ROMA ATALANTA CRISTANTE ZAPATA – Nel giorno in cui la Roma è di solito impegnata in Europa League, I giallorossi sono invece chiamati all’infrasettimanale di campionato. Il big match contro l’Atalanta sarà un’opportunità per i capitolini di riscattarsi dalla brutta gara di Torino e prepararsi al meglio per il palcoscenico europeo contro il Manchester United nella semifinale di andata del 29 aprile. Per Fonseca qualche assenza, come Diawara (squalificato), Pedro, Spinazzola, El Shaarawy, Kumbulla e Smalling. Il tecnico portoghese in difesa, quindi, schiererà probabilmente Ibanez e Mancini (ex) e un altro ex del match, Bryan Cristante, che, insieme ai compagni, dovrà mantenere alta la guardia. Sul fronte nerazzurro, uno dei pericoli maggiori porta il nome di Duvan Zapata.

Leggi anche:
Roma-Atalantaa, le probabili formazioni

Roma, Cristante

Oltre a nazionalità italiana e canadese, ormai,  sul curriculum Bryan Cristante avrà scritto ‘professione difensore’. Il giallorosso si è infatti abituato a giocare nella linea a tre davanti al portiere. Un po’ per le varie assenze nel reparto durante i mesi, un po’, probabilmente, perché Fonseca preferisce cercare di far ripartire l’azione dal basso. Il numero 4  di natura, però, sarebbe un centrocampista e, in questo caso, un ex Atalanta, insieme a Gianluca Mancini e Leonardo Spinazzola. Con la ‘Dea’ (2017/18) ha collezionato 15 gol e 6 assist in 59 presenze. Con i giallorossi, invece, 5 reti e 8 assist in 116 presenze in totale. Quest’anno per il classe ‘95 una stagione di alti e bassi, e sino ad ora tra campionato, Europa League e Coppa Italia conta 39 presenze e 2 assist, a cui va aggiunto lo sfortunato autogol contro il Bologna all’andata, dal quale è nata poi la squalifica per espressioni blasfeme. Bryan, comunque, non rinuncia a proporsi in fase offensiva: 18 tiri, 1 big chance creata e 16 dribbling riusciti su 17.  Per quanto riguarda le azioni difensive, 29 palloni intercettati, 119 recuperati, 65 contrasti vinti (61 persi) e 25 duelli aerei vinti. In più, l’84% di passaggi riusciti (10 chiave). Servirà tanta concentrazione e grinta, però, per fronteggiare l’ostacolo Duvan Zapata.

Leggi anche:
Atalanta, punti di forza e debolezze: ciò che c’è da sapere

Atalanta, Zapata

Duvan Zapata ‘condivide’ il palcoscenico di Serie A con il cugino Cristian, attualmente difensore centrale del Genoa. L’attaccante classe ’91 attaccante dell’Atalanta (arrivato nel 2018) in carriera per 4 volte è andato in gol contro la Roma (l’ultima volta all’andata). Inoltre, quello della ‘Dea’ quest’anno è l’attacco più temibile della Serie A, viste le 72 reti in totale registrate sino ad ora. Per il colombiano quest’anno in campionato 13 reti, 7 assist e non solo. Il numero 91 ha tirato in porta 33 volte, colpendo 6 pali/traverse e mancando 19 big chance. Per il giocatore nerazzurro anche 34 passaggi chiave e una media di precisione pari al 79,3%. Quest’anno Zapata è stato meno incisivo nei dribbling (25 riusciti su 67) ma si è prestato anche in fase di copertura: 5 palloni intercettati, 55 recuperati, 119 contrasti vinti (165 persi) e 45 duelli aerei vinti (45 persi). La sfida con Cristante sarà quindi anche ad alta quota. Nel precedente scontro con gli orobici, i giallorossi hanno subìto un poker dopo l’iniziale vantaggio di Dzeko, a cui ha risposto proprio Zapata (seguito da Gosens, Muriel e Ilicic). La squadra di Fonseca è quindi chiamata a ‘vendicare’ quel match, e chissà che ad indirizzare la gara a favore dei giallorossi non sia la “legge” del gol dell’ex.  


Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità