romanews-roma-gianluca-mancini-lautaro-martinez-inter-san-siro
Foto Getty

MANCINI ROMA – Gianluca Mancini è arrivato dall’Atalanta alla Roma la scorsa estate per circa 23 milioni di euro tra prestito, obbligo di riscatto e bonus. All’inizio molti avevano dei dubbi sul suo acquisto. Un po’ per la sua inesperienza (parliamo in fondo di un ragazzo del 1996). Un po’ perché veniva da un sistema tattico molto particolare come quello dell’Atalanta di Gasperini. In poco tempo però Mancini è riuscito a prendersi il posto da titolare nella difesa giallorossa accanto a Smalling, dimostrando a tutti il proprio reale valore. Non a caso i numeri della sua prima stagione romanista sono veramente molto importanti.

I numeri di Mancini alla Roma: 37 contrasti vinti e 44 passaggi intercettati in Serie A

Mancini quest’anno ha giocato 23 partite in Serie A, per un totale di 1977 minuti. Il centrale giallorosso ha realizzato così 37 contrasti vinti, 44 passaggi intercettati, 56 duelli aerei vinti e 11 conclusioni respinte. Ha inoltre fatto registrare 8 passaggi chiave, 10 dribbling riusciti, 15 tiri, 1 gol e l’88,4% di passaggi completati. Dati molto positivi quindi, sia nella fase difensiva che in quella offensiva.

Mancini vs gli altri centrali della Serie A: terzo per dribbling e ottavo per duelli aerei vinti

In questo modo Mancini si è affermato come uno dei difensori più bravi e completi della Serie A. L’ex Atalanta infatti è ai primi posti in tutte le statistiche (considerando i centrali in Italia con più di 14 partite giocate). In particolare è quinto per passaggi intercettati (2,1 ogni 90 minuti), davanti a calciatori come Pezzella, Smalling, Acerbi, Manolas, Skriniar e Bonucci. È inoltre undicesimo per contrasti (1,6), ottavo per duelli aerei vinti (3), sesto per passaggi chiave (0,4), terzo per dribbling (0,5) e settimo per tiri tentati (0,7). Non male per un giovane difensore alla sua prima esperienza in un grande club. Segno insomma che l’investimento fatto dalla Roma in estate è stato davvero azzeccato.

(fonte dei dati: WhoScored.com)

Leonardo Gilenardi

Print Friendly, PDF & Email

2 Commenti

  1. Se un difensore si valutasse dai numeri allora il più forte della storia sarebbe Aronica, peccato che non sia così. Se fai 5 dribbling, 3 tiri, 8 anticipi, 20 duelli di testa vinti, 99% di passaggi ma fai un errore che ti fa perdere 1 a 0 significa che hai fatto un partitone? (non è una critica a Mancini ma a chi “giudica da questi particolari”)

Comments are closed.