romanews-roma-maurizio-sarri-napoli-panchina
Foto Tedeschi

ROMA SARRI NUOVO ALLENATORE – La stagione della Roma non è ancora finita. In campionato la strada sembra sempre più in salita, con i giallorossi settimi in classifica, lontani dalle prime posizioni. In Europa League è ancora tutto da giocare, giovedì la prima super sfida contro il Manchester United. Ma a Trigoria si riflette sul futuro.

Leggi anche:
Fonseca: “Mi sento sempre sotto esame”

A breve un incontro

Difficile che Fonseca prosegua l’avventura con la Roma l’anno prossimo. Tra i candidati a sostituirlo, da un po’ il più gettonato sembra essere Maurizio Sarri. Stando al Corriere dello Sport, nelle prossime ore Fali Ramadani, rappresentante del tecnico, dovrebbe incontrare Tiago Pinto. L’intenzione comune sembra quella di iniziare un’avventura insieme. I Friedkin avrebbero optato per l’ex Juve per una serie di motivi: l’accettazione di un piano a medio-lungo termine, il profilo internazionale capace di partire dal basso e vincere (in Inghilterra) e anche la necessità di impostare la prossima stagione con una certa velocità. La società sembra però intenzionata a mantenere il massimo riserbo sull’esito dell’incontro, visto che l’allenatore è ancora sotto contratto con la Juve. A Sarri andrà modulato il 4-3-3: servirebbero un centravanti, visto che Dzeko probabilmente andrà via (si tengono d’occhio Vlahovic e Belotti), portiere, regista (uno alla Jorginho) e terzino destro (la coppia Karsdorp-Reynolds non convince). Al tecnico piace Under, che potrebbe quindi tornare per restare, e si attende anche il ritorno di Nicolò Zaniolo. Non dovrebbero più far parte della rosa, invece, Nzonzi, Pastore, Kluivert, Florenzi, Olsen, Coric e Bianda. Infine, Tiago Pinto vorrebbe una rosa ridotta, circa 18 giocatori titolari più 4 elementi della Primavera.

Print Friendly, PDF & Email

26 Commenti

  1. Anche Gattuso sta facendo vedere quello che ci si aspettava a Napoli. Se ci fosse uno spiraglio lo terrei in considerazione per la nostra panchina. Almeno il rischio di fare certe figure in campo sarebbe ridotto al minimo.

    • A Napoli parlano di Gattuso esattamente come qui parliamo di Fonseca, dicendo che con quella rosa a disposizione doveva far meglio nelle coppe e ritrovarsi già oggi in Champions senza patemi.
      Anzi ti dirò di più ritengono che la piazza di Roma stia massacrando eccessivamente Fonseca che secondo loro ha le attenuanti di aver allenato l’anno scorso senza una società e un d.s. alle spalle, e di quest anno dicono che finchè non si sono rotti tutti gli uomini chiave e finchè Dzeko ha fatto il professionista e non lo sceriffo la Roma era a 6 punti dalla vetta, facendo bene in Europa e mostrando anche un bel calcio.

      Come vedi basta semplicemente essere all’interno o meno di un ambiente per cambiare radicalmente opinione sull’operato di un tecnico e sull’intera stagione. Probabilmente, anzi sicuramente, se Gattuso fosse stato alla Roma con la rosa che ha il Napoli e ottenendo quei risultati (fuori subito dalle coppe, sconfitte in campionato in casa contro Spezia, contro il Sassuolo, contro Genoa, Verona ecc ecc) staresti qui a chiedere a gran voce la cacciata di Gattuso.

  2. Lasciamo perdere il portiere (peraltro i nomi che circolano non mi pare costituiscano una svolta epocale rispetto agli attuali), concentriamoci su difesa (inguardabile). centrocampo (impalpabile) e attacco (insignificante). Servono molti soldi da spendere su centrali difensivi, terzino, regista e attaccanti.

    • Quando avrai un budget economico che ti consenta di andare sul mercato e spendere 250-300 milioni per fare l’instant team vincente, a quel punto potrei mettermici anche io in panchina e probabilmente vincerei qualcosa.

      Lo volete capire che gente che tu definisci “pragmatica” come Allegri ad allenare tanti giovani con potenziale tutto ancora da scoprire come quelli della Roma non ci viene?

