SPARCO AS ROMA – “Il gap con la Juventus si colma prima di tutto fuori dal campo“, esordiva così qualche giorno da Francesco Calvo, fresco di nomina come direttore dei ricavi. Per confermare la sua tesi, la Roma si è subito mossa in questa direzione: è arrivato un comunicato ufficiale che dichiara il rinnovo di una partnership tra il club e SPARCO, ditta di produzione di sedili per il motorsport e, per i giallorossi, di panchine personalizzate per lo stadio. Di seguito il comunicato.

SPARCO, la multinazionale italiana specializzata nella produzione di equipaggiamento e sedili per il motorsport, rinnova la partnership con la Roma per i prossimi 3 anni. 

SPARCO, riconosciuta per i suoi iconici sedili prodotti fin dal 1978, continuerà a fornire le panchine personalizzate dello Stadio Olimpico per le gare di Serie A e Coppa Italia fino al 2021. Non solo la panchina a bordo campo per giocatori e allenatori, ma anche le sedute degli spogliatoi, la sala conferenza e il Media Center del centro sportivo di Trigoria continueranno ad essere equipaggiati con sedute SPARCO.

Siamo lieti di aver rinnovato la collaborazione con la Roma per altri tre anni e di portare nel mondo del calcio la nostra esperienza decennale nella produzione di sedili racing, con una delle squadre più autorevoli e riconosciute nel mondo, alla quale siamo legati già dal 2015” ha sottolineato l’amministratore delegato della multinazionale italiana, Claudio Pastoris .

La poltrona deriva dai gloriosi sedili racing SPARCO e presenta i classici colori giallorossi con il logo ufficiale della Roma. Nello specifico, nasce dal sedile sportivo R100S, sedile storico e iconico di SPARCO, best seller della linea, che vede negli anni una continua innovazione sia in termini di scocca sia in termini di materiale e di comfort.

Print Friendly, PDF & Email
Claudia Belli
"Non c’è un altro posto del mondo dove l’uomo è più felice che in uno stadio di calcio". Datemi, poi, anche carta e penna per poterlo raccontare e allora sì che sarà tutto perfetto. Laureanda in Mediazione Linguistica e Interculturale a La Sapienza, mi piace viaggiare per il mondo parlando più lingue possibili. Per il momento ne conosco 4: italiano, inglese, spagnolo e portoghese (anche la variante brasiliana), ma spero di poter ampliare il mio bagaglio linguistico il più presto possibile.