedenti

Le due squadre si sono già affrontate quattro volte nella loro storia: due nella Coppa dei Campioni 1983/1984 (doppia vittoria per 1-0 negli ottavi di finale) e due nella fase a gironi dell’Europa League 2009/2010, con altre due vittorie della Roma, 2-0 all’Olimpico e 3-0 in trasferta. In totale i giallorossi hanno sconfitto avversari bulgari 5 volte su 6, con un tre su tre in casa (prima dei due match contro il CSKA, fu il Dunav a cadere all’Olimpico nel primo turno di Coppa UEFA 1975/1976 per 2-0, vincendo la gara di ritorno per 1-0).

Print Friendly, PDF & Email

35 Commenti

  1. La partita è una passeggiata di salute, contro un altra squadra dilettantistica. Sarà curioso scoprire il nuovo “fenomeno” del giovedì di Coppa chi sarà. La banda spagnola o la banda degli acquisti coi prestiti? Giocherà l’esubero del Man. U.? Zorro farà il capolavoro tattico? Vedremo e aspettiamo i “Trofei”.

  2. Mi piace quanto ti godi la nostra Roma, con quanta gioia aspetti le partite in Europa.Secondo me dovresti provare a dedicarti ad altro, magari a commentare le nomination del grande fratello…. e prima di qualunque risposta (legittima per la democrazia in cui viviamo) prova a tifare per la Roma, nella vittoria e nella sconfitta. Prova a sperare in una vittoria e non in una sconfitta per poter dire “ve l’avevo detto”….perché ti do una brutta notizia, qualunque cosa ci “avevi detto” io per la Roma tifo e di quello che “avevi detto” non me ne frega proprio nulla

  3. Spina è palesamente stanco e va fatto riposare… il prima possibile, bisogna mettere Peres o Kardorp a sinistra (se siamo sul 3-0, pure JJ, basta che Spina ci ritorni fresco per la prossima di campionato)

  4. Ammazza che gufi frequentano questo sito!
    E’ ovvio che della Roma non ve ne frega niente anzi non vedete l’ora che perda e allora perché ci venite a fare i vostri commenti pseudo tecnici e critiche prevenute?

  5. MA YELLOW E RED CI FA O C’E E’ INSOPPORTABILE NELLA SUA PREVENZIONE. i SORDI LI HA CACCIATI E LI STA CACCIANDO. NON COME TE BLA BLA BLA

  6. Il mio parere su questo individuo l’ho già espresso svariate volte… Purtroppo come vedete e leggete è solo un provocatore… è inutile dargli importanza rispondendogli. Faremo solo il suo gioco infantile… visto il periodo nefasto ci vorrebbe per lui un bel lockdown a tempo indeterminato su questo sito… a meno che non è qualcuno proprio di questo sito che è predisposto proprio per questo scopo provocatorio…

  7. L ULTIMA VOLTA CHE RISPONDO AL BUFFONE YELLOW RED.. .LA FRASE E’ CHIARAMENTE POVOCATORIA E ANTIROMANISTA. LUI DICE CHE ANCHE I GIALLOROSSI CONTANO COME FOSSERO UNA SPECIE PROTETTA .QUINDI C’ E’ MOLTA SORDIDA IRONIA . NON CALCOLATELO PIU’

    • E perchè dovrebbe riposare? È stato fermo quasi sempre lo scorso anno e alterna prestazioni sufficienti e commette errori difensivi. Uno che guadagna come lui perchè dovrebbe riposare? Mica siamo alla squadretta dell’oratorio.

  8. Come detto da altri anche io farei rigiocare Karsdorp al posto di Spinazzola, meglio sfruttare il primo finchè si regge ancora in piedi piuttosto del secondo che è senz’altro meglio. Poi hai visto mai che l’olandese prima o poi si sblocchi. P.S. Comunque c’è uno che posta sempre e regolarmente raggiunge il suo obiettivo provocatorio ottenendo numerosi commenti sul commento, devo ammettere che nel suo lavoro di provocatore è un bel talento.
    Forza Roma

  9. Non intervengo per andare contro ad altri commenti : però questa volta ne ho fin sopra le tasche . Evitiamo di accettare le provocazioni di questo agente provocatore . Esiste la critica anche serrata di chi tifa , di chi ama la Roma . Poi c’è chi pretende di spendere i soldi altrui . Lasciamo lavorare la nuova proprietà , che mi pare seria e professionale . Per il resto sempre e solo forza Roma ; il grande immenso amore di ogni sincero romanista . Scusatemi

  10. Bruno Peres e klasdrop non si possono vedere,amnesie difensive,perdono sempre l uomo quando c’è da difendere.
    Meglio far esordire 2 primavera

  11. Mamma mia che orrore, che pena. Inguardabili. Un mix di giocatori scarsi e gioco scadente: anticalcio, rossi l’allenatore mi darei al curling.

  12. Una squadra che non riesce a vincere nemmeno giocando da sola
    Uno scandalo di allenatore, tanto vale mettere in panchina il magazziniere, sai quanto si risparmia a parità di risultati

  13. Complimenti al fenomeno portoghese, alla sua formazione e soprattutto ai suoi cambi.
    Ha portato a casa un risultato storico !

    Complimenti pure a chi ancora regge il moccolo a sto brocco de Fonseca ahahahah !
    Rrrrrrrrrrrrrrromettaaaaaaaaaaa !

  14. C’è poco da dire, abbiamo una squadra scarsa… Non riuscire a vincere e rischiare addirittura di perdere contro una squadra come il CSKA Sofia deve far riflettere… E vedo molti giocatori tipo karsdorp già spompati… E poi tanti tanti errori e poco gioco!!!
    Sempre e comunque Forza Roma ma che tristezza…

  15. Indisponenti ed irritanti!!
    Lenti e macchinosi.
    Mancanza di intensità e ritmo.
    Uno schifo!!
    Centrocampo a tic toc.
    Mai verticalizzazioni rapide, mai sovrapposizioni.

Comments are closed.