      C’è bisogno per forza del Sarri (e ringraziamo pure se ci accetta, ad oggi sei fuori anche dalle coppe per il prossimo campionato) di turno che ti valorizza i calciatori così come fatto a Napoli (Mertens, Koulibaly, Zielinski, Allan, Callejon ecc ecc ma chi erano prima di Sarri?) per crescere in 2-3 anni.

      Se ancora non avete capito dopo tutti questi anni (e oggi a maggior ragione con tutte le perdite che hanno avuto tutte le società a causa del covid) fare l’instant team è improponibile e si deve per forza ragionare su un ciclo di minimo 3 anni stiamo freschi.

      Stiamo sempre a ripetere le stesse cose, tra l’altro criticare un tecnico che a Napoli non ha vinto uno scudetto perchè gli è stato scippato, ha fatto vedere il miglior calcio d’Europa con miglior difesa e miglior attacco, ha vinto alla Juve uno scudetto e al Chelsea una Europa League riconquistando anche la Champions è pura follia.

      • Solito ragionamento da P-boy o… peggio in stile Fabrizio&Sbinf. Ancora cò sta storia “der baaggett” “der feir bblleyy” ma pensate a tifare e lasciate la finanza a chi se ne intende e pensate a tifare, se siete della Roma. Sarri è un altro integralista che fa giocare sempre gli stessi. A te va bene solo perchè non vuoi vedere la Roma vince (a proposito: non succede ma se succede… vojo vede dove ti vai a “nascondere”).

      • Ecco allora non romperci piu’ se i Friedkin non vogliono buttare i soldi: loro sanno gestire le loro attivita’ meglio di te.
        Sarri fa giocare bene le sue squadre. Vedremo del buon calcio e non il solito allenatore da subbuteo a la’ Allegri.

  3. Per incominciare devi comprare questi poi servono innesti per la panchina terrei ripeto la difesa con l aggiunta di un centrale esperto poi veretout e villar e cristante poi miki e zaniolo il resto a pascolare le pecore punto.

    • La difesa è probabilmente il peggiore tra i (disastrati) reparti della Roma. Errori continui e ripetuti in ogni partita, gol regalati a volontà, Giocatori lumaca (Mancini, Kumbulla, Cristante), costantemente disattenti nella marcatura (Mancini, Ibanez, Kumbulla, Cristante), scarsi nel gioco aereo difensivo (Mancini, Ibanez, Cristante, Kumbulla). Conservare questa difesa significa ambire al settimo posto anche per la prossima stagione.

  4. Il contrasto gioco/risultati è parecchio artificioso: chi gioca bene è molto più probabile che vinca rispetto a chi gioca male. Non so chi sia riuscito a propalare l’idea che la Roma di Di Francesco o Fonseca, per citare gli ultimi allenatori, sia (stata) squadra interessata al bel gioco…Non è così, la Roma del primo come del secondo hanno giocato un calcio pessimo, livello scarsisssimo e risultati conseguenti.

  5. Niente, arriva Sarri, arriva un altro santone che ci porta il “bel gioco”.
    Già ne ho visti troppi da queste parti… Friedkin dovrebbe imparare dalle vaccate di Pallotta!

  6. Siamo alla follia ….un altro santone del calcio che usa 13 giocatori ignorando i giovani, de laurentis momenti lo ammazza…per una piazza come roma che ha una pressione diversa da tutte le altre in italia serve solo Allegri perche gioca semplice e sfrutta tutti gli elementi che ha in rosa e gioca in base alle caratteristiche del singolo…se non dovesse arrivare lui teniamoci Fonseca che non ha niente da invidiare a sarri fa gli stessi errori da aziendalista,poi è troppo permaloso per roma qui serve uno che si fa scivolare addosso tutto come allegri e come sta imparando a fare fonseca

  7. Aho manco sappiamo se ha firmato è già viene criticato!!!!! Ma quando cresceremo mai come squadra!!!!
    Incredibile! Invece io dico che Sarri oltre al bel gioco secondo me può far rivalutare tanti giocatori messi alla porta troppo velocemente (under su tutti) visto che al posto suo è arrivato Pedro e Perez che non mi sembra abbiano fatto meglio, anzi
    Se verrà Sarri, allora tiferemo Sarri e se sbaglierà sarò il primo a criticarlo! Ma facciamo lavorare in pace l’ambiente!!

    • Premesso che io critico chi me pare quando me pare, preferirei uno con il curriculum di Allegri a uno come Sarri.
      Se vuoi tifare Sarri fa come te pare, ma non ce rompe li co!oni. Qua tifiamo Roma e vogliamo vince.

  8. Concordo con chi dice che il responsabile di tutto non sia l´allenatore ( a me non piace MA) , ha molte attenuanti sin per lo scorso anno praticamente senza dirigenza e Presidenza che questo anno, sempre senza Presidenza( questi non aprono bocca neanche dopo le pessime figuraccie…sono ridicoli) che dirigenza ( anche Pinto sembra vaporizzato…) oltre ai tantissimi infortunati nel momento topico del campionato e la poca professionalita´di molti che giocano quasi per farti un favore. La Presidenza e la dirigenza sono le cose che mi preoccupano di piu´per il prossimo anno…poi metti Sarri Gattuso Gasperini o chi per lui..per me non cambia nulla.

  9. Sarri può rivalutare solo i giocatori adatti al suo gioco (chiedere a Kante’) ,ha bisogno di una squadra a sua immagine,altrimenti si ricomincia con i giocatori che non sono convinti e l’allenatore che si snatura e,se non arrivano i risultati,viene rigettato. A Napoli si è trovato nel posto giusto al momento giusto e ha fatto vedere bel gioco,ma non ha vinto nulla ,qualcosa hanno vinto persino Mazzarri,Benitez e Gattuso. Ha fatto buttare soldi per mezzo Empoli. Hysaj,Mario Rui,Tonelli,Valdifiori. Il bel gioco non si è visto nelle esperienze successive in cui è stato rigettato. Se trova una squadra ricettiva ai suoi dettami e si crea l’alchimia può fare bene,altrimenti sarebbero problemi,i soliti degli ultimi 11 anni. Viste le difficoltà economiche preferisco allenatori che partono dai giocatori a disposizione. Sarri è bravo,ma ha troppi limiti per essere considerato un top soprattutto nella gestione della rosa e della doppia competizione e nella comunicazione Uno che ha trovato mille alibi alla Juve,qui che fa? È uno che è riuscito a perdere una partita parlando ancora prima di giocarla. Sa cambiare ,ma ha bisogno di settimane di addestramento,qui ,tra infortuni e coperta spesso corta c’è da reinventarsi anche da una partita all’altra, altro che non avere un piano B,serve avere anche quello C e D

  10. Speriamo di NO, l’allenatore migliore per questa Roma si chiama PAULO FONSECA, anche se ora sta andando male, non credo proprio che Sarri o Allegri sarebbero andati meglio in questa situazione. Rimane il portoghese il miglior prospetto possibile per la conduzione tecnica della ASRoma l’anno prossimo. Oppure prendetemi un allenatore vero, Ancelotti, Klopp, Guardiola, lo stesso Daniele De Rossi potrebbe essere una bella scommessa. Sarri ha giocato sempre in squadre delle serie minori, poi è salito alla ribalta con l’empoli, prima nessuno lo conosceva. Dopo l’Empoli ha giocato a Napoli, dando un bel gioco ma dimostrando di non essere in grado di gestire la rosa sul doppio impegno (fa giocare solo 14 giocatori, che a metà campionato sono totalmente cotti), e di non avere la grinta per affondare nella volata scudetto, Poi è andato al Chelsea e alla Juve, ed in entrambi i posti, con squadre imbottite di campioni, ha vinto ma è stato cacciato a calci nel sedere, perché inutile.

  11. Un giorno Allegri è stato visto a Roma, ha firmato un precontratto, si punta decisi su di lui.
    Il giorno dopo Sarri in pole position per la panchina romanista.
    Vediamo se alla fine arriverà il solito allenatore straniero che deve fare esperienza pure lui in un altro campionato.
    Intanto giochiamo con Villar e Diawara a centrocampo e Cristante in difesa.

  12. Pinto vuole 18 giocatori in rosa …se con 40 non riusciamo a fare due manifestazioni decenti e schiarare una difesa titolare immagina con 18.. l’unico in grado di dare qualcosa in più con 11 Baldi giovani è Gasperini…visto che l’andazzo è quello di non spendere soldi..

    • Il punto è proprio quello… 18 giocatori costano meno di 40. Sono finiti i tempi in cui Franco Sensi apriva il portafoglio e ci pensava lui. Ora c’è l’autofinanziamento e quando c’è un buffo da pagare si segna sul conto dell’AsRoma (Vedi Pallotta)

Comments are closed.